IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Progetti > Masdar City, la prima cittÓ a zero inquinamento

Masdar City, la prima cittÓ a zero inquinamento


  • Luogo
    EMIRATI ARABI
  • Cronologia
    - progetto: 2009
    - realizzazione: da 2009 a 2010
  • Superficie di intervento
    6.400.000 mq
  • Importo dei lavori
    22 miliardi di dollari
  • Committente
    Abu Dhabi Future Energy Company
  • Progettisti
    Foster Norman
  • Team progettuale
    Norman Forster's + Partners
  • Categoria di intervento
    PROGETTAZIONE AMBIENTALE

 

Nel cuore degli Emirati Arabi sorgerà Masdar, la prima città a zero inquinamento e zero rifiuti, dotata di tecnologie per sfruttare l'energia termica solare e per la depurazione delle acque. Masdar city sarà il primo esempio di città completamente sostenibile.
Il progetto di Masdar City è firmato dallo studio Norman Forster's + Partners.
Il piano urbanistico dell'architetto londinese Norman Forster's & Parteners per Masdar City a prima vista sembra pura utopia, ma se una cosa ci ha insegnato in questi anni la frenetica attività di sviluppo di Dubai e degli interi Emirati Arabi è che un'utopia è per eccellenza realizzabile!
Masdar in arabo significa "sorgente", e qui troveranno posto un numero eccezionale di centri di ricerca, formazione e in parte anche produzione nel campo delle energie alternative, oltre a società di finanziamento e commercializzazione specializzate nel settore.
La strategia di ricerca della Abu Dhabi Future Energy Company ha come obiettivo di creare un grande polo della ricerca per l’energia del futuro, in modo da sviluppare proposte e sistemi sempre più efficienti, spinti dalla consapevolezza che il petrolio presto sarà una fonte di energia sempre più limitata e sempre più sconveniente.

Masdar city sorgerà su un'area di 640 ha (6.400.000 mq), dei quali 600 ha saranno edificati, ed ospiterà 50.000 abitanti.
Masdar avrà le caratteristiche di una città completamente sostenibile!
La città sarà esente da emissioni inquinanti, non vi sarà alcun deposito o stoccaggio di rifiuti in quanto verranno riciclati per il 99%, mentre il rimanente 1% finirà in appositi impianti di compostaggio e termovalorizzazione.
Per quanto riguarda il fabbisogno di acqua della città, questa sarà pescata dal mare e messa a disposizione dopo essere stata desalinizzata, trattata e filtrata.
Il fabbisogno energetico di Masdar sarà garantito per intero da fonti rinnovabili come l'energia termica solare ed eolica.
Per la realizzazione del progetto saranno investiti 22 miliardi di dollari, dei quali 4 Miliardi saranno destinati per la realizzazione delle infrastrutture della città.
I rimanenti 18 miliardi di dollari saranno finanziati da investimenti diretti, e altre formule finanziarie appositamente studiate per questo progetto.
Le ripartizioni delle funzioni all'interno della città sono state così previste:
Superficie destinata a residenze: 30%
Attività economiche speciali: 24%
Commerciale: 13%
Servizio e trasporti: 9%
Spazi per la cultura: 8%
Università: 6%

Il sistema di trasporto urbano a Masdar
Essendo concepita per la totale sostenibilità, e la totale assenza di emissioni inquinanti la città di Masdar non si avvarrà di nessun mezzo di trasporto che preveda l'uso di combustibile.
L'uso dell'automobile sarà estremamente limitato, e reso disponibile solo con la formula del car sharing.
Per spostarsi all'interno di Masdar city i residenti potranno contare su una compatta rete di percorsi pedonali, percorsi ciclabili, e un innovativo, ed efficiente sistema di trasporto pubblico su rotaia denominato Personal rapid transit.
La città di Masdar sarà collegata con il contesto e con l'aeroporto internazionale grazie a delle infrastrutture di collegamento quali strade e rete ferroviaria.
 
Articolazioni delle fasi del progetto
La costruzione della città partirà nel 2009, e dovrebbe completarsi nel 2015.
Date le dimensioni e i contenuti estremamente tecnologici del progetto, la realizzazione della città avverrà su 7 fasi.
La prima fase prevede la costruzione di una centrale elettrica basata su pannelli fotovoltaici, capace di sviluppare 40000 Megawatt di energia pulita.

Fonte: http://archema.org

Consiglia questo progetto ai tuoi amici

Commenta questo progetto

Il progetto è inerente le seguenti categorie
FONTI RINNOVABILI
RISPARMIO ENERGETICO