IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Più di 8 milioni di persone lavorano nelle rinnovabili

Più di 8 milioni di persone lavorano nelle rinnovabili

Nuovo Report Irena, l'occupazione in energie rinnovabili nel 2015 è aumentata del 5% a livello globale. Il maggior datore di lavoro è il fotovoltaico 

 

 

Irena, Agenzia per le energie rinnovabili, ha pubblicato il Rapporto Renewable Energy and Jobs – Annual Review 2016 da cui emerge che, a livello globale sono più di 8.1 milioni le persone che lavorano nel settore delle energie rinnovabili, con una crescita del 5% rispetto allo scorso anno.


Il direttore generale di Irena, Adnan Z. Amin, ha osservato che si tratta di una crescita significativa, in contrasto con le tendenze di tutto il settore energetico in generale. Infatti il numero totale occupati nelle energie rinnovabili in tutto il mondo è aumentato nel 2015, mentre considerando il settore energetico nel suo complesso gli impiegati sono diminuiti.
Negli Stati Uniti, ad esempio, gli occupati nel settore green sono aumentati del 6%, mentre l'occupazione nel petrolio e del gas è diminuita del 18%.
In Cina, 3,5 milioni di persone sono impiegate nell'energia rinnovabile, mentre il petrolio e il gas occupano 2,6 milioni di lavoratori.

Si tratta di una crescita, ha continuato Adnan Z. Amin legata al calo dei costi delle tecnologie di energia rinnovabile e aiutata da un quadro politico appropriato. "Ci aspettiamo che questo trend continui, coerentemente con i processi che i paesi devono mettere in atto per rispettare gli accordi assunti alla COP 21 di Parigi".

 

I paesi con il maggior numero di occupati in energia rinnovabile nel 2015 sono stati Cina, Brasile, Stati Uniti, India, Giappone e Germania.
In Cina gli occupati in energie pulite hanno raggiunto i 3,5 milioni.
Negli Stati Uniti, l'occupazione in energie rinnovabili è aumentata del 6%, arrivando a 769.000 impiegati, grazie alla crescita nel eolico e fotovoltaico. Gli impiegati nel solare sono cresciuti del 22%, superando posti di lavoro in petrolio e gas. L'occupazione nel settore eolico è aumentata del 21%.
Nel complesso nell’Unione europea i posti di lavoro sono diminuiti per il quarto anno consecutivo, a causa della debole crescita economica e dei tagli agli incentivi. La Germania rimane il paese europeo con il maggior numero di impiegati, quasi quanto Regno Unito, Italia e Francia messi insieme. Regno Unito, Germania e la Danimarca sono stati i leader mondiali in materia di occupazione eolica offshore.

 

Impiegati nelle rinnovabili a livello globale

 

Per quanto riguarda i settori di impiego, il solare fotovoltaico resta il maggiore datore di lavoro delle energie rinnovabili in tutto il mondo, con 2,8 milioni di impiegati, in crescita dell’11% rispetto allo scorso anno. Seguono i biocarburanti liquidi, con 1,7 milioni di posti di lavoro, l’energia eolica, che con 1,1 milioni di posti di lavoro e una crescita a livello mondiale del 5%, grazie soprattutto ad alcuni mercati quali Cina, Stati Uniti e Germania. 

 

Impiegati in rinnovabili per tecnologia

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia