IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Salva-Alcoa, allacciati alla rete oltre 3.724 MW

Salva-Alcoa, allacciati alla rete oltre 3.724 MW

Il Gestore dei servizi energetici ha reso noti i dati relativi agli effetti del cosiddetto decreto Salva Alcoa che estendeva le tariffe del secondo conto energia anche agli impianti ultimati nel 2010 ma allacciati entro il 30 giugno 2011. 
Alla scadenza del periodo utile per usufruire dei benefici della Legge 129/10, il cui Articolo 2 sexties sancisce che "le tariffe incentivanti previste nel 2010 dal Nuovo Conto Energia sono riconosciute a tutti gli impianti che hanno concluso i lavori di installazione elettrici e strutturali entro il 31 Dicembre 2010 ed hanno ottenuto l'allacciamento alla rete entro il 30 Giugno 2011" è stata comunicata al GSE l'entrata in esercizio di oltre 56.000 impianti, corrispondenti ad una potenza complessiva superiore a 3.700 MW, per i quali è stato richiesto l'accesso alle tariffe incentivanti ai sensi di quanto previsto dal Decreto interministeriale del 19/02/07 (Secondo Conto Energia) .
Dai dati emerge che il Veneto con più di 8.000 impianti (circa il 17% del totale), è la regione che ha fatto registrare il maggior numero di installazioni, seguita da Lombardia (7.810 impianti) ed Emilia-Romagna (5.829). E' invece la Puglia l'area con il maggior numero di MW prodotti per i quali è stato richiesto l'accesso alle tariffe incentivanti ai sensi di quanto previsto dal Secondo Conto Energia: 736, contro i 405 della Lombardia e i 378 del Piemonte.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia