IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Quali misure rientrano nella proroga Eco-Bonus dal 55% al 65%

Quali misure rientrano nella proroga Eco-Bonus dal 55% al 65%

MICROSOFTWARE - BM SISTEMI

Venerdì 31 maggio il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera all’eco-bonus fiscale per le misure a favore dell’efficienza energetica in edilizia e a quello sulle ristrutturazioni edilizie in scadenza a fine giugno. La proroga è estesa per 6 mesi, fino al 31 dicembre 2013, per le famiglie e singoli cittadini, mentre viene prorogata di un anno per interventi a livello condominiale.

Dal Consiglio dei Ministri sono emerse due importanti novità:
• La prima riguarda l’eco-bonus in favore dell’efficienza energetica, che passa dal 55% fino al 65%;
• La seconda, che le agevolazioni fiscali riguardanti interventi di ristrutturazione edilizia al 50% sono estese ad arredi fissi, cucine, armadi a muro, bagni, fino ad un tetto di spesa massimo pari a € 10.000, che si andrà a sommare ai 96.000 euro di tetto massimo di spesa agevolabile.
Questo passo rappresenta un’importante misura di incentivo in un settore fortemente provato dalla crisi economica che ha perso, in questi anni, più di 550 mila addetti e ha determinato la scomparsa di migliaia di imprese del settore edilizio e relativo indotto.

Ricordiamo brevemente quali sono le misure previste dall’eco-bonus al 55%:

  • Interventi di riqualificazione energetica globale su edifici esistenti - (comma 344)
  • Interventi sugli involucri degli edifici esistenti, riguardanti strutture opache orizzontali, verticali, finestre comprensive di infissi - (comma 345)
  • Installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda - (comma 346)
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, integrale o parziale, con impianti dotati di caldaie a condensazione, con impianti con pompe di calore ad alta efficienza o con impianti geotermici a bassa entalpia - (comma 347)


Mentre, a partire dal 1° luglio 2013 le misure previste dall’eco-bonus al 65% subiscono una modifica al comma 347, che riguarderà solo interventi per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, integrale o parziale, con impianti dotati di caldaie a condensazione.

Ciascuno di questi interventi è agevolabile fino ad un tetto massimo che varia per intervento. Tuttavia, dal 1° luglio cambierà la spesa massima agevolabile, dato che la percentuale di deducibilità sale al 65%. In sintesi:

 

Altra importante novità è la seguente: dal 1 luglio 2013 non sarà più agevolabile, tramite l’eco-bonus, l’installazione di impianti di riscaldamento a pompe di calore e impianti geotermici, ne lo sarà la sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore (modifica al comma 347).

Grazie all’eco-bonus si sono attivati negli anni oltre 1 milione di interventi che hanno generato investimenti per circa 18 miliardi di euro fornendo non solo un importante sostegno al mercato dell’edilizia, ma contribuendo sensibilmente al miglioramento delle prestazioni energetiche dei nostri edifici, con tutti i benefici connessi al risparmio economico ed ambientale.

Namirial Termo è il software certificato CTI più completo e intuitivo per la certificazione energetica degli edifici, pensato per risolvere le esigenze dell'utente in termini di massima versatilità, precisione e semplicità d'uso.

Con semplici passaggi è possibile redigere una Legge 10 e stampare una relazione tecnica conforme alle indicazioni dell’allegato E del D.Lgs. 311/2006 nonché la stampa del Certificato Energetico Nazionale e Regionale, con esportazione dei dati di progetto su file .xml, ove previsto dalla normativa (ACE Emilia Romagna, ACE Lombardia, ACE Piemonte, ACE Liguria, ACE Puglia, ACE Toscana, ACE Provincia Autonoma di Trento).

Riguardo alle pratiche per l’eco-bonus 65%, Namirial Termo consente di redigere un progetto in modalità Riqualificazione energetica effettuando, in automatico, i controlli e le verifiche richieste in base al tipo di intervento scelto e la stampa degli allegati e di tutta la modulistica relativa.

L’input, sia tabellare che grafico, consente grande flessibilità nella definizione dei progetti, anche quelli più complessi. Tramite input grafico è inoltre possibile importare disegni in formato dwg, dxf, jpg ecc… Sono forniti numerosi archivi di base di tipologie disperdenti, ponti termici, strutture della norma UNI/TS 11300 per edifici esistenti e l'archivio dei soggetti che è comune con le altre applicazioni. È presente una libreria contenente centinaia di materiali che combinati tra loro vanno a comporre ulteriori tipologie utilizzabili nei calcoli. Per ciascuna tipologia disperdente è possibile effettuare il calcolo e la stampa della verifica termoigrometrica (Glaser). Il programma permette una gestione avanzata delle finestre con trasmittanza multipla e pannello opaco archiviabili nella libreria del software.

Namirial Termo importa ed esporta informazioni in comune con altri moduli della suite, come Namirial Termo Energia, Namirial Certificazione Ambientale, Namirial Acustica e altri ancora.

È inoltre disponibile il plug-in che permette lo scambio dati con Autodesk Revit in modo da progettare l'edificio direttamente in Revit e poi effettuare i calcoli in Termo una volta importati tutti i dati geometrici.

Namirial Termo è oggi lo strumento di riferimento, nel panorama nazionale, per il calcolo e la valutazione delle prestazioni energetiche degli edifici.


Fonte Edilizia Namirial

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
18/07/2017

8 milioni in Toscana per lefficienza energetica degli edifici pubblici

Sarà pubblicato entro fine luglio un bando destinato all’efficientamento energetico di Enti locali e ASL della Toscana   Sono 8 i milioni messi a disposizione dal nuovo bando della Regione Toscana, che verrà pubblicato entro la ...

13/07/2017

Piazza Gae Aulenti: il belvedere si tinge di green

piuarch vuole un tetto verde per il Porta Nuova Building.       Con un po' di ritardo rispetto ai colleghi europei, anche la capitale meneghina da qualche tempo ripensa lo sviluppo urbanistico in altezza e senza più freni. Palazzo ...

11/07/2017

1 milione di interventi in efficienza energetica in 3 anni

Grazie agli ecobonus in 3 anni sono stati realizzati un milione di interventi per oltre 9,5 miliardi di euro di investimenti. Annunciata una task force dedicata all’efficienza energetica della PA     Enea ha presentato a Roma ...

07/07/2017

Efficienza energetica al centro delle politiche fino al 2030

Per ogni euro di spesa pubblica investito in efficienza energetica si possono generare 1,5 euro di occupazione, energia risparmiata e benefici ambientali     Presentato da Confindustria il 4 rapporto Efficienza energetica che propone una ...

06/07/2017

In Emilia 47 milioni a sostegno di innovazione ed efficienza energetica

Dal 10 luglio le imprese dell'Emilia Romagna potranno inviare le domande per accedere al fondo per startup e innovazione energetica     Sono 47 i milioni di euro messi a disposizione dalla regione Emilia Romagna per il credito ...

04/07/2017

Ecobonus tradizionale versus ecobonus condomini

E' importante la possibilità assicurata dalla Manovrina di cessione delle detrazioni agli istituti di credito per gli incapienti. Ma si può fare di più     Renovate Italy, partendo dalla possibiltà introdotta dalla ...

30/06/2017

Efficienza energetica scuole, prorogata la scadenza del fondo Kyoto

Prorogata al 30 giugno 2018 la scadenza per accedere al Fondo Kyoto per interventi di efficientamento degli istituti scolastici     Il Ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti rende noto che è stato posticipato di un anno, ovvero al 30 ...

21/06/2017

Efficienza energetica ed energia sostenibile. L'Italia c'!

La battaglia contro il cambiamento climatico si vince uniti. Efficienza energetica, revamping e rinnovabili rappresentano un’incredibile occasione di sviluppo per il nostro paese     Ad aprire i lavori di "Restart: rispetto e coscienza ...