IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Progetti > Nautilus eco-resort, zero emissioni, zero rifiuti, zero povertà

Nautilus eco-resort, zero emissioni, zero rifiuti, zero povertà


  • Luogo
    Palawan, FILIPPINE
  • Superficie di intervento
    27 000 m²
  • Progettisti
    Vincent Callebaut Architectures
  • Sito web
    vincent.callebaut.org
  • Categoria di intervento
    STRUTTURE TURISTICO ALBERGHIERE
Nautilus eco-resort, zero emissioni zero, zero rifiuti, zero povertà
Nautilus eco-resort, zero emissioni zero, zero rifiuti, zero povertà

 

Sarà realizzato nelle Filippine l'eco resort costruito unicamente con materiali di riciclo. Fotovoltaico e pareti vegetali assicureranno ottimo isolamento e autosufficienza energetica  

 

Eco resort Nautilus nelle Filippine

 

L'architetto francese Vincent Callebaut presenta il progetto dell’eco resort Nautilus che sarà realizzato a Palawan, nelle Filippine, con il solo utilizzo di materiali riciclati e sarà a zero emissioni e zero rifiuti.


La scelta delle Filippine non è casuale, l’architetto spiega infatti che si tratta di una zona altamente inquinata in cui la sopravvivenza stessa dei mari e dell’arcipelago è minacciata dalla pesca eccessiva, dal turismo di massa, dall’inquinamento massiccio causato dai rifiuti plastici e dai cambiamenti climatici.

Come conseguenza dell’eccessivo sfruttamento i coralli stanno morendo, le zone di mangrovie vengono distrutte, i fondali marini sono soffocati dall'erosione e le variegate specie di pesci stanno diminuendo pericolosamente.

D’altra parte le Filippine con le loro 7.641 isole e i 266.000 chilometri quadrati di coste, rappresentano uno dei santuari della biodiversità marina nel mondo.

 

Salvaguardare questo immenso patrimonio è possibile attraverso lo sviluppo di un turismo rispettoso dell’ambiente e la capacità di attuare misure urgenti, con il coinvolgimento della popolazione locale, per creare aree marine protette, ripristinare la gestione dei rifiuti, rivitalizzarne la biodiversità e rafforzare la protezione naturale dalle inondazioni.

 

Da queste premesse l’Architetto Callebaut ha ideato l’Eco Resort Nautilus, per un turismo etico e rispettoso dell’ambiente. Il turismo è tra le industrie più importanti a livello internazionale e il suo potenziale di contributo allo sviluppo sostenibile è quindi sostanziale.  

 L'Eco resort Nautilus è realizzato solo con materiali di riciclo


Il Nautilus è un complesso turistico ecosostenibile pionieristico, progettato per unire le conoscenze della comunità scientifica con la volontà degli ecoturisti di aiutare la protezione di un ecosistema degradato come quello filippino. Tutti gli ospiti collaboreranno con ingegneri, scienziati ed ecologisti nella protezione dell'ambiente naturale, riducendo al minimo la propria impronta ecologica, attraverso interventi mirati a preservare le risorse, gli ecosistemi endemici e il benessere delle popolazioni locali, garantendo per queste ultime anche reddito e occupazione.

Il progetto dell’eco resort Nautilus

Basate sulla biomimetica, le architetture di questo Eco-Resort si ispirano alle forme della natura.

La struttura ospita piscine naturali e cascate di giardini verticali. I due complessi principali, gli alberghi a forma di conchiglia che sembrano nascere dall’acqua e le torri di appartamenti rotanti, si snodano lungo due spirali d'orate, a ricordare la sequenza di Fibonacci, simbolo di equilibrio e armonia.

L'eco resort Nautilus ospita cascate di giardini verticali

 

Le 12 torri a spirale di varie altezze, che ospitano 54 moduli di 3 appartamenti ognuno, ruotano sul proprio asse di 360° in un solo giorno, seguendo il sole. Meravigliose terrazze panoramiche e una ricca vegetazione che ricopre le mura arricchiscono l’architettura.

 

Sono 12 le torri a spirale ecosostenibili dell'eco resort Nautilus

 

I 12 piccoli alberghi a forma di conchiglia ai piani inferiori ospiteranno spazi espositivi in cui si racconteranno in particolare le sfide ambientali e socio-culturali dell'arcipelago. Per la strutura sarà utilizzato uno speciale bio-cemento che incorpora dei microrganismi in grado di migliorarne le prestazioni.

Gli alberghi a forma di conciglia che caratterizzano l'eco resort nautilus che sorgerà nelle Filippine


Il complesso prevede inoltre la realizzazione di un centro di ricerca scientifica, una base nautica e un centro sportivo. 

L'accesso alle strutture sarà garantito principalmente da barche a vela o elettriche a fondo piatto per limitare l'impronta ecologica.

 

Eco resort nautilus nelle Filippine, progetto sostenibile e futuristico

 

Il resort sarà autosufficiente dal punto di vista energetico e alimentare, tutti i bisogni saranno infatti soddisfatti grazie alle energie rinnovabili e alla permacultura.

La politica a zero rifiuti alla base del progetto significa che i rifiuti, in un processo "Upcycling", verranno trasformati in risorse. Tutto verrà utilizzato in un’ottica di economia circolare, dai rifiuti plastici recuperati in mare alle bottiglie di vetro, dai rifiuti agricoli non commestibili alle vecchie barche.


I materiali utilizzati saranno bio, ottenuti da biomasse vegetali. Saranno utilizzati speci locale di legno tropicale proveniente da foreste eco responsabili per i pavimenti, lana di canapa per l’isolamento termico, microalghe e olio di lino per la produzione di piastrelle biologiche.

I materiali utilizzati nella costruzione dell'Eco resort Nautilus sono naturali e di riciclo

 

Nel progetto in cui la natura è centrale in ogni aspetto, ci sarà massima attenzione alla variabilità termica e ai sistemi naturali di rinnovo dell’aria, l’illuminazione sarà dinamica e soffusa.

 

L'illuminazione dell'Eco resort Nautilus sarà soffusa e naturale

 

Questo villaggio sostenibile è costruito su pali telescopici che producono, da un lato, energia termica oceanica sfruttando la differenza di temperatura tra la superficie e le acque profonde del mare e, dall'altro, energia maremotrice ricavata dagli spostamenti d'acqua causati dalle maree.

 

Le facciate e i tetti uniscono pareti vegetali, che aumentano l’isolamento termico e impianti fotovoltaici, che garantiscono un bilancio energetico positivo per l’eco resort che produrrà più energia di quanta ne consumi. L’energia in eccesso verrà ridistribuita alla comunità locale, rendendola autosufficiente attraverso una mini smart grid. 

 

Grazie al fotovoltaico l'eco resort Nautilus sarà energeticamente autosufficiente

 

Photo by Vincent Callebaut Architectures

Consiglia questo progetto ai tuoi amici

Commenta questo progetto

Il progetto è inerente le seguenti categorie
RISPARMIO ENERGETICO