IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Progetti > Palazzo “Mazzolani”

Palazzo “Mazzolani”


  • Luogo
    Faenza, Ravenna
  • Cronologia
    - realizzazione: 2013
  • Superficie di intervento
    6.500 metri quadrati
  • Aziende fornitrici
    COSTER TECNOLOGIE ELETTRONICHE
  • Categoria di intervento
    CENTRI POLIFUNZIONALI
Richiedi informazioni

 

Sistema di riscaldamento telegestito

L'edificio di palazzo “Mazzolani” è un immobile che occupa un intero isolato, in centro storico a faenza; è un edificio sottoposto a vincolo dalla competente Soprintendenza ai beni cultuali.
Ospita nei propri locali:

  • Un istituto scolastico (ISIA) di livello universitario
  • Gli uffici ed i depositi (non aperti al pubblico) della Pinacoteca comunale
  • I depositi (non aperti al pubblico) della sede decentrata di Faenza della Soprintendenza ai beni archelogici
  • Ulteriori depositi comunali
  • Ulteriori locali ad uso di associazioni culturali.

L'utilizzo promiscuo necessitava di riscaldamento in orari e zone diverse.

L'intervento ha comportato:

  • la sostituzione di n. 2 caldaie tradizionali con n. 2 caldaie (244 Kw + 186 Kw) a condensazione (passando da 922 Kw a 430 Kw di potenza installata);
  • la installazione di un sistema di termoregolazione/ telecontrollo e contabilizzazione come meglio descritto in seguito.

È stato installato il controllo periferico della temperatura ambiente suddividendo l'impianto di regolazione a zone così da gestire accensione, spegnimento ed il controllo della temperatura del singolo ambiente in funzione dell'utilizzo.
Su ogni termosifone è stata installata una motorizzazione auto alimentata a pila che, tramite onde wireless e relative antenne, comunica alla centrale termica la reale potenza necessaria dell'intero impianto. La centralina principale, in grado di conteggiare attraverso un software dedicato il reale consumo delle singole zone dell'edificio (somma delle stanze), varia la velocità della pompa elettronica in funzione delle valvole aperte.
I bruciatori modulanti collegati in cascata (sono stai installati n°2 generatori di calore) si adattano alla potenza richiesta e seguono una propria curva climatica interagente con la sonda esterna di temperatura.
L'impianto è telegestito a distanza attraverso la rete internet.
Quindi quotidianamente sono visibili e/o registrati i seguenti dati

  • allarmi funzionali
  • consumo MWh termici
  • potenza istantanea di funzionamento
  • numero di valvole aperte
  • carico massimo e minimo dell'impianto
  • ore funzionamento bruciatore/bruciatori
  • perdita fluido termovettore
  • temperature di esercizio

La trasmissione dei dati avviene nel modo seguente:
le testine termostatiche wireless rilevano la temperatura all'interno del locale e la confrontano con il set impostato via software remoto.
Il “set testina” viene trasmesso alle antenne che, via cavo trasmettono il segnale ricevuto alla centralina posta in centrale termica.
L'insieme dei dati viene gestito ed analizzato da un software dedicato attraverso un tecnico che si occupa della gestione degli impianti termici comunali. (l'intero parco impianti comunale, circa 55, viene telegestito e monitorato da circa 13 anni).
Il tutto viene inserito nella banca dati del Comune, confrontato ed analizzato per verificare la tendenza mensile del singolo impianto, tenendo conto dei gradi giorno e delle ore di funzionamento.
L'impianto è composto da una:
n° 2 centraline di controllo bruciatori
n°1 centralina di gestione zone e contabilizzazione periferica
n°125 testine motorizzate
n°6 antenne
n°1 inseritore di pompe gemellari così da invecchiare allo stesso modo le due pompe di circolazione ed inserirne la scorta in caso di guasto
n°1 contabilizzatore (contatore di Mwh) di energia generale in centrale termica
Il progetto ha consentito con l'adozione dei generatori a condensazione di ridurre i costi di energia primaria per MWh prodotto mantenendone le prestazioni.
Inoltre è stato possibile adattare alle singole esigenze il reale carico dell'impianto; è possibile riscaldare il singolo locale con orari e temperature diverse con il conseguente risparmio energetico.
Dal punto di vista economico l'intervento ha comportato una diminuzione della spesa da circa euro 60.000 annui (pre intervento) a circa 30.000 euro annui (post intervento).
L'intervento è stato realizzato nei mesi di luglio/settembre 2013.

Allegato_1: schema idraulico della centrale termica, dei relativi impianti e dei collegamenti
Allegato_2: schema planimetrico dei 4 piani dell'edificio con la suddivisione delle stanze e delle zone in cui è stato suddiviso l'edifico ai fini della gestione per zone.

Richiedi informazioni

TEMA TECNICO:

Efficienza energetica

Consiglia questo progetto ai tuoi amici

Commenta questo progetto

Il progetto è inerente le seguenti categorie
RISPARMIO ENERGETICO