IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Solarexpo 2014, le opportunitÓ per le imprese del FV oltre i confini nazionali

Solarexpo 2014, le opportunitÓ per le imprese del FV oltre i confini nazionali

Ricco programma di convegni per Solarexpo 2014

Appuntamento dal 7 al 9 maggio a Milano per la 15° edizione di Solarexpo – The Innovation Cloud, mostra-convegno internazionale a carattere multi-tecnologico dedicata all’integrazione delle tecnologie energetiche low carbon per edifici, reti e città intelligenti, che quest’anno si presenta con un programma di eventi, convegni, workshop e corsi formativi particolarmente ricco.  

Saranno infatti 44 i convegni e i workshop organizzati nell’ambito dell’evento espositivo, di cui 28 dedicati all’energia solare: a partire dal fotovoltaico, con le sue novità economiche e normative della fase post-incentivi, O&M “evoluta” del parco installato, nuovi business model in grid parity (grazie anche al recente strumento dei SEU) e della combinazione impiantistica con le pompe di calore. Spazio anche alla filiera del solare termodinamico e al suo possibile sviluppo sui mercati esteri.

Si affronteranno le tematiche tecnologiche delle smart grid e dell’energy storage anche con la presentazione di una nuova generazione di prodotti integrati inverter-accumulo, tecnologie sempre più urgenti per accelerare la generazione distribuita e l’autoconsumo.

Tra le diverse iniziative in programma ci sarà la seconda edizione dell’evento speciale Internationalization Hot Spot pensato, in un momento in cui il mercato italiano delle energie pulite è in fase di riposizionamento, per favorire l’accesso degli operatori italiani ai mercati emergenti del solare e delle altre energie rinnovabili.
Si tratta di una piattaforma che permette un confronto diretto tra le imprese italiane e una rappresentanza qualificata degli attori istituzionali, associativi, finanziari e imprenditoriali del solare e delle altre tecnologie green a livello internazionale. Molti sono i mercati veramente promettenti, ma sui quali non si può improvvisare. Ogni mercato infatti ha i suoi pro e i suoi contro. Quelli europei ad esempio sono più accessibili per gli italiani, sia per ragioni culturali che di stabilità del framework normativo e regolatorio, ma il loro potenziale di sviluppo non è certo paragonabile a quelli dei mercati emergenti dove consumo di energia e installazioni crescono a tassi annui a doppia cifra, ma con fattori di rischio non indifferenti.

  
Scarica il programma completo dei convegni

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia