IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Progetti > Aqualux Hotel Spa & Suite

Aqualux Hotel Spa & Suite


  • Luogo
    Bardolino, Verona
  • Superficie di intervento
    17.000 mq
  • Committente
    Società San Severo Srl
  • Progettisti
    Rama Lino
  • Team progettuale
    Ing. Michele Carlini, Ing. Roberto Covi, Ing. Marco Graiff, Ing. Massimo Rovere
  • Categoria di intervento
    STRUTTURE TURISTICO ALBERGHIERE
L'Aqualux Hotel Spa Suite & Terme di Bardolino (foto: Henri Dell'Olmo
L'Aqualux Hotel Spa Suite & Terme di Bardolino (foto: Henri Dell'Olmo

 

Efficienza energetica a servizio del relax

Aqualux di Bardolino

 

Il benessere di Aqualux Hotel non è dovuto solo alla Spa e alle sue acqua termali, ma anche alla scelta dei materiali bio-compatibili utilizzati, alla scelta del legno per realizzare la struttura dell'hotel, all'impiego di energie rinnovabili e alle soluzioni tecnologiche adattate per minimizzare l'impatto ambientale. 

Per Aqualux, il criterio di sostenibilità viene adattato dalla progettazione, alla realizzazione e all'utilizzo di tecnologie in grado di ridurre il consumo energetico, sensibilizzando gli ospiti al rispetto dell'ambiente e all'attenzione verso le risorse a disposizione.  

L'hotel, sistuato vicino al centro di Bardolino, con i suoi 17.000 mq di superficie, 80 camere, 13 suite, 7 piscine, spa e centro fitness è il primo ad aver conquistato la certificazione ClimaHotel sulle sponde del Lago di Garda. Questo sigillo di qualità è stato pensato come metodo per valutare la sostenibilità globale delle strutture turistiche, dalla progettazione alla gestione. L'impiego della struttura è infatti un parametro decisivo per valutare possibili scenari di pianificazione e gestione sostenibile. 

 

aqualux di bardolino

 

La struttura e il risparmio energetico

La struttura è realizzata in legno con pannelli portanti XLam e la coibentazione dell'involucro edilizio è in fibra di legno.

I progettisti dell'Hotel Aqualux hanno deciso di sfruttare come fonte rinnovabile primaria la geotermia, sottoforma di recupero termico da acqua di falda, attraverso l'utilizzo di due pompe di calore per il riscaldamento e per la climatizzazione. 

E' stato previsto inoltre un impianto solare termico di superficie pari a 140mq, in grado di garantire la produzione di circa il 40% del fabbisogno di acqua calda sanitaria. 

L'energia termica recuperata dall'impianto solare viene prima di tutto utilizzata per produrre acqua calda sanitaria e in seguito per cedere energia al sistema di riscaldamento a bassa temperatura. Un sistema di gestione centralizzato permette di regolarizzare le funzioni di controllo dell'intero edificio e di limitare i carichi elettrici e termici per ottimizzare l'utilizzo delle fonti rinnovabili. 

 

Casaclima hotel 

Particolare attenzione è stata dedicata alle installazioni dell'area piscina, che impigano sistemi di recupero sia del calore delle acque di ricircolo che del calore latente e sensibile all'aria. 

Infine, l'uso di pompe elettroniche a portata variabile e delle coperture delle vasche per limitare le dispersioni per evaporazioni, permettono di soddisfare le esigenze di comfort di queste zone. 

 

Grazie alle scelte archietttoniche, strutturali e impiantistiche mirate, è stato possibile ridurre al minimo i consumi energetici rispetto a quelli di un tradizionale hoel di pari dimensioni, senza intralciare il servizio offerto.  

Consiglia questo progetto ai tuoi amici

Commenta questo progetto

Il progetto è inerente le seguenti categorie
FONTI RINNOVABILI
RISPARMIO ENERGETICO