IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Un’analisi del rapporto tra il GSE, operatori del settore fotovoltaico e proprietari di impianti fotovoltaici

Un’analisi del rapporto tra il GSE, operatori del settore fotovoltaico e proprietari di impianti fotovoltaici

A seguito di diverse segnalazioni di criticità legate al rapporto con il GSE, Italia Solare ha preparato un documento con una serie di proposte

 

Questo mese ITALIA Solare propone un approfondimento analitico sul rapporto, non sempre facile, tra il GSE, gli operatori del settore fotovoltaico e i proprietari di impianti fotovoltaici.

Rapporto che è legato in maniera indissolubile dalla gestione burocratica degli incentivi previsti dai vari Conto Energia.

 

La nostra analisi deriva dalle segnalazioni da parte dei nostri soci – che sono operatori e proprietari di impianti – di criticità legate al rapporto con il GSE ed ha come obiettivo principale trovare soluzioni che siano vantaggiose per tutte le parti coinvolte.

 

ITALIA Solare ha preparato un documento dettagliato completo anche di proposte per risolvere tali criticità. Il documento è ora in mano al GSE e prossimamente ne discuteremo con i diretti interessati durante un incontro proprio con i vertici del GSE.

 

Vediamo quali sono i punti principali del documento.

Modifiche impianti dopo la sospensione del Documento Tecnico di Riferimento (DTR)

Molti soci evidenziano che a seguito della sospensione del DTR, non risulta chiaro quali interventi siano ammissibili e che procedura occorra seguire per gli interventi. Nel dettaglio, non essendoci più interventi soggetti ad approvazione preventiva, sarebbe utile predisporre linee guida allo scopo di evitare dispendio di tempo e risorse a tutti gli attori coinvolti.

 

Metodi di risoluzione delle contestazioni e controversie

Un giudizio al TAR Lazio ha un costo che non può essere inferiore ai 3.000 Euro. Per gli impianti di minori dimensione questo costituisce un pregiudizio grave al diritto costituzionalmente tutelato di difesa degli utenti e di fatto preclude la tutela contro i provvedimenti del GSE a un grosso numero di proprietari di impianti. Per queste casistiche si potrebbe prevedere meccanismi di conciliazione ed arbitrato a prezzo convenzionato in modo da non discriminare nessuno.

 

Sanzioni in caso siano riscontrate difformità durante le verifiche

Molti soci evidenziano che la lista di irregolarità che causano la decadenza dagli incentivi contenuta nell’Allegato 1 al DM 31 gennaio 2014 è troppo vasta. Si ritiene che prevedere una maggiore articolazione delle sanzioni, limitando i casi di decadenza dalle tariffe incentivanti, risponderebbe a un criterio di proporzionalità ed equità.

 

Destinazione dei fondi revocati

Moltissimi soci richiedono di avere conferma dal GSE che i provvedimenti di revoca degli incentivi non portino a far sì che i fondi originariamente destinati a supportare il fotovoltaico siano utilizzati per scopi totalmente diversi.

Al fine di non modificare la destinazione d’uso e di stare al passo con lo sviluppo della tecnologia, sull’esempio di altri paesi si propone di usare i fondi disponibili per incentivare la diffusione delle tecnologie di accumulo, con particolare attenzione alle Smart Grid locali.

Inoltre, gli impianti già costruiti a cui è revocato o non concesso l’incentivo non dovrebbero essere dismessi bensì messi in condizione di poter continuare ad operare.

 

Semplificazione delle procedure per i Sistemi Efficienti di Utenza

L’attuale disciplina relativa ai Sistemi Efficienti di Utenza introduce una procedura di qualifica estremamente onerosa in termini economici, sia per le spese da pagare al GSE che per la necessità di rivolgersi a consulenti per la domanda e impone poi un altrettanto oneroso obbligo di comunicazione di tutte le modifiche che espone le imprese al rischio di gravissime conseguenze in caso di dimenticanze.

Per ridurre la mole di tali adempimenti burocratici, che rischiano di essere spropositati ITALIA Solare propone la possibilità di conservare la documentazione relativa alle modifiche, senza inviarla al GSE, in caso di verifica. Sarebbe anche opportuno prevedere autocertificazioni per alcune casistiche.

a cura di Paolo Rocco Viscontini – Presidente ITALIA Solare

TEMA TECNICO:

Solare fotovoltaico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
09/08/2018

Acqua per Gaza: completato il più grande campo fotovoltaico della Striscia

L'Unione Europea ha realizzato il più grande campo fotovoltaico della Striscia di Gaza per alimentare progetti che forniscono acqua potabile alle persone in gravi difficoltà     La scorsa settimana l'Unione Europea ha ...

01/08/2018

Nei primi 6 mesi del 2018 rinovabili in calo del 39%

Pesante calo per le installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico che nel complesso a fine giugno 2018 raggiungono 334 MW, -39 % rispetto allo stesso periodo del 2017. L'Osservatorio di Anie Rinnovabili      Diciamo ...

26/07/2018

Le rinnovabili off-grid stanno crescendo con enormi benefici per milioni di persone

Il nuovo studio pubblicato da Irena segnala il fortissimo sviluppo negli ultimi 10 anni delle tecnologie rinnovabili non connesse alla rete     Nell'ultimo decennio le energie rinnovabili off-grid hanno registrato una crescita ...

20/07/2018

Nanoparticelle d'oro per migliorare l'accumulo di energia fotovoltaica

Pubblicati i risultati di una ricerca dell'Università Rutgers-New Brunswick: piccolissime nanoparticelle d'oro a forma di stella possono aiutare lo stoccaggio di energia e favorire un uso più ampio della luce solare e dei materiali avanzati per ...

11/07/2018

Efficienza al 25,2% dall'unione celle solari in silicio e perovskite

Le celle solari tandem realizzate nell’ambito del progetto europeo CHEOPS che uniscono silicio e perovskite raggiungono l’efficienza record del 25,2%.     Il Progetto Europeo CHEOPS, è partito a febbraio 2016 per lo ...

09/07/2018

Rinnovabili: le potenzialità del fotovoltaico off-grid

Nel mondo ci sono circa un miliardo di persone che non hanno accesso all’elettricità. I sistemi fotovoltaici off-grid possono aiutare a colmare questo divario, soprattutto nei paesi in via di sviluppo. Ma serve il supporto dei governi ...

04/07/2018

Possibile contrazione per il mercato fotovoltaico

Bloomberg pubblica per la prima volta stime negative rispetto ala crescita del settore fotovoltaico nel 2018: per la prima volta le installazioni potrebbero diminuire, del 3% secondo uno scenario conservativo      Per la prima volta il ...

03/07/2018

Il fotovoltaico e i nuovi sistemi energetici per le città

Innovazione e interconnessione sono i perni della rivoluzione energetica urbana.   a cura di Italia Solare     La connettività e i dati sono oggi i driver di sviluppo sociale, economico e tecnologico. L'integrazione tra componenti ...