IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Progetto CERtuS per il recupero di edifici pubblici a 'Energia quasi zero'

Progetto CERtuS per il recupero di edifici pubblici a 'Energia quasi zero'

Enea promotore del progetto per sviluppare interventi di riqualificazione edilizia a risparmio energetico

Il progetto europeo CERtuS - Cost Efficient Options and Financing Mechanisms for nearly Zero Energy Renovation of existing Buildings Stock, è nato con l'obiettivo di sviluppare metodi innovativi di finanziamento per interventi di recupero edilizio, in modo da ridurre il fabbisogno energetico degli edifici a livelli “quasi zero”, in linea con le indicazioni europee del "pacchetto clima-energia 20/20/20".

CERtuS di cui l’ENEA è il promotore-coordinatore, è indirizzato ai paesi dell'Europa meridionale, che a causa della crisi finanziaria in corso, affrontano maggiori difficoltà nell’investire in operazioni di risparmio energetico su larga scala. Attraverso il supporto tecnico e finanziario alle amministrazioni locali, CERtuS vuole promuovere un piano di recupero del patrimonio edilizio e architettonico di edifici pubblici comunali. 

Sono stati selezionati quattro Comuni – pilota, rappresentativi per dimensione, popolazione e patrimonio edilizio dell’area mediterranea: Messina (Italia), Alimos (Grecia), Coimbra (Portogallo) ed Errenteria (Spagna).  Questi Comuni sperimenteranno, grazie alla collaborazione di personale tecnico-scientifico e di operatori economici, l'applicazione di nuove modalità di finanziamento per riqualificare gli edifici e raggiungere livelli di consumo energetico quasi zero.

CERtuS inoltre considera gli edifici pubblici che hanno un valore storico, che costituiscono una tipologia di edifici molto diffusa nell’area del Mediterraneo, ma ancora sottovalutata dalla legislazione europea, che si occupa soprattutto delle nuove costruzioni, settore comunque non sufficiente per raggiungere gli obiettivi 20-20-20. Basti pensare che i consumi energetici totali degli edifici in Europa incidono per il 40%, e intervenire per il recupero e il restauro degli edifici storici può dare un contributo decisivo per ridurne il fabbisogno energetico.  

Il progetto CERtuS, è stato approvato dall'agenzia EACI (Agenzia esecutiva per la competitività e l'innovazione) della Commissione Europea, nell’ambito del programma IEE 2013 “Intelligent Energy Europe 2013”. 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
29/03/2017

Colpo di spugna di Trump sullambiente

Vincono le lobby delle fossili e Trump cancella il Clean Power Plan voluto da Barack Obama a favore di rinnovabili e per limitare le emissioni.     Lo aveva promesso in campagna elettorale, arrivando persino a sostenere che non esista ...

27/03/2017

Finestre e facciate energeticamente efficienti

I distanziatori “warm-edge” di SWISSPACER assicurano un importante contributo per l’efficienza energetica degli edifici e si prestano a diverse applicazioni     I distanziatori “warm-edge” di SWISSPACER, azienda ...

24/03/2017

In Europa accordo sulle etichette energetiche 2.0

Inizia la nuova era delle etichette energetiche: Database, QR code e simbolo “smart”.      Le etichette che indicano l’efficienza energetica di elettrodomestici come frigo e lavatrici, passano a una nuova versione e ...

23/03/2017

4 milioni di euro per lo sviluppo delle smart grid in Sardegna

Termina il 20 luglio il termine per la presentazione delle domande per il bando “Azioni per lo sviluppo di progetti sperimentali di reti intelligenti nei Comuni della Sardegna”     La Regione autonoma della Sardegna ha ...

22/03/2017

La Strategia Energetica Nazionale secondo ITALIA SOLARE

I suggerimenti di Italia Solare nella definizione della Strategia Energetica Nazionale per il superamento degli ostacoli alla crescita delle energie rinnovabili     In queste settimane Governo e Parlamento stanno lavorando alla definizione ...

20/03/2017

Innovazione, presente e futuro del Sistema a Cappotto

Alessandro Monaco, nuovo Coordinatore della Commissione Comunicazione del Consorzio Cortexa ci racconta come sta cambiando il mercato dei sistemi di isolamento a cappotto e gli obiettivi futuri del Consorzio     CORTEXA, Consorzio per la ...

15/03/2017

Nuova VIA per rilanciare la crescita sostenibile del paese

Il CDM ha approvato la nuova disciplina su valutazione di impatto ambientale adeguandosi così alla normativa europea: semplificazione e tempi più brevi     Il Consiglio dei ministri lo scorso 10 marzo ha approvato, su proposta del ...

15/03/2017

Tour Anit su riqualificazione involucro e comfort in edilizia

Più di 40 date per il nuovo tour itinerante Anit dedicato alle ultime novità in tema di isolamento termico e acustico.     Sarà a Brescia il 30 marzo il primo appuntamento del nuovo tour Anit, gratuito e itinerante che in ...