IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Ue: meno aiuti alle rinnovabili e sostegno a energivore

Ue: meno aiuti alle rinnovabili e sostegno a energivore

Nuove Linee Guida per l'ambiente e l'energia a discapito delle rinnovabili

La Commissione Europea ha presentato nuove regole sugli aiuti pubblici a favore di progetti per la protezione dell'ambiente e l'energia, che prevedono la riduzione graduale dei sussidi di Stato per certe tecnologie legate alle energie rinnovabili, visto il loro stadio di maturità industriale. Inoltre è prevista la riduzione della pressione fiscale sui settori a forte consumo energetico, tra cui ceramica, metalli, manifatturiero chimico e carta e l’autorizzazione agli Stati a decidere riduzioni per imprese molto energivore di altri settori.

Le nuove disposizioni Ue si applicheranno dal primo luglio fino al 2020, con una fase  pilota tra il 2015 e il 2016 per testare le procedure su una piccola parte delle nuove capacità di produzione elettrica.

 “Molte energie rinnovabili hanno raggiunto un livello tale da poter competere con altre fonti di energia più tradizionali – ha commentato il commissario alla concorrenza Joaquin Almunia- E’ tempo che queste tecnologie rispondano agli andamenti del mercato e che il sostengo pubblico sia attribuito secondo un processo competitivo”.

Il comunicato della Commissione sottolinea  che il settore delle rinnovabili, come energia eolica, solare o geotermica, "ha ricevuto pesanti aiuti pubblici negli ultimi anni grazie a tariffe fisse non collegate agli effettivi costi del settore. Questo ha incoraggiato la crescita del settore ma ha anche creato distorsioni al mercato".

Per quanto riguarda le energie rinnovabili la Commissione ritiene opportuno sostituire gradualmente il sistema del "feed-in tariff" con il sistema "feed-in premium", eliminando le tariffe fisse stabilite dallo Stato per passare al sistema in cui il prezzo dell'energia rinnovabile sia composto da due fattori: il valore di mercato dell'energia elettrica, esposto alle oscillazioni della domanda e dell'offerta, e un premio fissato dall'autorità pubblica. In tal modo le fonti di energia rinnovabili, "saranno sensibili ai segnali di mercato. I piccoli impianti saranno sottoposti a un regime speciale e potranno beneficare ancora di un sostegno”.

 

Scarica le Linee Guida della Commissione su protezione ambiente ed energia

TEMA TECNICO:

Normativa

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
16/01/2017

Le Regioni danno l’ok agli obiettivi nazionali di risparmio energetico

Raggiunta l’intesa nella Conferenza Unificata del 22 dicembre, a condizione che vengano rispettate alcune modifiche, sulla determinazione degli obiettivi quantitativi nazionali di risparmio energetico     Le Regioni, nella Conferenza ...

11/01/2017

In GU la graduatoria dei progetti per la riqualificazione delle periferie

Sulla Gazzetta Ufficiale n° 4 del 5 gennaio 2017 è pubblicato il decreto con la graduatoria del Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie     Come previsto dalla legge di ...

10/01/2017

Cosa comporta la proroga dei termini per l'installazione della contabilizzazione

Il Consiglio dei Ministri ha inserito nel decreto legge approvato il 30 dicembre anche la proroga dei termini per l'adeguamento degli impianti di riscaldamento alla contabilizzazione individuale del calore     Analisi e commento di Roberto ...

09/01/2017

Il Milleproroghe ferma obbligo rinnovabili al 35%

Rinviato al 2018 l’obbligo della quota del 50% di utilizzo delle rinnovabili termiche nei nuovi edifici o per le ristrutturazioni rilevanti  
Il decreto Milleproroghe, pubblicato nella Gazzetta ufficiale 304 del 30 dicembre scorso, ...

09/01/2017

Riqualificazione energetica degli immobili della Pubblica Amministrazione

Ministero dello Sviluppo economico e Agenzia del Demanio hanno firmato la convenzione che porterà alla riqualificazione di 63 edifici della PA   Grazie alla firma della convenzione tra Ministero dello Sviluppo Economico e Agenzia del Demanio, ...

03/01/2017

Proroga al 30 giugno per l'obbligo di contabilizzazione nei condomini

Il decreto Milleproroghe approvato dal consiglio dei Ministri del 29 Dicembre ha fatto slittare di 6 mesi l’obbligo di installazione di valvole termostatiche e contabilizzatori nei condomini     Il Consiglio dei Ministri n. 7 del 29 ...

23/12/2016

Via libera al piano energetico delle Marche che spinge sulle rinnovabili

Obiettivo del piano è la diminuzione del consumo regionale di energia del 20% e di portare al 25.8% il contributo delle energie rinnovabili     Il Consiglio regionale delle Marche ha approvato Piano Energetico Ambientale Regionale (PEAR ...

22/12/2016

Riqualificazione energetica: in GU i termini per l'invio all'Agenzia dei dati

Disciplina per l'invio dei dati telematici per gli interventi di riqualificazione e recupero su parti comuni degli edifici     Pubblicato in GU del 20 dicembre il decreto del ministero dell'Economia e delle Finanze, che disciplina i termini e ...