IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Quarto conto energia: le proposte di Assosolare

Quarto conto energia: le proposte di Assosolare

L'assemblea straordinaria di Assosolare ha approvato a grande maggioranza le proposte dell'associazione riguardo al Quarto Conto Energia, vicine a quelle di altre associazioni del settore e condivise da molte altre aziende del comparto che singolarmente hanno segnalato il proprio appoggio, e con cui Assosolare auspica di poter convergere per fare fronte comune in vista della prossima approvazione del Conto Energia.
Accennando alle proposte durante la presentazione del Solar Energy Report al Politecnico di Milano, il Presidente di Assosolare Gianni Chianetta ha commentato: "È giusto che il governo pensi al fotovoltaico come una fonte che può contribuire fattivamente all'autonomia energetica di cui il Paese ha tanto bisogno. Ancora una volta portiamo l'esempio della Germania, che sta puntando all'80% da fonti rinnovabili entro il 2050. È il momento di prendere decisioni forti: auspichiamo che dal Governo venga un atto di coraggio, non solo nell'interesse degli operatori ma della politica energetica del Paese. Non si tagli l'energia pulita ma piuttosto ben altre zavorre che pesano sul Paese e sulle bollette, e che niente hanno a che fare con l'interesse degli italiani".
 
Le proposte di Assosolare per il Quarto Conto Energia
Assosolare propone di adottare per il nuovo sistema incentivante, entro e non oltre aprile 2011, le seguenti linee guida:
- Adozione di un sistema di salvaguardia dei progetti che hanno fatto affidamento sui sistemi incentivanti del secondo e terzo conto energia; indispensabile confermare per il 2011 le tariffe previste dal Terzo Conto Energia per gli impianti che siano in possesso di titolo abilitativo idoneo alla data di entrata in vigore del d.lgs n. 28/2011 o che non necessitino di titolo abilitativo, in quanto edilizia libera, e che entrino in esercizio entro il 31 dicembre 2011.
- Per tutti gli impianti che non rientrano in questo regime di salvaguardia, adozione di un sistema incentivante strutturato, in termini di criteri tecnici di riconoscimento degli incentivi analoghi a quelli del Terzo Conto Energia, e con alcuni punti cardine:
• Nessun tetto, annuale o cumulato, per tipologia o per taglia.
• Conferma del meccanismo di feed-in premium
• Dal 1° giugno 2011 e per tutto il 2011, decremento delle tariffe, per gli impianti di taglia superiore a 200 kW, del 5% rispetto a quelle previste dal Terzo Conto Energia per il 2011.
• Assegnazione degli incentivi, a partire dal 1 Gennaio 2012, a valle della dichiarazione di "fine lavori certificata". Gli adeguamenti delle tariffe a partire dall'anno 2012 e per gli anni successivi saranno in funzione del raggiungimento di scaglioni di potenza, in particolare:
A. Riduzioni delle tariffe al 1 Gennaio 2012 (rispetto a dicembre 2011): Valido per entrambe le categorie "Impianti su edifici" e "Altri impianti":
- taglia (kWp): 1 < P < 200 kWp: 8%
- taglia (kWp): P >= 200 kWp : 10%
B. Riduzioni (in %) delle tariffe per i quadrimestri successivi:
- "Impianti su Edifici" di tutte le taglie e "Altri impianti" di taglia (kWp) 1< P < 200 kWp (ii) 3% per Quadrimestre
- "Altri impianti" di taglia P >= 200 kW: 4% Quadrimestre
Potenza obiettivo per quadrimestre: 1,0 GWp. Con meccanismo autoregolatorio che prevede un'ulteriore riduzione in funzione della velocità d'installazione degli impianti e un ulteriore 2% di riduzione della tariffa (a partire dal quadrimestre successivo) da aggiungere alla riduzione già prefissata al cambio quadrimestre, se viene superato l'obiettivo di 1 GW. In caso di mancato raggiungimento di almeno i due terzi dell'obiettivo quadrimestrale non si applica la riduzione tariffaria prefissata per il quadrimestre successivo.
• Il GSE dovrà rendere pubblico con cadenza almeno quindicinale un registro degli impianti per cui è stata raggiunta la "fine lavori certificata"
• Definire forme di incentivazione che consentano il consolidamento delle aziende manifatturiere "made in Italy"
• Estendere la possibilità di adottare lo "scambio sul posto" per impianti fino ad 1 MW
• Applicare tariffe a edificio alle serre, prevedendo sistema di verifica dell'effettiva attività agricola
• Prevedere per la rimozione dell'amianto un premio di almeno 0,05 €/kWh
• Confermare per quanto non specificato lo schema del Terzo Conto Energia, confermando espressamente le incentivazioni per impianti "integrati con caratteristiche innovative" impianti "a concentrazione", impianti fotovoltaici "con innovazione tecnologica".
• Assosolare propone poi di istituire un tavolo di monitoraggio presso il Ministero dello Sviluppo Economico, partecipato da GSE e Associazioni di settore, per verificare l'applicazione del nuovo conto energia e la sostenibilità in bolletta del costo degli incentivi.
 
Per ulteriori informazioni
www.assosolare.org

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
24/03/2017

In Europa accordo sulle etichette energetiche 2.0

Inizia la nuova era delle etichette energetiche: Database, QR code e simbolo “smart”.      Le etichette che indicano l’efficienza energetica di elettrodomestici come frigo e lavatrici, passano a una nuova versione e ...

24/03/2017

Risanamento energetico edifici pubblici a Bolzano

La Giunta provinciale ha approvato il bando che mette a disposizione 12 milioni di euro  per progetti di risanamento di edifici pubblici.     La giunta provinciale di Bolzano ha approvato un nuovo bando nell'ambito del programma FESR ...

23/03/2017

4 milioni di euro per lo sviluppo delle smart grid in Sardegna

Termina il 20 luglio il termine per la presentazione delle domande per il bando “Azioni per lo sviluppo di progetti sperimentali di reti intelligenti nei Comuni della Sardegna”     La Regione autonoma della Sardegna ha ...

22/03/2017

La Strategia Energetica Nazionale secondo ITALIA SOLARE

I suggerimenti di Italia Solare nella definizione della Strategia Energetica Nazionale per il superamento degli ostacoli alla crescita delle energie rinnovabili     In queste settimane Governo e Parlamento stanno lavorando alla definizione ...

20/03/2017

300 mila euro in Lombardia per la rimozione dell'amianto da edifici pubblici

Approvato dalla Giunta regionale per il finanziamento a fondo perduto per la rimozione dell'amianto dagli uffici pubblici       L'assessore all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile della regione Lombardia Claudia Terzi in un ...

20/03/2017

Innovazione, presente e futuro del Sistema a Cappotto

Alessandro Monaco, nuovo Coordinatore della Commissione Comunicazione del Consorzio Cortexa ci racconta come sta cambiando il mercato dei sistemi di isolamento a cappotto e gli obiettivi futuri del Consorzio     CORTEXA, Consorzio per la ...

17/03/2017

L’Europarlamento approva un pacchetto ambizioso per l’economia circolare

Il parlamento europeo ha fatto approvato quattro proposte legislative che introducono nuovi obiettivi relativi al riutilizzo, il riciclaggio e lo smaltimento in discarica dei rifiuti       La proposta approvata dall'Europarlamento nella ...

17/03/2017

Proposta di legge per aumentare l'efficienza energetica nei condomini

Una proposta di legge per consentire ai condomìni di costituire un fondo di accantonamento per la realizzazione di interventi di efficienza energetica e adeguamento sismico, non ancora deliberati dall'assemblea condominiale       Lo ...