IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Ricavare energia dalle onde dell'oceano

Ricavare energia dalle onde dell'oceano

Si chiama WEGA (Gravitational Wave Energy Absorber), l'innovativo progetto per ricavare energia dalle onde dell'oceano.
Lanciato in Portogallo dalla società Sea For Life, con l'obiettivo di realizzare il primo prototipo dimostrativo entro il 2011, l'apparecchio consiste di una struttura a forma di gabbia ancorata al fondale oceanico con tubi di acciaio, ma che in parte emerge al di sopra della superficie del mare.
Dalla sommità della struttura pende un pesante corpo cilindrico e semisommerso, che viene mosso su una traiettoria ellittica dalla forza delle onde.
Il movimento del corpo oscillante mette in moto un cilindro idraulico, posto al suo interno, che spinge un fluido ad alta pressione attraverso un accumulatore, il quale aziona un motore idraulico che a sua volta aziona un generatore di elettricità. Per aumentare l'affidabilità del sistema e semplificare le operazioni di manutenzione il generatore è collocato al di sopra della struttura di acciaio.
A seconda delle condizioni locali, a una stessa struttura di sostegno possono essere agganciati più dispositivi WEGA. Inoltre, l'intera struttura può essere abbinata ad altri impianti per la produzione di energia, come per esempio le turbine eoliche offshore. Per progettare questo nuovo modello,
Sea For Life afferma di aver considerato praticamente tutte le principali tecniche finora proposte o utilizzate per la generazione elettrica dalle onde, analizzandone i vantaggi e soprattutto gli svantaggi, per imparare dalle esperienze più promettenti ed evitare gli errori commessi.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
18/01/2017

La rinnovabili sempre più competitive, il futuro è green!

Come le rinnovabili possono decarbonizzare il settore energetico, grazie alla diminuzione dei costi, innovazione tecnologica e politiche efficienti     Irena, l’agenzia internazionale per le energie rinnovabili, ha presentato il nuovo ...

18/01/2017

Nuove tipologie abitative a Made

Come stanno cambiando le abitudini e i comportamenti delle persone rispetto ai consumi, al lavoro, alla sostenibilità e alla casa? Scopriamolo a Milano dall'8 all'11 marzo 2017.   MADE expo, una delle più importanti manifestazioni ...

17/01/2017

Dalla diffusione della micro-cogenerazione benefici economici e ambientali

Uno studio pubblicato dalla società Althesys analizza i benefici a livello economico, di risparmio energetico e diminuzione delle emissioni in ambiente che deriverebbero dalla crescita della microcogenerazione       La ...

17/01/2017

Lo smog soffoca le città italiane

L'ultimo Report di Legambiente lancia l'allarme, sono 32 le città in cui è stata superata la soglia di polveri sottili consentita dalla legge. Serve un piano nazionale che aiuti gli amministratori a intervenire ...

05/01/2017

Crescono le rinnovabili, diminuisce la dipendenza energetica

L'Istat ha pubblicato l'edizione 2016 dell’Annuario statistico italiano che traccia una fotografia dei principali settori in Italia, tra cui ambiente ed energia.     L’Istat ha pubblicato l’edizione 2016 dell’Annuario ...

23/12/2016

Nei primi 9 mesi del 2016 fotovoltaico ed eolico coprono il 14% della domanda di energia

Raggiunto da gennaio a settembre il massimo storico di produzione da eolico e solare, mentre calano in contemporanea le emissioni di CO2 e i consumi energetici     L'Enea ha pubblicato il Bollettino del Sistema Energetico Italiano dedicato al ...

23/12/2016

Progetto #greenlight, per l'efficienza energetica nelle gallerie

Investimento da 155 milioni di euro per il risparmio energetico nelle Gallerie gestite da Anas e l'aumento della sicurezza       Illuminazione efficiente, risparmio energetico e aumento della sicurezza nelle Gallerie della rete stradale di ...

23/12/2016

Via libera al piano energetico delle Marche che spinge sulle rinnovabili

Obiettivo del piano è la diminuzione del consumo regionale di energia del 20% e di portare al 25.8% il contributo delle energie rinnovabili     Il Consiglio regionale delle Marche ha approvato Piano Energetico Ambientale Regionale (PEAR ...