IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Rinnovare gli impianti per risparmiare dal 20 al 30%, inquinando di meno e con più sicurezza

Rinnovare gli impianti per risparmiare dal 20 al 30%, inquinando di meno e con più sicurezza

IMMERGAS

I vantaggi delle caldaie a condensazione spiegati da Alberto Montanini a 'Mi Manda Rai 3'

Nonostante l’Italia sia il secondo paese europeo produttore di caldaie ed il primo per i nuovi generatori a condensazione, che garantiscono un consistente risparmio energetico e una migliore sostenibilità ambientale, sette caldaie domestiche su dieci - sul totale di quelle vendute nel mercato domestico - sono ancora tradizionali.

È partendo da questo dato che Alberto Montanini, Direttore Normative e Rapporti Associativi Immergas, Presidente Assotermica e Vice Presidente Federcostruzioni ha spiegato, nel corso della trasmissione “Mi manda RAI 3”, i tanti miglioramenti legati all’entrata in vigore, dal 26 settembre 2015, delle nuove misure Ecodesign ed Etichettatura Energetica per gli apparecchi di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria.

“In Italia - ha commentato Alberto Montani - ci sono più di 19 milioni di impianti installati e si vendono circa 850 mila caldaie l’anno, di cui meno del 30% sono a condensazione; nel Regno Unito il 90% delle vendite di caldaie è della fascia più alta, cioè a condensazione. Seguono Germania, Francia e Olanda”. Il passaggio alla condensazione in Italia rappresenta un cambiamento epocale che impegnerà consumatori e installatori per diversi anni. Una caldaia a condensazione può arrivare a costare sino al 50% in più di una tradizionale, ma può portare a risparmi di circa il 20/30% dei consumi per il riscaldamento, garantendo al contempo una maggiore sicurezza. Il riscaldamento, è bene ricordarlo, insieme alla produzione di acqua calda sanitaria, rappresenta circa l’80% dei consumi di un’abitazione”.

Per quanto concerne i cambiamenti legati alle norme ErP (Energy related Products)/Labelling, Montanini ha sottolineato: “Sarà tutto più semplice anche per i consumatori in quanto vi è l’obbligo di accompagnare i prodotti con un’etichetta energetica, per una chiara e immediata indicazione delle prestazioni energetiche degli apparecchi, e sono previsti nuovi limiti sui requisiti prestazionali minimi, quali l’efficienza energetica stagionale, le emissioni, la potenza sonora e le informazioni tecniche da fornire. L’attuale formulazione delle norme ErP - ha concluso Alberto Montanini - spingerà decisamente verso l'adozione di tecnologie ad alta efficienza, quali le caldaie a condensazione e gli apparecchi ibridi“.

Alberto Montanini con la conduttrice Elsa Di Gati

TEMA TECNICO:

Efficienza energetica

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
12/01/2017

Al via i progetti di riqualificazione dell'illuminazione pubblica in provincia di Teramo

La prima fase del progetto Paride coinvolge più di 19.400 punti luce, con un risparmio energetico medio di oltre il 65%, in sette comuni della provincia di Teramo     PARIDE è uno dei sette progetti approvati dalla ...

09/01/2017

Riqualificazione energetica degli immobili della Pubblica Amministrazione

Ministero dello Sviluppo economico e Agenzia del Demanio hanno firmato la convenzione che porterà alla riqualificazione di 63 edifici della PA   Grazie alla firma della convenzione tra Ministero dello Sviluppo Economico e Agenzia del Demanio, ...

20/12/2016

Nuovo complesso “Giardini di Trigoria” a Roma in classe energetica A

Nella realizzazione delle nuove residenze di pregio a Roma sono state scelte le murature isolanti Lecablocco     A Roma è stato realizzato, su progetto dell’architetto Riccardo Armezzani, il primo stralcio del complesso ...

07/12/2016

Linee guida per la relazione sul contenimento dei consumi energetici

Il Documento realizzato dal CNI ha l’obiettivo di facilitare il lavoro di verifica dei funzionari nell’applicazione dei DD.MM. 26/06/2015  
Il CNI – Consiglio nazionale degli ingegneri- ha pubblicato le Linee Guida per la ...

05/12/2016

Vicini gli obiettivi UE 2020 per le rinnovabili, ma troppo lontani i traguardi del 2030

Le fonti rinnovabili continuano a crescere in Europa, ma gli Stati membri devono intensificare le proprie ambizioni sul risparmio energetico     Gli Stati membri dell'UE hanno diminuito il consumo di energia negli ultimi anni, nonostante un ...

01/12/2016

Luci e ombre del pacchetto invernale sull’energia dell’UE

La Commissione alza al 30% l’obiettivo efficienza energetica, per le rinnovabili fissato il target del 27%. Critiche le Associazioni ambientaliste     La Commissione Europea ha approvato il maxipacchetto d’inverno che comprende otto ...

29/11/2016

Il mercato delle riqualificazioni efficienti copre il 70% del settore delle costruzioni

Il CRESME prevede una crescita del comparto dell'8,8% tra il 2016 e il 2021. I dati presentati a Restructura di Torino     In occasione di Restructura, che si è conclusa a torino il 29 novembre, sono stati presentati i dati relativi al ...

25/11/2016

Riqualificazione energetica di 18 edifici dell’area metropolitana di Torino

Saranno realizzati interventi per l'isolamento termico delle pareti esterne e dei tetti degli edifici, la sostituzione degli infissi e l’installazione di impianti fotovoltaici abbinati a pompe di calore     Città metropolitana di ...