IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Rapporto IEA sulla politica energetica della UE

Rapporto IEA sulla politica energetica della UE

Analisi della politica energetica europea per raggiungere gli obiettivi Clima&Energia

IEA, International Energy Agency, ha recentemente presentato il Report Energy Policies of IEA Countries: European Union – 2014, con un’analisi delle politiche energetiche e climatiche in Europa e alcune indicazioni per il raggiungimento degli obiettivi Clima&Energia all’interno dei 29 Stati.
Se da una parte le politiche di riduzione delle emissioni e gli obiettivi al 2030 posti dall’UE sono certamente importanti, e il Rapporto conferma la leadership europea in materia di lotta al cambiamento climatico e promozione dell’efficienza energetica, l'Agenzia d’altra parte segnala che per raggiungere il target del 27% di energie rinnovabili entro il 2030, l’unione deve porsi obiettivi comunitari ben precisi. Tali obiettivi devono rafforzare il mercato energetico interno, la sicurezza energetica e la competitività industriale.
Si devono prevedere maggiori investimenti in tecnologie a basse emissioni e deve esserci un impegno a migliorare l'integrazione dei mercati dell'energia. Per la transizione verso un sistema low carbon è necessario assicurare una maggiore efficienza che preveda l’integrazione fra i mercati, che superino la divisione in mercati regionali, creando reali interconnessioni fra i vari paesi.

Per arrivare a un sistema di basse emissioni di carbonio, soprattutto in settori come quello dell'energia elettrica e dei trasporti che fanno molto affidamento sui combustibili fossili, è necessario il sostegno agli investimenti in tecnologie a basse emissioni di carbonio.

Per assicurasi la sicurezza energetica, l’UE deve ridurre la sua dipendenza da un unico fornitore, deve diversificare ulteriormente le forniture di gas e petrolio, e non può permettersi di ridurre le proprie opzioni energetiche: nucleare, carbone e gas non convenzionale e petrolio dovranno essere parte del mix energetico.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia