IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Progetti > Centro Congressi Ekaterinensky di Krasnodar

Centro Congressi Ekaterinensky di Krasnodar


  • Luogo
    Krasnodar, RUSSIA
  • Cronologia
    - realizzazione: da 2016 a 2017
  • Superficie di intervento
    2.800 mq
  • Committente
    Kubanskaya Marka LLC
  • Progettisti
    Piuarch
  • Categoria di intervento
    CENTRI POLIFUNZIONALI
Centro Congressi in Russia

 

a cura di Giulia Luinetti

 

Il nuovo centro congressi intende configurarsi come il nuovo punto di riferimento per l’area che si affaccia sul fiume Kuban e per tutta la città di Krasnodar


Piuarch
 si è aggiudicato l’incarico per il nuovo polo culturale di Krasnodar in Russia, il Centro Congressi Ekaterinensky.
Il progetto, concepito come nuovo punto di riferimento della città, ha offerto allo studio milanese l’occasione di ridisegnare il rapporto tra ambiente costruito e lungo fiume, ponendo in relazione la natura circostante con il tessuto urbano e riconfigurando la porta di accesso della città al fiume.

Il concept


Inserito nel verde sulla riva del fiume Kuban, a diretto contatto con l’area dei parchi pubblici da una parte e tangente ad una grande arteria stradale che lo collega al resto della città dall'altra, il progetto è frutto dei due aspetti cardine della morfologia urbana in cui è inserito: la natura e la città costruita. Questa doppia influenza ha dato origine ad un edificio che presenta due fronti che dialogano con l'ambiente circostante: il primo, posto sul lato della città, costituisce l’ingresso principale ed è caratterizzato da un fronte lineare e geometrico che richiama la maglia artificiale del costruito mentre il secondo, sinuoso, morbido e organico, si snoda lungo il perimetro del fiume stabilendo una relazione con la natura circostante.

Il progetto


L'edificio si sviluppa su tre livelli per una superficie complessiva di 2.840 mq, divisa nelle due funzioni principali di centro congressi e ristorante.
Punti cardine del complesso sono la sala congressi, il foyer, un ristorante ed un bar. La grande hall d’ingresso si sviluppa in altezza su tutti e tre i piani mettendo in comunicazione tutte le funzioni all'interno dell’edificio e diventando, insieme alla facciata caratterizzata dai grandi brise-soleil, uno degli elementi identificativi del progetto.
Il corpo centrale contiene tutti i servizi e i sistemi di collegamento verticale e divide l’area d’ingresso dalla sala congressi e dal ristorante, situato al secondo ed ultimo piano.
Le linee curve e gli spazi aperti e multifunzionali sono gli elementi che caratterizzano l’area congressuale, che con i suoi 700 mq di superficie può essere modulata in molteplici configurazioni tramite l’ausilio di pareti mobili insonorizzate: lo spazio può essere configurato come una sala plenaria da 720 posti, 3 sale in parallelo da 200 posti, 6 piccole sale da 60 posti, o come una sala totalmente libera per cene di gala o serate danzanti. L’altezza interna di circa 9 metri permette un’ottima visuale da parte del pubblico e un’ampia possibilità di allestimenti.


Sulla sala, caratterizzata dalla doppia altezza, si affaccia il primo piano che ospita le cabine traduttori e la regia oltre ad una serie di aree polifunzionali per meeting privati o catering, con la presenza del bar sul lato della hall.
Le aree di servizio – cucina e ristorante al secondo piano, bar al primo e i magazzini ai piani interrati - sono collegate verticalmente da un ascensore e da scale di servizio così che, ad ogni tipologia di evento, sia garantita la connessione funzionale tra i diversi livelli.
Per poter sfruttare al massimo lo spazio interrato tutto l’edificio si appoggia su un volume che fuoriuscendo dal piano della strada odierna permette di realizzare due piani interrati contenenti parcheggi (con circa 100 posti auto), locali tecnici e locali di servizio. Il volume degli interrati fuoriesce di 1,5 m dal piano stradale e la sua copertura diventa il podio sul quale si erige l’intero edificio.

L'involucro

Al fine di garantire la massima efficienza energetica, l’involucro completamente vetrato è dotato di serramenti di ultima generazione con vetrocamera che assicurano bassi valori di trasmittanza termica e di un tetto giardino che garantisce un effetto termico equilibrante, assorbendo la radiazione solare d'estate e isolando dal freddo d'inverno. La facciata esposta ad est è caratterizzata dall’impiego di brise-soleil in rame ossidato che proteggono la grande hall dall’irraggiamento solare estivo. Anche per quanto riguarda gli impianti tecnologici il progetto è totalmente finalizzato al risparmio energetico ed alla riduzione dei costi di gestione e di esercizio.


Se la facciata d’ingresso che chiude la hall è caratterizzata da una griglia rigorosa, le facciate verso il fiume seguono la sinuosità del volume dell’edificio: i grandi brise-soleil della facciata sul lato strada si contrappongono alla sinuosità del lato verso il fiume, accentuata dall'utilizzo di vetrate curve che seguono l’andamento del perimetro. All'uso di una finitura materica come il rame ossidato - carico di riflessi metallici per i brise-soleil sul lato ingresso - si contrappone l'uso del vetro con i suoi riflessi dai colori naturali delle facciate curvilinee sui lati del parco e del fiume.
Di notte l’involucro totalmente vetrato fa sì che l’edificio diventi una vera e propria lanterna trasformandosi in un landmark visibile da tutto il lungo fiume.

L'intorno


L’intervento per la realizzazione del centro congressi ha come diretta conseguenza un ripensamento estetico/funzionale degli spazi nell'immediato intorno, con la doppia funzione di sostenere la qualità del progetto e di migliorare la qualità del waterfront.
Verso la città è prevista la creazione di una piazza pedonale mentre la riqualificazione delle aree verdi è incentrata su un ridisegno dei giardini sottostanti e di parte degli argini del fiume che tenga conto degli alberi e della vegetazione esistente. L'integrazione di elementi funzionali come percorsi curvilinei con aree di sosta attrezzate, spazi gioco per bambini e una piccola arena per spettacoli all'aperto completa il progetto.
Tutta l’area lungo il fiume sarà pedonale in modo da essere maggiormente integrata con il sistema dei parchi attorno e l’accesso alle auto verrà consentito solo per raggiungere i parcheggi degli edifici.

Consiglia questo progetto ai tuoi amici

Commenta questo progetto

Il progetto è inerente le seguenti categorie
RISPARMIO ENERGETICO