IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Progetti > Azienda vinicola biodinamica Tenuta Mara

Azienda vinicola biodinamica Tenuta Mara


  • Luogo
    San Clemente, Rimini
  • Progettisti
    Architetti Umberto De Carolis e Paolo Muccini
  • Team progettuale
    Ingegnere termotecnico Gabriele Di Giuli,consulenti energetici Ingegneri Sancisi e Chiarini, consulente acustico Alberto Piffer
  • Sito web
    www.tenutamara.it
  • Categoria di intervento
    INDUSTRIE
Azienda vinicola biodinamica Tenuta Mara
Azienda vinicola biodinamica Tenuta Mara

 

L’azienda ha ottenuto, prima in Emilia Romagna, la certificazione “Casa Clima Wine”, protocollo che considera l’involucro edilizio, l’utilizzo di materiali ecologici, l’attenzione per le fonti energetiche rinnovabili e la gestione delle acque

 


Tenuta Mara è un’azienda vinicola che sorge a San Clemente, sulle colline di Rimini e che produce ventimila bottiglie di ottimo vino biodinamico, senza utilizzare sostanze chimiche di alcun genere e che ha fatto di attenzione alla sostenibilità e al risparmio energetico in tutto il processo produttivo la propria filosofia.

Non solo, la tenuta è bellissima e particolare per la cura negli arredi e nei dettagli: sculture nel parco, tini decorati da artisti, antichi guerrieri cinesi a guardia delle botti, brani di Mozart diffusi tra i filari d’uva, canti gregoriani dove fermenta il vino, che rendono anche la semplice visita un'esperienza unica.

 

 

Lo scorso gennaio la tenuta è stata premiata con la prestigiosa certificazione “Casa Clima Wine” pensata proprio per le aziende vinicole e che richiede di rispettare standard molto elevati sull’involucro edilizio, l’utilizzo di materiali ecologici, l’attenzione per le fonti energetiche e la gestione delle acque.

 

Proprietari, progettisti, ingegnere termotecnico e consulenti energetici hanno seguito l’iter che ha portato alla certificazione e che è durato circa 4 anni. Ad oggi Tenuta Mara è la prima azienda vinicola in Emilia-Romagna ad avere concluso l’iter casa Clima Wine ed è al 5° posto in Italia tra le aziende che hanno concluso il delicato processo di accreditamento.

 

 

Il progetto

La Tenuta Mara è nata da un progetto condiviso tra l’imprenditore Giordano Emendatori, l’agronomo Leonello Anello e il vignaiolo Leonardo Pironi, attuale conduttore dell’azienda agricola.

I progettisti, gli Architetti Umberto De Carolis e Paolo Muccini, hanno voluto che l’identità architettonica basata sulla sostenibilità fosse riconoscibile in tutto il progetto, fino ai più piccoli dettagli, a partire dalla scelta dei materiali.

 

 

Per l’involucro esterno sono stati utilizzati mattoni e laterizi provenienti da cemento di recupero Ytong, certificati ecologici, in particolare sono stati scelti gli isolanti Multipor del Gruppo Xella.

Per i rivestimenti di tutte le superfici lavabili e per la pavimentazione è stata utilizzata la malta ecologica, “Oltremateria”, con certificazione di sostenibilità.
Tutte le tinteggiature sono certificate come ecologiche.

 

 

Gli infissi sono in legno massello naturale e provengono da foreste gestite in modo consapevole, prestando attenzione al ripristino della popolazione boschiva.
I vetri sono dotati di sistemi di oscuramento esterni, con sensori sensibili alla luce del sole, così da ridurre il più possibile il consumo di energia.

 

 

Per riscaldamento ed energia sono stati installati impianti di geotermia, 15 pozzi che raggiungono i 150 metri di profondità per un’efficace scambio termico, e sui tetti a falde di ogni fabbricato, la stalla, il resort e tutte le abitazioni sono stati installati i pannelli fotovoltaici.

 

 

Per quanto riguarda la gesione delle acque è presente su tutte le coperture un sistema di raccolta dell’acqua piovana, e grazie a una rete di drenaggio dei terreni che sfocia direttamente in un lago, possono essere recuperate le acque utilizzate per la gestione del verde. Considerata la vastità della tenuta sono presenti delle stazioni intermedie con dei pozzi di raccolta da cui si può attingere per le diverse necessità.

Visto che l’azienda si trova in aperta campagna, in un’area non coperta dal sistema fognario è stato realizzato un bacino di filtrodepurazione che agisce sui reflui provenienti dai processi di lavorazione del vino, sfruttando le proprietà di alcune piante.

Un sistema domotico gestisce infine tutti gli impianti ottimizzando e verificando i consumi nelle varie aree.

Consiglia questo progetto ai tuoi amici

Commenta questo progetto

Il progetto è inerente le seguenti categorie
FONTI RINNOVABILI