IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Progetti > Hotel Palazzo Parigi

Hotel Palazzo Parigi


  • Luogo
    Milano
  • Cronologia
    - progetto: 2009
    - realizzazione: da 2009 a 2014
  • Superficie di intervento
    14.000mq
  • Progettisti
    Giambelli Paola
  • Team progettuale
    Progetto energetico: Arch. Elisabetta Ripamonti
  • Impresa
    GIAMBELLI SPA
  • Aziende fornitrici
    SCHOCK ITALIA
  • Categoria di intervento
    STRUTTURE TURISTICO ALBERGHIERE
Richiedi informazioni

 

Palazzo Parigi costituisce il risanamento conservativo degli spazi occupati un tempo dall'antico palazzo Kramer. La sua progettazione è avvenuta nell'ottica del benessere ambientale, del risparmio energetico e della qualità degli elementi costruttivi.


Palazzo Parigi è stato costruito ex novo nell'area su cui sorgeva il settecentesco Palazzo Kramer, distrutto durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale. Negli anni ’70 al suo posto sorse un moderno edificio occupato dagli uffici di un famoso istituto bancario. Lo stabile è stato rilevato dall’attuale proprietario nel 2008 e i lavori di ristrutturazione sono partiti nel 2009.
Dopo cinque anni di lavori, oggi l’hotel 5 stelle propone 78 camere di cui 33 suite con terrazzo (a fine lavori le camere totali saranno 98), dislocate su dieci piani, uno scenografico giardino da 550 m² e una zona Spa da circa 1.600 m² che sarà aperta al pubblico la prossima primavera.
L’edificio non presentava vincoli monumentali ed ha dunque lasciato ampio spazio all’immaginazione e alla creatività dei progettisti. Oggi la struttura ha uno stile tutto italiano che ricorda gli anni ’40 e ’50 ed è arricchito da qualche tocco francese negli allestimenti con grandi spazi, grandi vetrate da cui filtra luce naturale e soffitti alti anche due o tre piani, come accade nella lobby.


La cura dei dettagli però non ha riguardato solo gli allestimenti. La qualità del progetto Palazzo Parigi nasce già a monte, ossia nella progettazione. In questa fase, infatti, si è tenuto conto del benessere ambientale, del risparmio energetico e della qualità degli elementi costruttivi. Sono stati utilizzati materiali certificati e prodotti leader nel campo dell’edilizia sostenibile, adatti tra l’altro ad evitare la comparsa di ponti termici nelle facciate e di antiestetiche macchie di muffa o condensa sulle pareti interne. Schöck ha avuto un ruolo fondamentale proprio in questo contesto. Ogni camera dell’hotel è di infatti dotata di balconi, logge o terrazze di misure e forme diverse che hanno richiesto una progettazione molto attenta. Per assicurare il corretto taglio termico in corrispondenza di tali parti a sbalzo, sono stati utilizzati giunti isolanti Isokorb® prodotti dalla Schöck. Isokorb® garantisce non solo il corretto isolamento sia termico che acustico delle parti a sbalzo delle facciate, ma ha anche un’importante funzione strutturale in quanto favorisce la sicurezza statica dell’edificio.

La particolare struttura architettonica dell'hotel e la disposizione delle camere e dei relativi balconi non hanno permesso l'utilizzo di elementi Isokorb® di tipo standard, ma sono stati calcolati e prodotti giunti Isokorb® su misura, modellati secondo le esigenze del progetto. Ciò dimostra la grande adattabilità del giunto, utilizzabile in qualsiasi situazione costruttiva e con qualsiasi tipologia di materiale.

Elementi utilizzati e quantità impiegate: Isokorb modelli A-K e A-S per un totale di 430 giunti

 

Sezione dettagliata balconi

Richiedi informazioni

Consiglia questo progetto ai tuoi amici

Commenta questo progetto

Il progetto è inerente le seguenti categorie
RISPARMIO ENERGETICO