IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Rinnovabili e sistemi di accumulo per trasformare Pantelleria in “Smart Island”

Rinnovabili e sistemi di accumulo per trasformare Pantelleria in “Smart Island”

Firmato un accordo tra Comune di Pantelleria, S.Med.E. e Terna Plus per portare le rinnovabili al 30% del totale dei consumi

 

Nell’ambito del progetto promosso da Terna per l’ammodernamento efficiente e smart delle le isole non connesse alla rete elettrica nazionale, è stato firmato un accordo con il Comune di Pantelleria e S.Med.E Pantelleria, l’impresa che produce e distribuisce l’energia elettrica sull’isola.

Terna Plus svilupperà il progetto specifico per l’isola siciliana "Pantelleria Smart Island”, per lo sviluppo di soluzioni integrate di energie rinnovabili e sistemi di accumulo.


Verranno proposte soluzioni per lo sviluppo di impianti per la produzione di elettricità da fonti rinnovabili, batterie per l’accumulo dell’energia, un nuovo sistema per la mobilità elettrica, interventi per una maggior efficienza energetica e riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera.

I progetti realizzati garantiranno che Pantelleria possa diventare un esempio di isola sostenibile e che utilizza tecnologie pulite all’avanguardia, diminuendo l’utilizzo delle fossili, con ricadute positive per il cittadino, l’ambiente, il turismo e la qualità della vita, grazie alle soluzioni previste.

 

Il comune di Pantelleria è autosufficiente dal punto di vista della produzione e della distribuzione dell’energia elettrica ma utilizza le fonti fossili per la quasi totalità del fabbisogno elettrico, con una produzione pari a circa 44mila MWh annuali. La generazione di energia da fonti rinnovabili è invece ancora molto limitata, nonostante il territorio presenti interessanti potenzialità di sviluppo e sfruttamento: da qui la possibilità di integrare progressivamente quella tradizionale con l’energia da fonti rinnovabili, con l’obiettivo di portare queste ultime a una quota di circa il 30% del totale.

 

Le soluzioni proposte non impatteranno con l’ambiente e cercheranno anzi di minimizzare l’interferenza con le zone di pregio ambientale, naturalistico e archeologico.
Terna Plus in particolare progetterà una serie di interventi, tra cui la realizzazione di impianti fotovoltaici diffusi, impianti solari termici per la produzione di acqua calda, impianti mini-eolici e sistemi di accumulo dell’energia, considerando come prioritarie per l’installazione le aree industriali e quelle degradate o da recuperare. Verranno promosse azioni specifiche per aumentare l’efficienza energetica, diminuendo le emissioni di CO2 grazie anche all’utilizzo di sistemi di recupero dei gas e dei fumi prodotti e/o modifica degli impianti di produzione esistenti.
E’ prevista inoltre un‘azione a sostegno della mobilità elettrica che prevede anche la realizzazione di colonnine per la ricarica.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
22/09/2017

Osservatorio edifici NZEB in Italia

Promosso dall'Enea un portale dedicato al monitoraggio nel nostro paese della realizzazione degli edifici NZEB, obbligatori per legge dal 2021
  Considerando che il decreto legislativo 192/05 chiede che prima del 2021, tutti gli edifici nuovi o ...

21/09/2017

A Case di Luce l'oscar italiano dell'efficienza energetica

Il più grande edificio in Europa costruito in Natural Beton e Biomattone ha vinto il premio CasaClima Awards per le caratteristiche di ecosostenibilità, efficienza e comfort abitativo     Case di ...

20/09/2017

Il cambiamento climatico, killer silenzioso

Secondo uno Studio entro il 2100 in Europa potrebbero esserci circa 152.000 decessi dovuti al cambiamento climatico       Che il cambiamento climatico porti con sé eventi estremi, problemi ambientali e danni sempre più gravi ...

19/09/2017

Se l’edilizia è sostenibile si fa bene all’ambiente e la casa aumenta valore

E’ sempre più conveniente investire nell’edilizia sostenibile, a fronte di una spesa iniziale maggiore si avranno incrementi di valore dell’abitazione, canoni più alti e tempi di vendita ridotti     Scenari ...

18/09/2017

Presente e futuro delle FER secondo Anie Rinnovabili

Il Presidente di Anie Rinnovabili Alberto Pinori ha raccontato quali sono gli impegni principali che l'Associazione vuole portare avanti: bonus per sostituzione amianto con fotovoltaico, bandi regionali per l'accumulo, liquidazione volontaria per i 180mila ...

15/09/2017

Edifici NZEB ed edilizia sostenibile

Tutto pronto per la seconda edizione di ComoCasaClima powered by Klimahouse, a Lario Fiere dal 10 al 12 novembre, focalizzata sui costruzioni sostenibili, riqualificazioni efficienti ed edifici NZEB in Lombardia     Il settore ...

15/09/2017

Rapporto Ecomafia 2017: inquinamento ambientale, abusivismo edilizio secondo Legambiente

L’abusivismo edilizio diminuisce ma non abbastanza: a due anni dalle leggi contro gli ecoreati sono ancora 17mila i nuovi edifici costruiti senza regolamentazione     I dossier di Legambiente sono la cartina tornasole della situazione ...

14/09/2017

+18% le installazioni di rinnovabili in Italia da gennaio-agosto

Pubblicato l'osservatorio Anie Rinnovabili, ad Agosto 2017 la nuova potenza di fotovoltaico a 291 MW, + 14% rispetto all'anno precedente     Anie Rinnovabili ha pubblicato il consueto Rapporto mensile realizzato su dati Terna, che conferma ...