IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > + 40% per il mercato IoT nel 2016

+ 40% per il mercato IoT nel 2016

 L'Internet of Things è un mercato da 2,8 miliardi di euro nel 2016 ed è in crescita grazie soprattutto agli obblighi normativi sui contatori intelligenti e alla diffusione di auto connesse

 

 

In Italia il mercato dell’Internet of Things è cresciuto nel 2016 del 40% e ha raggiunto i 2,8 miliardi di euro, un risultato superiore alla media europea, grazie sicuramente ad obblighi normativi relativi allo Smart Metering gas, che chiedono alle utility di mettere in servizio almeno 11 milioni di contatori intelligenti entro la fine del 2018. Il settore è passato da 500 milioni di euro nel 2015 a 950 milioni nel 2016 (+90%).

Non sono solo i contatori intelligenti ma anche il settore della Smart Car cresce, con 7,5 milioni di auto connesse circolanti: se a questi due settori, che rappresentano più della metà del fatturato IoT, si aggiungono le applicazioni negli edifici (Smart Building), soprattutto per la sicurezza, si supera il 70% del valore totale.

 

Il settore Smart Building nel 2016 è cresciuto del +45% rispetto al 2015, raggiungendo con 510 milioni di euro il 18% del mercato, soprattutto grazie a soluzioni legate alla sicurezza negli edifici e un progressivo spostamento del mercato dai soli grandi edifici industriali ai piccoli uffici e negozi. Si prevede che il mercato continuerà a crescere nei prossimi anni grazie soprattutto all’affermarsi di nuovi canali di vendita che moltiplicano le occasioni di acquisto.

 

Questi i principali risultati della ricerca dell’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano che evidenzia che crescono anche gli oggetti: in Italia sono già 14,1 milioni quelli connessi tramite rete cellulare (+37%), ci sono poi quelli che sfruttano altre tecnologie di comunicazione, come i 36 milioni di contatori elettrici connessi tramite PLC (Power Line Communication), gli 1,3 milioni di contatori gas che comunicano tramite radiofrequenza e i 650mila lampioni per l’Illuminazione intelligente connessi tramite PLC o radiofrequenza.

 

Angela Tumino, Direttore dell’Osservatorio Internet of Things commenta che nel 2016 ci sono stati importanti segni di maturità dell’Internet of Things in Italia e che è giunto il momento di andare oltre il livello attuale di connessione degli oggetti per spostare l’attenzione verso i servizi. Per esempio la Smart Home sempre più connessasarà in grado di monitorare i consumi energetici per diminuire gli sprechi o segnalare tentativi di infrazione.

 

Nella Smart City, settore dal grande potenziale ancora inespresso, i dati raccolti potrebbero far sviluppare 'sistemi operativi' per governare meglio il territorio e mettere a punto servizi di valore per la comunità.

L'indagine dell'Osservatorio mostra che, nonostante il 51% dei comuni medio-grandi abbia avviato almeno un progetto Smart City negli ultimi tre anni, il 56% delle iniziative è ancora in fase sperimentale. Si conferma in ogni caso la propensione a sperimentare per il 2017, ma le amministrazioni fanno fatica a estendere i progetti all’intero territorio cittadino e a integrarli tra loro in una chiara strategia di medio-lungo termine.

Per superare le barriere economiche e di competenze è molto importante definire una strategia nazionale condivisa che stabilisca impegni e priorità per i comuni.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
19/04/2018

Corrono gli investimenti nelle rinnovabili

Presentato l’Irex Annual Report: nel 2017 13,5 miliardi di investimenti nelle rinnovabili, per una potenza di 13,4 GW, soprattutto all’estero.     Nel 2017 gli investimenti in rinnovabili tra Italia e, soprattutto, estero hanno ...

17/04/2018

Forum mondiale per la forestazione urbana

Le foreste urbane e le infrastrutture verdi possono fornire un contributo fondamentale alla progettazione sostenibile: a Mantova la prima edizione del World Forum on Urban Forests        Dal 28 novembre al 1 dicembre Mantova ...

13/04/2018

21 maggio 2017: l'87% dei consumi elettrici coperti da rinnovabili

Nel 2017 crescono i consumi di energia, calano leggermente le emissioni di CO2, prezzi in discesa e rinnovabili ai massimi storici. Il nuovo report Enea.     Pubblicata da Enea l'analisi trimestrale del sistema energetico italiano che si ...

12/04/2018

Risparmio energetico e riqualificazione edilizia a Klimahouse Toscana

Appuntamento a Firenze dal 13 al 15 aprile presso il Nelson Mandela Forum per approfondire le soluzioni e tecnologie a basso impatto ambientale per abitazioni confortevoli ed energeticamente efficienti     Si rinnova l'appuntamento a Firenze ...

11/04/2018

Soluzione innovativa di facciata per il risparmio energetico

Impianti di distribuzione integrati nella facciata degli edifici per la gestione del riscaldamento, raffrescamento e il ricambio d’aria: l'innovativa soluzione sviluppata da Eurac Research e l’azienda Stahlbau ...

05/04/2018

Dalle foglie che svolazzano nuova fonte di energia?

Dal passaggio tra luce e ombra che si crea al movimento delle foglie al vento si può generare energia pulita. I risultati di uno studio della Linköping University     In futuro potrebbe essere possibile raccogliere energia con ...

04/04/2018

Normativa comunitaria su emissioni di CO2 dei mezzi pesanti

La Commissione accoglie con favore l'ambizioso accordo raggiunto per la prima volta con il Parlamento Europeo sulla legislazione dell'UE in materia di monitoraggio e comunicazione delle emissioni di CO2 dei veicoli pesanti       I ...

29/03/2018

Le città galleggianti possono salvare gli oceani

La prima città galleggiante potrebbe diventare presto realtà: energeticamente autosufficiente, 100% rinnovabile e rispettosa dell’ambiente marino. Sorgerà a circa un km dalla riva all’interno di una meravigliosa laguna ...