IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Si dimette Federica Guidi travolta da scandalo petrolio

Si dimette Federica Guidi travolta da scandalo petrolio

Intercettata mentre rassicura il compagno Gianluca Gemelli sull'approvazione di un emendamento favorevole all'impianto in Basilicata

Sullo sfondo del referendum antitrivelle del 17 aprile uno scandalo ha colpito il Governo e ha portato alle dimissioni del ministro delle Sviluppo Economico Federica Guidi, per le intercettazioni relative all’emendamento passato in Legge di Stabilità a favore dell’impianto petrolifero di Tempa Rossa in Basilicata e alla necessità di smaltire il petrolio a Taranto.

 

Il sito per lo sfruttamento del giacimento, su cui è attiva la Total, si estende nel territorio di vari comuni, e a regime avrà una capacità produttiva giornaliera di circa 50.000 barili di petrolio.

 

Il Premier Renzi non ha mai nascosto di considerare il progetto strategico per l’Italia, nonostante la posizione contraria delle associazioni ambientaliste che temono gli impatti sull’inquinamento e del comune di Taranto che nel piano regolatore portuale ha vietato le opere nella raffineria Eni.

I passaggi politici

Nel corso di una lunga notte durante l’approvazione dello Sblocca Italia l’emendamento del MISE, che rendeva strategico il progetto Tempa Rossa, viene ritirato e dichiarato inammissibile, ma uscito dalla porta rientra dalla finestra e nella Legge di Stabilità viene inserita una norma ad hoc per sbloccare il progetto che viene approvata con la fiducia.

Nelle intercettazioni pubblicate la ministra Guidi, informa in una telefonata al compagno Gianluca Gemelli, che ha degli interessi nel progetto, che l’emendamento è stato approvato, e “se è d’accordo Maria Elena” passerà al Senato. A sua volta Gemelli scrive un messaggio al dirigente della Total per rassicurarlo che Tempa Rossa sia stata inserita come emendamento del Governo nella Legge di Stabilità.  

Se Federica Guidi si è dimessa, si apre il capitolo dedicato al ministro delle Riforme Boschi coinvolta dalle intercettazioni, che dopo lo scandalo per la banca Etruria è nuovamente nel mirino delle opposizioni, perché a quanto pare d'accordo a inserire l'emendamento in legge di Stabilità, ma che per il momento prende le distanze dalle polemiche e si dice estranea ai fatti. 

Il Premier Matteo Renzi ha intanto  assunto ad interim la carica di Ministro dello Sviluppo Economico.

 

L’impressione che il Governo appoggi le grosse compagnie petrolifere è sempre più forte e più chiaro l'invito di Renzi a non andare a votare il 17 aprile. E sempre più forte è il nostro sostegno al referndum anti trivelle che vi invitiamo a non saltare, votando SI' per dare un segnale chiaro al Governo che si possa e debba puntare sulle rinnovabili.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
25/07/2017

Allarme Assoclima per il mercato delle pompe di calore

L'improvviso aumento dei prezzi di alcuni gas refrigeranti HFC utilizzati per il funzionamento di climatizzatori e pompe di calore rischia di mettere in ginocchio il settore     L’industria dei sistemi di climatizzazione da molto tempo si ...

25/07/2017

Eindhoven raccoglie la sfida della sostenibilit con Nieuw Bergen

Il progetto di tetti verdi e giardini tascabili di MRVD e SDK      Eindhoven non perde un colpo in fatto di sostenibilità. Nieuw Bergen è il nome del progetto ipermoderno che ridisegna un'area di 29.000 metri ...

24/07/2017

Partnership per progetti di eco-innovazione ed efficienza

ENEA ed Environment Park hanno firmato un protocollo d'intesa con l'obiettivo di realizzare iniziative congiunte a sostegno di energia, ambiente ed efficienza energetica      I Presidenti dell’ENEA Federico Testa e di Environment ...

21/07/2017

Record Costa Rica con il 99,35% di elettricit da fonti rinnovabili

Nei primi 6 mesi del 2017 in Costa Rica il fabbisogno energetico è stato soddisfatto quasi esclusivamente dalle fonti rinnovabili.     Il Costa Rica, paese dell'America Centrale situato tra Nicaragua e Panama, da ormai parecchio tempo ...

20/07/2017

Per cedere le detrazioni fiscali c la piattaforma Creditswap

I benefici energetici e fiscali aumentano se si pianificano interventi più incisivi di riqualificazione. La piattaforma Harley&Dikkinson per ottimizzare l'incontro fra domanda e offerta        La Legge di Bilancio 2017 ...

20/07/2017

Tour Marachre, per una banlieue a filiera corta

A pochi chilometri da Parigi l'innovativa doppia fattoria verticale autosufficiente dal punto di vista energetico.     E’ il 2015 quando a Parigi si firma l’accordo COP 21 sulla riduzione del surriscaldamento globale. Se da ...

19/07/2017

Eco materiali per edifici pi efficienti e sani

Un progetto europeo mostra il potenziale ancora non sfruttato dei materiali ecologici naturali per migliorare la qualità interna degli ambienti     Il tema dell’efficienza energetica degli edifici è prioritario nelle ...

18/07/2017

Nuovo skyline per Lodi con Torre Zucchetti

L'ormai ex Pirellino rinasce più eco-friendly che mai     In occasione della tanto attesa inaugurazione, si torna a parlare di Torre Zucchetti, la nuova futuristica impresa di Marco Visconti. Realizzato con la collaborazione di MAP ...