IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Quali misure rientrano nella proroga Eco-Bonus dal 55% al 65%

Quali misure rientrano nella proroga Eco-Bonus dal 55% al 65%

MICROSOFTWARE - BM SISTEMI

Venerdì 31 maggio il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera all’eco-bonus fiscale per le misure a favore dell’efficienza energetica in edilizia e a quello sulle ristrutturazioni edilizie in scadenza a fine giugno. La proroga è estesa per 6 mesi, fino al 31 dicembre 2013, per le famiglie e singoli cittadini, mentre viene prorogata di un anno per interventi a livello condominiale.

Dal Consiglio dei Ministri sono emerse due importanti novità:
• La prima riguarda l’eco-bonus in favore dell’efficienza energetica, che passa dal 55% fino al 65%;
• La seconda, che le agevolazioni fiscali riguardanti interventi di ristrutturazione edilizia al 50% sono estese ad arredi fissi, cucine, armadi a muro, bagni, fino ad un tetto di spesa massimo pari a € 10.000, che si andrà a sommare ai 96.000 euro di tetto massimo di spesa agevolabile.
Questo passo rappresenta un’importante misura di incentivo in un settore fortemente provato dalla crisi economica che ha perso, in questi anni, più di 550 mila addetti e ha determinato la scomparsa di migliaia di imprese del settore edilizio e relativo indotto.

Ricordiamo brevemente quali sono le misure previste dall’eco-bonus al 55%:

  • Interventi di riqualificazione energetica globale su edifici esistenti - (comma 344)
  • Interventi sugli involucri degli edifici esistenti, riguardanti strutture opache orizzontali, verticali, finestre comprensive di infissi - (comma 345)
  • Installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda - (comma 346)
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, integrale o parziale, con impianti dotati di caldaie a condensazione, con impianti con pompe di calore ad alta efficienza o con impianti geotermici a bassa entalpia - (comma 347)


Mentre, a partire dal 1° luglio 2013 le misure previste dall’eco-bonus al 65% subiscono una modifica al comma 347, che riguarderà solo interventi per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, integrale o parziale, con impianti dotati di caldaie a condensazione.

Ciascuno di questi interventi è agevolabile fino ad un tetto massimo che varia per intervento. Tuttavia, dal 1° luglio cambierà la spesa massima agevolabile, dato che la percentuale di deducibilità sale al 65%. In sintesi:

 

Altra importante novità è la seguente: dal 1 luglio 2013 non sarà più agevolabile, tramite l’eco-bonus, l’installazione di impianti di riscaldamento a pompe di calore e impianti geotermici, ne lo sarà la sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore (modifica al comma 347).

Grazie all’eco-bonus si sono attivati negli anni oltre 1 milione di interventi che hanno generato investimenti per circa 18 miliardi di euro fornendo non solo un importante sostegno al mercato dell’edilizia, ma contribuendo sensibilmente al miglioramento delle prestazioni energetiche dei nostri edifici, con tutti i benefici connessi al risparmio economico ed ambientale.

Namirial Termo è il software certificato CTI più completo e intuitivo per la certificazione energetica degli edifici, pensato per risolvere le esigenze dell'utente in termini di massima versatilità, precisione e semplicità d'uso.

Con semplici passaggi è possibile redigere una Legge 10 e stampare una relazione tecnica conforme alle indicazioni dell’allegato E del D.Lgs. 311/2006 nonché la stampa del Certificato Energetico Nazionale e Regionale, con esportazione dei dati di progetto su file .xml, ove previsto dalla normativa (ACE Emilia Romagna, ACE Lombardia, ACE Piemonte, ACE Liguria, ACE Puglia, ACE Toscana, ACE Provincia Autonoma di Trento).

Riguardo alle pratiche per l’eco-bonus 65%, Namirial Termo consente di redigere un progetto in modalità Riqualificazione energetica effettuando, in automatico, i controlli e le verifiche richieste in base al tipo di intervento scelto e la stampa degli allegati e di tutta la modulistica relativa.

L’input, sia tabellare che grafico, consente grande flessibilità nella definizione dei progetti, anche quelli più complessi. Tramite input grafico è inoltre possibile importare disegni in formato dwg, dxf, jpg ecc… Sono forniti numerosi archivi di base di tipologie disperdenti, ponti termici, strutture della norma UNI/TS 11300 per edifici esistenti e l'archivio dei soggetti che è comune con le altre applicazioni. È presente una libreria contenente centinaia di materiali che combinati tra loro vanno a comporre ulteriori tipologie utilizzabili nei calcoli. Per ciascuna tipologia disperdente è possibile effettuare il calcolo e la stampa della verifica termoigrometrica (Glaser). Il programma permette una gestione avanzata delle finestre con trasmittanza multipla e pannello opaco archiviabili nella libreria del software.

Namirial Termo importa ed esporta informazioni in comune con altri moduli della suite, come Namirial Termo Energia, Namirial Certificazione Ambientale, Namirial Acustica e altri ancora.

È inoltre disponibile il plug-in che permette lo scambio dati con Autodesk Revit in modo da progettare l'edificio direttamente in Revit e poi effettuare i calcoli in Termo una volta importati tutti i dati geometrici.

Namirial Termo è oggi lo strumento di riferimento, nel panorama nazionale, per il calcolo e la valutazione delle prestazioni energetiche degli edifici.


Fonte Edilizia Namirial

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
12/01/2017

Al via i progetti di riqualificazione dell'illuminazione pubblica in provincia di Teramo

La prima fase del progetto Paride coinvolge più di 19.400 punti luce, con un risparmio energetico medio di oltre il 65%, in sette comuni della provincia di Teramo     PARIDE è uno dei sette progetti approvati dalla ...

09/01/2017

Riqualificazione energetica degli immobili della Pubblica Amministrazione

Ministero dello Sviluppo economico e Agenzia del Demanio hanno firmato la convenzione che porterà alla riqualificazione di 63 edifici della PA   Grazie alla firma della convenzione tra Ministero dello Sviluppo Economico e Agenzia del Demanio, ...

20/12/2016

Nuovo complesso “Giardini di Trigoria” a Roma in classe energetica A

Nella realizzazione delle nuove residenze di pregio a Roma sono state scelte le murature isolanti Lecablocco     A Roma è stato realizzato, su progetto dell’architetto Riccardo Armezzani, il primo stralcio del complesso ...

07/12/2016

Linee guida per la relazione sul contenimento dei consumi energetici

Il Documento realizzato dal CNI ha l’obiettivo di facilitare il lavoro di verifica dei funzionari nell’applicazione dei DD.MM. 26/06/2015  
Il CNI – Consiglio nazionale degli ingegneri- ha pubblicato le Linee Guida per la ...

06/12/2016

Ecobonus condomini, come migliorare il testo approvato alla Camera

Le proposte di Renovate Italy per far decollare gli interventi di riqualificazione profonda degli edifici condominiali grazie alla Legge di Stabilità     La Legge di Bilancio 2017 già approvata alla Camera e ora all'esame del ...

05/12/2016

Vicini gli obiettivi UE 2020 per le rinnovabili, ma troppo lontani i traguardi del 2030

Le fonti rinnovabili continuano a crescere in Europa, ma gli Stati membri devono intensificare le proprie ambizioni sul risparmio energetico     Gli Stati membri dell'UE hanno diminuito il consumo di energia negli ultimi anni, nonostante un ...

01/12/2016

Luci e ombre del pacchetto invernale sull’energia dell’UE

La Commissione alza al 30% l’obiettivo efficienza energetica, per le rinnovabili fissato il target del 27%. Critiche le Associazioni ambientaliste     La Commissione Europea ha approvato il maxipacchetto d’inverno che comprende otto ...

29/11/2016

Il mercato delle riqualificazioni efficienti copre il 70% del settore delle costruzioni

Il CRESME prevede una crescita del comparto dell'8,8% tra il 2016 e il 2021. I dati presentati a Restructura di Torino     In occasione di Restructura, che si è conclusa a torino il 29 novembre, sono stati presentati i dati relativi al ...