IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Progettare l’efficienza energetica per città sempre più sostenibili

Progettare l’efficienza energetica per città sempre più sostenibili

Si è tenuta oggi Comfort Technology  la seconda tappa del roadshow di convegni organizzati da Reed Business Information e Mostra Convegno Expocomfort, la manifestazione internazionale biennale rivolta ai settori dell’impiantistica civile e industriale della climatizzazione e delle energie rinnovabili. Il convegno ha toccato i temi più attuali che riguardano l’universo green: Smart Cities e Smart Plants, l’ICT a supporto dello sviluppo di queste realtà Smart, ma anche nuove importanti figure professionali come la Commissioning Authority, le nuove direttive europee e leggi regionali, l’evoluzione impiantistica, le energie rinnovabili in Italia e il loro futuro, l’Home e Building Automation, gestione e riqualificazione del patrimonio immobiliare e l’integrazione degli impianti di generazione distribuita nelle reti elettriche.

 

In breve tempo non si parlerà più di “Green” Economy perché questa sarà l’unica opzione possibile per portare avanti l’economia, per lo meno in Occidente. E’ su questa asserzione di Giuliano Dall’O’ - Professore Associato di Fisica Tecnica Ambientale presso il Dipartimento ABC del Politecnico di Milano e Presidente del Comitato Scientifico di MCE –che sono partiti i lavori del convegno. Il professore ha inoltre dichiarato: “L’Unione europea e le grandi città italiane, da Milano a Bari, passando da Torino, Genova, Venezia, Perugia, Roma e Napoli, stanno già avviando programmi e strategie di sviluppo per rendere le proprie realtà territoriali “Smart”. La strada è ormai segnata e non si può tornare indietro, perché gli edifici sono sempre più “intelligenti” e dovranno dialogare tra di loro attraverso Smart Grid in grado di gestire flussi informativi complessi. Ma non basta, Smart Area è la parola chiave del futuro energeticamente sostenibile prospettato nel 2020, ovvero intere città collegate tra loro da servizi, reti e infrastrutture per la comunicazione, informazione, gestione e ottimizzazione della qualità della vita dei cittadini che le vivranno.”

“L’edilizia Smart – ha inoltre commentato Giuliano Dall’O’, è ormai un processo già avviato. I principi dell’Architettura Bioclimatica stanno diventando i principi dell’Architettura (sfruttamento del comportamento passivo dell’edificio, guadagni diretti, serre solari, ecc.) e le fonti energetiche rinnovabili (solare termico, solare fotovoltaico, eolico, biomassa, ecc.) sono diventate le risorse energetiche da utilizzare al massimo della loro potenzialità integrate con le fonti convenzionali nel bilancio energetico dell’edificio”.

 

Vittorio Chiesa, Docente di Economia ed organizzazione aziendale presso il MIP Politecnico di Milano, ha invece sottolineato l’importanza e il futuro delle fonti rinnovabili in Italia, in termini sia di aumento dell’installazione di impianti e centrali sia in termini economici. Ogni fonte di energia rinnovabile sarà importante nello sviluppo delle smart cities: in una realtà in cui ogni edificio dialogherà con la città e la comunità in cui è inserito e ogni città dialogherà con l’hinterland circostante, ogni impianto, che sia fotovoltaico, eolico, termodinamico o per energia derivante dalle biomasse, risponderà alle esigenze di un particolare edificio o di una dedicata funzione. La sfida è la massima integrazione possibile: “Per quanto riguarda le rinnovabili elettriche il fotovoltaico, che produce 1GW all’anno, risentirà del mancato supporto degli incentivi mentre sicuramente si avrà uno sviluppo del  settore delle biomasse elettriche  per gli impianti di piccola taglia che possono utilizzare le risorse locali disponibili”, ha dichiarato Vittorio Chiesta. “Per quanto riguarda invece il mini eolico è ancora lontano da uno sviluppo concreto. Nello scenario delle rinnovabili termiche si distinguono le caldaie a pallet, che stanno già vivendo un momento molto fiorente,  destinato a proseguire, la situazione è differente per  il comparto del solare termico che dovrebbe riuscire ad avere un rilancio grazie al nuovo conto termico  mentre è in crescita il mercato delle pompe di calore che però  trova un limite nell’incertezza delle normative e nell’insoddisfazione rispetto al conto termico ritenuto  poco efficiente che limita le potenzialità di sviluppo. Per fortuna le imprese italiane registrano una forte quota di export con la quale producono il fatturato.”

TEMA TECNICO:

Efficienza energetica

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
16/07/2018

Efficienza energetica scuole, prorogata la scadenza del fondo Kyoto

Prorogata al 30 dicembre 2018 la scadenza per accedere al Fondo Kyoto per interventi di efficientamento degli istituti scolastici     Il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa rende noto che è stato posticipato di sei mesi, ovvero al 31 ...

06/07/2018

Il rifugio sul Monte Bianco efficiente e sostenibile

Installati 28 pannelli fotovoltaici sulla facciata sud del Rifugio Torino e un sistema di recupero per l'acqua piovana che hanno permesso la riduzione delle emissioni di CO2 e un miglioramento dell'efficienza energetica     E' stato realizzato ...

03/07/2018

Italia al primo posto per le politiche di efficienza energetica

Pubblicato il Rapporto ACEEE: se si vogliono raggiungere gli obiettivi di Parigi, è necessario migliorare gli sforzi in tema di efficienza energetica. La classifica dei 25 paesi più energivori     ACEEE, American Council for an ...

22/06/2018

Ok all’accordo UE per obiettivo efficienza energetica del 32,5%

Commissione europea, Consiglio Ue e Europarlamento hanno raggiunto un nuovo accordo su efficienza energetica e Governance che prevede un obiettivo di efficienza del 32,5% entro il 2030 e dello 0,8% di risparmio energetico annuo per il ...

21/06/2018

Pubblicata la direttiva EU sull’efficienza energetica

Pubblicata in GU la Direttiva UE 2018/844: entro il 2050 edifici a energia quasi zero, riduzione delle emissioni in UE dell’80-85%. Misure per la mobilità elettrica, nuovi strumenti per edifici smart     Pubblicata sulla Gazzetta ...

19/06/2018

Grazie all'Ecobonus 3,7 mld di investimenti nel 2017

L'Enea ha presentato questa mattina il 7° Rapporto Annuale sull’Efficienza Energetica: nel 2017 l’ecobonus ha mosso investimenti di oltre 3,7 miliardi di euro per la realizzazione di ...

29/05/2018

23 milioni di euro per l’efficienza energetica di edifici e impianti a Milano

Pubblicato sul sito del comune di Milano il bando per accedere ai finanziamenti per interventi di efficienza energetica degli edifici privati   Promosso dal Comune di Milano un bando che mette a disposizione dei cittadini 23 milioni di euro a fondo ...

29/05/2018

Solo 4 tecnologie per l'energia pulita sono sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi climatici

L'Agenzia internazionale per l'energia ha pubblicato una nuova analisi sulla transizione energetica che rivela che nel 2017 solo 4 delle 38 tecnologie sono state in linea con gli obiettivi climatici, accesso all'energia e inquinamento ...