IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Progetti > One World Trade Center

One World Trade Center


  • Luogo
    New York, STATI UNITI AMERICA
  • Cronologia
    - progetto: 2006
    - realizzazione: da 2006 a 2013
  • Superficie di intervento
    3 milioni di mq.
  • Importo dei lavori
    3,1 miliardi dollari
  • Progettisti
    Childs David
  • Categoria di intervento
    UFFICI

 

Il One World Trade Center, conosciuto anche come Freedom Tower  è il grattacielo che sta sorgendo sul sito delle Torri Gemelle.
L'altezza prevista è di 1776 piedi, pari a 541 metri. Il numero 1776 non è casuale, è stato scelto poiché rappresenta l'anno dell'indipendenza degli USA
La costruzione della torre è iniziata ufficialmente il 27 aprile 2006.
Altre tre torri sono previste per il sito lungo Greenwich Street, più una torre residenziale; il tutto circonda il National September 11 Memorial & Museum che è attualmente in fase di costruzione. L'area sarà inoltre sede di un museo, che evidenzia molti dei diversi aspetti del passato e del futuro World Trade Center.
In seguito all'attacco alle Torri Gemelle del 2001 c'è stato molto dibattito circa il futuro del sito.
L'Autorità Portuale di New York e del New Jersey, che ha proprio il diritto di sviluppare il sito, ha organizzato un concorso per la nuova Lower Manhattan Development Corporation per determinare il modo di utilizzare lo spazio.
Il progetto finale  prevede che la base della torre sia rivestita in vetro per affrontare le critiche per le quali la base appariva come un "bunker di cemento". Inoltre, è stato dichiarato che la torre sarà una "struttura monolitica di vetro che riflette il cielo e che viene sormontata da una antenna". Relativamente ai tempi di completamento, Larry Silverstein ha dichiarato che "per il 2012  si dovrebbe avere il WTC completamente ricostruito, più magnifico, più spettacolare di quanto non sia mai stato". La costruzione è iniziata con una cerimonia che ha avuto luogo a Ground Zero. L'edificio è progettato per essere pronto per l'occupazione nel primo trimestre del 2013.

Architettura
La Freedom Tower sarà composta di semplici simmetrie e di un disegno più tradizionale destinato a reggere il confronto con gli altri profili dei grattacieli esistenti a New York. Ci sarà inoltre una guglia come per gli altri edifici più alti, e anche visivamente ricorderanno la torre 1 del vecchio World Trade Center. La Freedom Tower sarà un simbolo di tutto il progetto e un edificio che occuperà un posto molto importante della città di New York: il cielo.
La Freedom Tower avrà un piano identificato come 102°, anche se il numero totale dei piani è 82. Questo è dovuto al fatto che vi sarà una grande zona vuota alta ben 20 piani, per motivi di sicurezza, per cui il primo piano di uffici sarà designato come 21º piano. Ci sono 68 piani di uffici dalla base, che terminano quindi all'88º piano. A seguire, è previsto un ristorante ai piani 100 e 101 e il punto di osservazione al piano 102. Al di sopra di questo, trovano posto altri due piani di servizio per arrivare fino al piano 104.

Ripartizione piani
Sottolivelli - garage / negozi / trasporti
Piano terra - piano principale
1º- 20º piano - base (non occupati)
21º - 63º piano - uffici
64º piano - Sky hall
65º - 88º piano - uffici
89º e 90º piano - attrezzature di trasmissione
91º - 100º piano - locali di servizio
100º - 101º piano - ristoranti
102º Piano - punto di osservazione
103º - 104º piano - di servizio (non occupati)
Punto più alto dell'edificio - secondo punto di osservazione (proposta)
 
Un WTC era originariamente previsto per essere completato e aperto nel 2011, ma un rapporto di ottobre 2008 della PANYNJ ha rimandato il completamento stimato della torre verso la fine del 2012, con il budget totale stimato leggermente in crescita (circa 3,1 miliardi dollari). L'edificio dovrebbe essere aperto e inaugurato nell'aprile del 2013.
Ospiterà più di 241 000 m² di uffici, ristoranti, strutture ricreative, un osservatorio e l'accesso diretto alla nuova Stazione Centrale di New York.
La torre è un concentrato di innovazioni in termini di architettura, sostenibilità e sicurezza.  
La struttura poggia su una base cubica di 61 metri per 61, (la stessa dimensione delle  fondamenta delle Torri Gemelle) e, man mano che sale, i suoi bordi dritti vengono smussati, trasformando il cubo in una serie di otto grandi triangoli isosceli.
Per quanto riguarda il rivestimento, gli architetti hanno lavorato con esperti del settore per sviluppare un vetro in grado di sopportare la pressione del vento su un edificio di tali dimensioni e soddisfare le caratteristiche di sicurezza più rigorose.
Oltre 12 000 pannelli di vetro 1,5 x 4m coprono l'edificio in tutta la sua  altezza senza montante intermedio (per la prima volta nella costruzione di un grattacielo) e permettono la massima esposizione alla luce naturale. la superficie di vetro si comporta come un caleidoscopio che da vita ad  una serie di riflessi di luce in continuo cambiamento. Sulla sommità dell'edificio sarà posto un faro che illuminerà  l'intera Manhattan.
La torre utilizza nuove tecnologie per massimizzare l'efficienza energetica e ridurre l'impatto ambientale, anche mediante l'installazione di un sistema di raccolta delle acque piovane per le piscine e per l'irrigazione degli spazi verdi.
Enorme lo sforzo in fatto di sicurezza. L'edificio incorpora sistemi di sicurezza avanzati che superano la normativa vigente a New York. Oltre ai rinforzi strutturali e di protezione antincendio (rivestimento firewall), l'edificio include filtri chimici e biologici nel sistema di ventilazione.  
All'esterno, i primi venti piani della torre sono dotati di una facciata di protezione, costituita da schermi di alluminio, per resistere alle autobombe.

Il grattacielo GREEN
Il 70% dell'energia necessaria all'edificio sarà autoprodotta grazie alle rinnovabili.
Il calore di scarto prodotto dagli impianti verrà riciclato per riscaldare l'acqua sanitaria, la base e gli ingressi dell'edificio e, con l'aggiunta di un refrigeratore ad assorbimento, il sistema sarà in grado di utilizzare il calore di scarto per il raffreddamento, riducendo sensibilmente l'impiego dei condizionatori.
Anche il vento e l'acqua giocheranno un ruolo fondamentale.
Le raffiche che battono sulle facciate saranno convertite in energia e, grazie alla domotica, nelle giornate soleggiate le luci artificiali ridurranno automaticamente la loro funzionalita', mentre tutta la progettazione e' stata pensata per massimizzare la luce naturale.
Con una media di 1.200 mm di precipitazioni annui, New York e' una delle citta' piu' piovose degli Stati Uniti: la Freedom Tower trasformera' questa caratteristica climatica in una risorsa, attraverso un sistema di raccolta delle acque piovane che saranno utilizzate per i sistemi di raffrescamento, come scorta antincendio, per l'irrigazione

 

Consiglia questo progetto ai tuoi amici

Commenta questo progetto

Il progetto è inerente le seguenti categorie
FONTI RINNOVABILI
RISPARMIO ENERGETICO
Partnership