IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Ue: meno aiuti alle rinnovabili e sostegno a energivore

Ue: meno aiuti alle rinnovabili e sostegno a energivore

Nuove Linee Guida per l'ambiente e l'energia a discapito delle rinnovabili

La Commissione Europea ha presentato nuove regole sugli aiuti pubblici a favore di progetti per la protezione dell'ambiente e l'energia, che prevedono la riduzione graduale dei sussidi di Stato per certe tecnologie legate alle energie rinnovabili, visto il loro stadio di maturità industriale. Inoltre è prevista la riduzione della pressione fiscale sui settori a forte consumo energetico, tra cui ceramica, metalli, manifatturiero chimico e carta e l’autorizzazione agli Stati a decidere riduzioni per imprese molto energivore di altri settori.

Le nuove disposizioni Ue si applicheranno dal primo luglio fino al 2020, con una fase  pilota tra il 2015 e il 2016 per testare le procedure su una piccola parte delle nuove capacità di produzione elettrica.

 “Molte energie rinnovabili hanno raggiunto un livello tale da poter competere con altre fonti di energia più tradizionali – ha commentato il commissario alla concorrenza Joaquin Almunia- E’ tempo che queste tecnologie rispondano agli andamenti del mercato e che il sostengo pubblico sia attribuito secondo un processo competitivo”.

Il comunicato della Commissione sottolinea  che il settore delle rinnovabili, come energia eolica, solare o geotermica, "ha ricevuto pesanti aiuti pubblici negli ultimi anni grazie a tariffe fisse non collegate agli effettivi costi del settore. Questo ha incoraggiato la crescita del settore ma ha anche creato distorsioni al mercato".

Per quanto riguarda le energie rinnovabili la Commissione ritiene opportuno sostituire gradualmente il sistema del "feed-in tariff" con il sistema "feed-in premium", eliminando le tariffe fisse stabilite dallo Stato per passare al sistema in cui il prezzo dell'energia rinnovabile sia composto da due fattori: il valore di mercato dell'energia elettrica, esposto alle oscillazioni della domanda e dell'offerta, e un premio fissato dall'autorità pubblica. In tal modo le fonti di energia rinnovabili, "saranno sensibili ai segnali di mercato. I piccoli impianti saranno sottoposti a un regime speciale e potranno beneficare ancora di un sostegno”.

 

Scarica le Linee Guida della Commissione su protezione ambiente ed energia

TEMA TECNICO:

Normativa

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
24/03/2017

Risanamento energetico edifici pubblici a Bolzano

La Giunta provinciale ha approvato il bando che mette a disposizione 12 milioni di euro  per progetti di risanamento di edifici pubblici.     La giunta provinciale di Bolzano ha approvato un nuovo bando nell'ambito del programma FESR ...

20/03/2017

300 mila euro in Lombardia per la rimozione dell'amianto da edifici pubblici

Approvato dalla Giunta regionale per il finanziamento a fondo perduto per la rimozione dell'amianto dagli uffici pubblici       L'assessore all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile della regione Lombardia Claudia Terzi in un ...

17/03/2017

L’Europarlamento approva un pacchetto ambizioso per l’economia circolare

Il parlamento europeo ha fatto approvato quattro proposte legislative che introducono nuovi obiettivi relativi al riutilizzo, il riciclaggio e lo smaltimento in discarica dei rifiuti       La proposta approvata dall'Europarlamento nella ...

17/03/2017

Proposta di legge per aumentare l'efficienza energetica nei condomini

Una proposta di legge per consentire ai condomìni di costituire un fondo di accantonamento per la realizzazione di interventi di efficienza energetica e adeguamento sismico, non ancora deliberati dall'assemblea condominiale       Lo ...

15/03/2017

Nuova VIA per rilanciare la crescita sostenibile del paese

Il CDM ha approvato la nuova disciplina su valutazione di impatto ambientale adeguandosi così alla normativa europea: semplificazione e tempi più brevi     Il Consiglio dei ministri lo scorso 10 marzo ha approvato, su proposta del ...

14/03/2017

Guida aggiornata su Ecobonus ristrutturazioni edilizie

Disponibile on line sul sito dell'Agenzia delle Entrate la "Guida Ristrutturazioni Edilizie: le agevolazioni fiscali", con le novità che interessano gli interventi di recupero del patrimonio edilizio     E' aggiornata a febbraio 2017 ...

27/02/2017

Ecobonus condomini, c'è tempo fino al 7 marzo per l'invio dei dati

Gli amministratori di condominio hanno tempo fino al 7 marzo per l’invio dei dati relativi alle spese di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico       Lo rende noto l'Agenzia delle Entrate che in un comunicato sottolinea ...

27/02/2017

La Camera dà l'ok definitivo al Milleproroghe

La Camera ha approvato in via definitiva il Decreto Milleproroghe. Le novità per l'edilizia e l'efficienza energetica      La Camera ha approvato il DL Milleproroghe (decreto-legge 30 dicembre 2016, n. 244, proroga e definizione di ...