IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Info dalle aziende > Sistema di monitoraggio delle opere d'arte testo 160

Sistema di monitoraggio delle opere d'arte testo 160

TESTO

20/09/2017

testo 160 è il nuovo sistema di monitoraggio pensato per musei e archivi, dal design minimalista e ottime prestazioni di controllo

 

 Sistema per il monitoraggio delle opere d'arte testo 160

 

Testo presenta un nuovo strumento, testo 160, che permette di controllare le condizioni climatiche delle opere esposte nei musei e pensato per il monitoraggio degli archivi.


Forse non tutti sanno che anche le opere d’arte devono essere monitorate e per non rovinarsi e non perdere valore, devono essere tenute in condizioni climatiche, oltre che di illuminazione, costanti, sia a livello di temperatura che di umidità, durante l’esposizione e la conservazione.

 

testo 160 si caratterizza per il design minimale e assicura ottime prestazioni, mantenendo inalterato il valore dell’opera d’arte.
Il prodotto infatti misura, sorveglia e documenta temperatura, umidità, illuminamento, radiazioni UV, concentrazione di CO2 e pressione atmosferica senza interruzioni, in maniera molto precisa e in modo automatico.

 

testo 160 per il monitoraggio della temperatura per le opere d'arte nei museiE’ inoltre molto semplice l’accesso alla relativa documentazione. I data logger sviluppati da Testo trasmettono i valori di misura grazie alla rete WiFi direttamente all’archivio online: il Testo Cloud. I dati possono dunque essere consultati ovunque ci si trovi tramite una semplice connessione internet, senza che sia necessario l’installazione di alcun software.

 

Nel caso in cui vengano superate le soglie minime o massime impostate viene inviato un allarme via SMS e/o e-mail. Per l’illuminamento è possibile l’invio di un allarme, anche quando la quantità di energia luminosa accumulata in un giorno, una settimana o un mese supera una delle soglie impostate.

 

I data logger si integrano con discrezione negli ambienti museali e negli archivi, adattandosi nei diversi ambienti grazie alla cover decorativa opzionale e che a seconda dello sfondo dell’ambiente, può essere disegnata, ricoperta con adesivi o verniciata.

 

I data logger dispongono di sensori interni e/o esterni particolarmente adatti, grazie alla loro forma e dimensioni, per monitorare piccole vetrine nelle quali, anche per questioni estetiche, non può essere integrato un data logger di tipo tradizionale.

Richiedi informazioni su Sistema di monitoraggio delle opere d'arte testo 160

Consiglia questo comunicato ai tuoi amici

Questo articolo è inerente le seguenti categorie
RISPARMIO ENERGETICO
Linee prodotto di TESTO