IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Si dimette Federica Guidi travolta da scandalo petrolio

Si dimette Federica Guidi travolta da scandalo petrolio

Intercettata mentre rassicura il compagno Gianluca Gemelli sull'approvazione di un emendamento favorevole all'impianto in Basilicata

Sullo sfondo del referendum antitrivelle del 17 aprile uno scandalo ha colpito il Governo e ha portato alle dimissioni del ministro delle Sviluppo Economico Federica Guidi, per le intercettazioni relative all’emendamento passato in Legge di Stabilità a favore dell’impianto petrolifero di Tempa Rossa in Basilicata e alla necessità di smaltire il petrolio a Taranto.

 

Il sito per lo sfruttamento del giacimento, su cui è attiva la Total, si estende nel territorio di vari comuni, e a regime avrà una capacità produttiva giornaliera di circa 50.000 barili di petrolio.

 

Il Premier Renzi non ha mai nascosto di considerare il progetto strategico per l’Italia, nonostante la posizione contraria delle associazioni ambientaliste che temono gli impatti sull’inquinamento e del comune di Taranto che nel piano regolatore portuale ha vietato le opere nella raffineria Eni.

I passaggi politici

Nel corso di una lunga notte durante l’approvazione dello Sblocca Italia l’emendamento del MISE, che rendeva strategico il progetto Tempa Rossa, viene ritirato e dichiarato inammissibile, ma uscito dalla porta rientra dalla finestra e nella Legge di Stabilità viene inserita una norma ad hoc per sbloccare il progetto che viene approvata con la fiducia.

Nelle intercettazioni pubblicate la ministra Guidi, informa in una telefonata al compagno Gianluca Gemelli, che ha degli interessi nel progetto, che l’emendamento è stato approvato, e “se è d’accordo Maria Elena” passerà al Senato. A sua volta Gemelli scrive un messaggio al dirigente della Total per rassicurarlo che Tempa Rossa sia stata inserita come emendamento del Governo nella Legge di Stabilità.  

Se Federica Guidi si è dimessa, si apre il capitolo dedicato al ministro delle Riforme Boschi coinvolta dalle intercettazioni, che dopo lo scandalo per la banca Etruria è nuovamente nel mirino delle opposizioni, perché a quanto pare d'accordo a inserire l'emendamento in legge di Stabilità, ma che per il momento prende le distanze dalle polemiche e si dice estranea ai fatti. 

Il Premier Matteo Renzi ha intanto  assunto ad interim la carica di Ministro dello Sviluppo Economico.

 

L’impressione che il Governo appoggi le grosse compagnie petrolifere è sempre più forte e più chiaro l'invito di Renzi a non andare a votare il 17 aprile. E sempre più forte è il nostro sostegno al referndum anti trivelle che vi invitiamo a non saltare, votando SI' per dare un segnale chiaro al Governo che si possa e debba puntare sulle rinnovabili.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
29/03/2017

Colpo di spugna di Trump sullambiente

Vincono le lobby delle fossili e Trump cancella il Clean Power Plan voluto da Barack Obama a favore di rinnovabili e per limitare le emissioni.     Lo aveva promesso in campagna elettorale, arrivando persino a sostenere che non esista ...

27/03/2017

Finestre e facciate energeticamente efficienti

I distanziatori “warm-edge” di SWISSPACER assicurano un importante contributo per l’efficienza energetica degli edifici e si prestano a diverse applicazioni     I distanziatori “warm-edge” di SWISSPACER, azienda ...

24/03/2017

In Europa accordo sulle etichette energetiche 2.0

Inizia la nuova era delle etichette energetiche: Database, QR code e simbolo “smart”.      Le etichette che indicano l’efficienza energetica di elettrodomestici come frigo e lavatrici, passano a una nuova versione e ...

23/03/2017

4 milioni di euro per lo sviluppo delle smart grid in Sardegna

Termina il 20 luglio il termine per la presentazione delle domande per il bando “Azioni per lo sviluppo di progetti sperimentali di reti intelligenti nei Comuni della Sardegna”     La Regione autonoma della Sardegna ha ...

22/03/2017

La Strategia Energetica Nazionale secondo ITALIA SOLARE

I suggerimenti di Italia Solare nella definizione della Strategia Energetica Nazionale per il superamento degli ostacoli alla crescita delle energie rinnovabili     In queste settimane Governo e Parlamento stanno lavorando alla definizione ...

20/03/2017

Innovazione, presente e futuro del Sistema a Cappotto

Alessandro Monaco, nuovo Coordinatore della Commissione Comunicazione del Consorzio Cortexa ci racconta come sta cambiando il mercato dei sistemi di isolamento a cappotto e gli obiettivi futuri del Consorzio     CORTEXA, Consorzio per la ...

15/03/2017

Nuova VIA per rilanciare la crescita sostenibile del paese

Il CDM ha approvato la nuova disciplina su valutazione di impatto ambientale adeguandosi così alla normativa europea: semplificazione e tempi più brevi     Il Consiglio dei ministri lo scorso 10 marzo ha approvato, su proposta del ...

15/03/2017

Tour Anit su riqualificazione involucro e comfort in edilizia

Più di 40 date per il nuovo tour itinerante Anit dedicato alle ultime novità in tema di isolamento termico e acustico.     Sarà a Brescia il 30 marzo il primo appuntamento del nuovo tour Anit, gratuito e itinerante che in ...