IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Tetto agli incentivi? Non serve per il Solare Termodinamico

Tetto agli incentivi? Non serve per il Solare Termodinamico

"Gli emendamenti per gli incentivi al solare termodinamico inseriti nella bozza di decreto sono apprezzabili, ma di fatto non utilizzabili per scarsità del tetto incentivabile (circa 160 MW) e per la prevista decurtazione dell'incentivo prima che un impianto possa essere completato, ovvero 3 anni", è quanto espresso da Cesare Fera, Presidente di Anest,  durante il convegno "Energia Solare Termodinamica: come superare con successo le barriere allo sviluppo", svoltosi a Solarexpo. 
Inoltre il limite è già insito nella capacità di costruire impianti di tale grandezza e costo e nella limitatezza del territorio italiano disponibile.
Per Anest, affinché vi possano essere le condizioni per lo sviluppo della tecnologia occorre facilitare le connessioni alla rete degli impianti, in particolare in Sicilia dove vi è il maggior potenziale per lo sviluppo della tecnologia solare a concentrazione.
"D'importanza crescente è inoltre lo scenario che vede l'opportunità per il solare termodinamico di integrarsi con altre tecnologie quali le biomasse o la geotermia. Questo costituisce una vera nuova frontiera".
"L'Italia ha utilizzato quasi la totalità dei fondi europei per lo sviluppo del solare termodinamico - attraverso I progetti Enel-Enea - a dimostrazione del fatto che l'Italia è un Paese di punta nel settore non solo per la storia (da Archimede al brevetto Rubbia-Enea per l'utilizzo dei sali fusi ad alta temperatura), ma anche per lo sviluppo tecnologico futuro", ha concluso Fabrizio Fabrizi dell'Enea.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
03/02/2016

I dati del GSE sull'utilizzo delle fonti rinnovabili in Italia

Il GSE ha pubblicato, come previsto dal D.Lgs. 28/2011, nella sezione Studi del proprio sito la terza Relazione biennale dell'Italia sui progressi realizzati nella promozione e nell’uso dell’energia rinnovabile – Progress Report 2015.

02/02/2016

La spesa media per l'Attestato di prestazione energetica è di 120 euro

E' firmato ProntoPro.it, portale che fa incontrare domanda e offerta di lavoro professionale e artigianale, lo studio in cui vengono confrontati i costi della certificazione energetica in Italia, che evidenzia che la redazione di un Attestato di ...

27/01/2016

Soddisfazione Associazioni per il nuovo conto termico

Anima, Assoclima e Assotermica in un comunicato congiunto esprimono soddisfazione per il nuovo Conto Termico approvato lo scorso 20 gennaio dalla Conferenza Stato-Regioni che, grazie alla semplificazione del meccanismo di incentivi per la produzione di ...

21/01/2016

La Conferenza unificata dà il via al nuovo conto termico

La Conferenza Unificata nella seduta del 20 gennaio ha dato finalmente l’ok al decreto attuativo sul nuovo conto termico del Ministero dello Sviluppo economico, del MISE e del Ministero delle politiche Agricole. Sono state recepite alcune richieste ...

08/01/2016

Riqualificazione energetica di 18 edifici pubblici nel torinese

La città metropolitana di Torino ha pubblicato il bando, aperto fino al 29 marzo 2016, per la riqualificazione e la gestione energetica di 18 edifici pubblici di proprietà di 5 Comuni: Bruino, None, Orbassano, Piossasco e Volvera. E' ...

04/12/2015

In Lazio sostegno agli investimenti in efficienza energetica delle PMI

La Regione Lazio ha approvato l’Avviso pubblico Smart Energy Fund, a valere sul POR FESR Lazio 2007-2013, per l'erogazione di prestiti a tasso agevolato alle PMI, finalizzati alla realizzazione di investimenti per la produzione di energia da fonti ...

16/11/2015

Bando in Lombardia per l'efficientamento degli impianti di illuminazione pubblica

Regione Lombardia, nell’ambito del Pear approvato a giugno, che prevede una riduzione dei consumi tra l'8 e il 12% e un aumento dell'utilizzo di fonti rinnovabili, che consentirà di superare gli obiettivi europei imposti dal 'burden ...

13/11/2015

In Toscana 3 milioni per le aziende che investono in efficienza energetica

La Regione Toscana interviene a sostegno delle aziende, in particolare quelle colpite dalle calamità naturali del luglio 2015, per cui è stato dichiarato lo stato di emergenza e che intendano fare investimenti per l'efficientamento ...