IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Secondo Moody's Italia e Spagna i paesi più a rischio per investimenti in rinnovabili

Secondo Moody's Italia e Spagna i paesi più a rischio per investimenti in rinnovabili

I provvedimenti retroattivi causano incertezza e rischi e gli investitori vanno altrove

L'influente agenzia di rating ha presentato ieri il report “Project Finance” dedicato agli investimenti nelle rinnovabili, da cui emerge che Spagna e Italia pagano il prezzo di incertezze politiche e provvedimenti retroattivi, che rappresentano un alto fattore di rischio per gli investitori. Basti pensare allo spalma-incentivi, peraltro giudicato incostituzionale dal Tar del Lazio, per spiegare l'analisi di Moody.  
Al contrario paesi come Francia, Germania e Regno Unito si caratterizzano per la stabilità delle regolamentazioni e difficilmente ci saranno interventi retroattivi che potranno allontanare gli investitori. 

Christopher Bredholt, Moody Vice President - senior Analyst e autore principale del rapporto sottolinea: "In Spagna, il governo ha più volte deliberato provvedimenti negativi che hanno colpito gli impianti esistenti, al fine di eliminare un deficit dei ricavi del sistema elettrico rispetto ai suoi costi. Ciò ha permesso di frenare il gap senza aumentare in modo significativo i prezzi dell'energia elettrica per l'utente finale, una scelta politicamente sgradevole in un momento di alta disoccupazione".

Considerando che i paesi dell'Unione Europea devono raggiungere precisi obiettivi entro il 2020, i governi sovvenzionano le energie rinnovabili per garantire che tali traguardi siano raggiunti. Secondo Moody i paesi più a rischio sono quelli in cui i sussidi alle rinnovabili hanno un peso significativo sulle bollette e dove il sostegno politico e dell’opinione pubblica sui temi green è basso, con Governi riluttanti ad appesantire gli utenti finali con i costi delle rinnovabili.

Altri fattori a rischio evidenziati da Moody's sono i limiti alla produzione incentivabile, le nuove tasse, l'eliminazione di sgravi fiscali e i tagli retroattivi agli incentivi. 

Christopher Bredholt ha aggiunto: "E importante notare che il regime normativo è solo un elemento del profilo di rischio di credito, e può essere mitigato da diversi fattori, tra cui un valido approccio alla gestione del rischio operativo e forti caratteristiche strutturali di finanza di progetto".

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
13/12/2017

Il camino solare: caratteristiche e funzionamento

Ottimizzare il riscaldamento domestico è possibile grazie al camino solare che garantisce comfort termico e risparmi in bolletta     Le rigide temperature invernali impongono di stare sicuri e al caldo nelle nostre case, magari avvolti ...

13/12/2017

Le vecchie pale eoliche si trasformano in oggetti di design!

Un progetto europeo che porta a nuova vita le pale eoliche in via di dismissione nel pieno rispetto dell'economia circolare, con l'obiettivo che le risorse rimangano all'interno del sistema economico, generando nuovo valore.       Il ...

11/12/2017

Una banca dati per monitorare le politiche di efficienza energetica

IEA ha realizzato un database utilizzando una serie di indicatori per misurare l'efficienza energetica nei vari paesi nei settori residenziale, trasporti, servizi e industria manifatturiera    Per monitorare l'efficacia delle politiche di ...

06/12/2017

Allarme siccità dal CNR, mai come nel 2017

Il 2017 è stato l'anno più secco dal 1800 e il 4° più caldo, con temperature di +1.3°C al di sopra della media. I dati del Consiglio Nazionale delle Ricerche        L'anno meteorologico va da ...

06/12/2017

Nella SEN priorità a efficienza energetica

Daniela Petrone, Vice Presidente ANIT, ci propone un'interessante analisi della SEN, considerando obiettivi e priorità di azione mirati al 2030, con particolare riguardo ai temi dell'efficienza energetica     La Strategia Energetica ...

05/12/2017

Le nuove opportunità di crescita di Centrica Business Solutions

ENER-G si trasforma in Centrica Business Solutions mantenendo lo stesso servizio di eccellenza e le medesime competenze e soluzioni energetiche già presenti oggi sul mercato       In occasione ...

04/12/2017

Legge di Bilancio 2018, emendamenti approvati dal Senato per l'edilizia

Si è concluso l'esame in Senato del testo finale della legge di bilancio 2018. Per i condomini la soglia di detrazione prevista per ogni inquilino sale a 40.000 euro     Il Senato nella seduta del 30 novembre ha dato il via ...

01/12/2017

Condominio PIÚ, risparmio dalla riqualificazione degli edifici esistenti

Convenienza economica e risparmio garantito grazie al sistema di Riqualificazione Energetica dei condomini esistenti promosso da RETE IRENEe Legambiente        RETE IRENE propone, in collaborazione con Legambiente Lombardia, la ...