IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA

Casaunica


  • Luogo
    Chiavazza, Biella
  • Cronologia
    - realizzazione: 2010
  • Superficie di intervento
    190 m2
  • Committente
    Privato
  • Aziende fornitrici
    CLIVET
  • Categoria di intervento
    RESIDENZE
Richiedi informazioni

 

Casa Zero Energy e Zero Emission ai costi dell’edilizia tradizionale

Costruita nel 2010, Casaunica è una casa singola da 190 m2 calpestabili su due piani fuori terra di cui 100 al pian terreno destinati a zona giorno ed ufficio e 90 al primo piano adibiti a zona notte con un’occupazione di 4 persone (famiglia) a cui se ne aggiungono altre 3 in orario d'ufficio. L’edificio sorge a Chiavazza in provincia di Biella, una zona caratterizzata da inverni freddi con frequenti nevicate e gelate, primavera e autunno molto piovosi, estati calde e afose con temperature che arrivano a toccare o addirittura superare i 35° C (Zona Climatica E: 2.589 gradi giorno).

Nelle intenzioni dei proprietari l’immobile doveva essere in grado di garantire il benessere abitativo, essere sostenibile sia dal punto di vista ambientale (casa zero emissioni) che economico, azzerando i costi di gestione grazie ad una perfetta autonomia energetica, essere realizzato in tempi brevi e con costi certi ed accessibili.

 

Caratteristiche dell'involucro

Casaunica è costituita da una struttura mista in cemento armato ed acciaio totalmente antisismica dall’altissimo isolamento termico grazie a due sistemi a cappotto, uno esterno in EPS sinterizzato da 25 cm ed uno interno da 5 cm, oltre ad una controparete in cartongesso isolato con lana minerale da 5 cm e lastre da 2 cm.
I serramenti hanno esterno in alluminio, sistema di taglio termico con sezioni in poliuretano incamerato da pvc, interno in legno e triplo vetro, alcuni con gas Argon ed altri con gas kripton,e presentano valori Ug di solo 0,4 Wm2k.
Anche le fondazioni sono isolate e dotate di un vespaio ventilato con intercapedine per l’eliminazione del gas radon proveniente dal sottosuolo.
Il risultato è un’abitazione che risulta perfettamente ermetica, senza alcuna perdita energetica incontrollabile dovuta a spifferi o fessurazioni  nell'involucro edilizio.

 

La soluzione impiantistica

La soluzione impiantistica si basa su ELFOPack, la pompa di calore aria-aria per riscaldamento, raffrescamento, produzione di acqua calda sanitaria, deumidifica estiva, rinnovo e purificazione dell’aria ad altissima efficienza grazie ai filtri elettronici H10.
L’unità, che utilizza i condotti della ventilazione meccanica per il trasferimento del caldo e del freddo, integra in sé un accumulo da 180 litri e recupera tutto l’anno sia l’energia contenuta nell’aria espulsa, che quella solare indiretta contenuta nell’aria esterna attraverso un circuito termodinamico in pompa di calore che la moltiplica e la utilizza per portare l’aria immessa alla temperatura richiesta.
Grazie all’abbinamento con un impianto fotovoltaico da 3,6 kWp realizzato con pannelli di tipo c.i.s. a film sottile per la produzione di energia elettrica, il fabbisogno energetico dell’abitazione è coperto al 100% con fonti rinnovabili in quanto si utilizzano piastre ad induzione per svolgere la cottura dei cibi.

 

I risultati

Grazie ad una progettazione attenta fin dalle fasi iniziali alle necessità termiche dell’edificio in relazione alle condizioni climatiche del luogo, all’occupazione e alle sinergie tra l’involucro e le diverse tecnologie installate, la casa, che presenta un consumo annuo di energia primaria inferiore a 15Kwh/m2 all’anno, rientra nella classe di casa passiva ed è completamente autosufficiente dal punto di vista energetico.
Il monitoraggio per un intero anno dei costi di esercizio ha dimostrato inoltre come, grazie alla combinazione di ELFOPack con un involucro particolarmente performante ed un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica, sia possibile non solo avere il comfort totale senza consumare energia primaria, ma addirittura ottenendo un saldo attivo in bolletta.
La casa è stata infine costruita nel tempo record di 120 giorni e ad un costo molto vicino a quello dell’edilizia tradizionale, grazie ad una struttura a secco mista in acciaio e cemento armato composta in opera e ad ELFOPack, che racchiudendo in sé tutti gli elementi di una centrale termica oltre a quelli per la ventilazione meccanica e utilizzando per la trasmissione del calore i condotti della ventilazione meccanica, ha semplificato notevolmente l’impianto, contribuendo a snellire le operazioni di installazione, senza togliere spazi abitativi utili all'interno dei locali.

Richiedi informazioni

Consiglia questo progetto ai tuoi amici

Commenta questo progetto

Il progetto è inerente le seguenti categorie
RISPARMIO ENERGETICO