IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Progetti > Residenza Foscolo

Residenza Foscolo


  • Luogo
    Busto Arsizio, Varese
  • Cronologia
    - progetto: da 2006 a 2007
    - realizzazione: 2010
  • Superficie di intervento
    5.000 mq
  • Progettisti
    MZ Engineering, STB: Studio tecnico Bianchi, Studio Rossi
  • Impresa
    Terra S.P.A.
  • Categoria di intervento
    RESIDENZE

 

La "Residenza Foscolo" è un edificio residenziale costruito con concetti architettonici di tipo tradizionale, che si fregia della certificazione energetica in Classe A. In cifre: una casa normale consuma 160 Kw al mq all'anno, una casa in classe A ne consuma 30 al mq, ma la "Residenza Foscolo" resta al di sotto dei 20 Kw al mq.
Il nuovo complesso residenziale (un unico edificio per 50 appartamenti con relativi box) non sarà una Classe A "incidentale", dove solo una parte della struttura rientra nei parametri, ma "integrale": sia le case esposte a Nord che quelle esposte a Sud avranno le stesse prestazioni.
Isolamenti termici ed acustici, impianti centralizzati, un sistema di pannelli radianti: sono le scelte tecnologiche che caratterizzano il nuovo immobile e che garantiranno caldo in inverno, fresco d'estate, evitando l'inquinamento prodotto dai tradizionali impianti di condizionamento.
È previsto anche un sistema di ventilazione meccanica controllata a doppio flusso, così con il ricambio d'aria sarà possibile recuperare oltre il 90% del calore dell'aria estromessa. Sul tetto, naturalmente, i pannelli solari.
La Classe A identifica inequivocabilmente la qualità di un edificio sotto il profilo del risparmio energetico nel periodo invernale. Entrare a far parte del ristretto numero di edifici residenziali in Classe A significa avere una performance energetica che rientra in un consumo al di sotto dei 30 kW/h per mq/anno.
Con un bassissimo costo d‘esercizio sarà possibile rinfrescare gli appartamenti in modo semplice e silenzioso, senza rumorosi split, creando vortici d'aria fredda dannosi alla salute ed alle allergie.
Tutti gli impianti di riscaldamento e raffrescamento sono centralizzati ma con la possibilità di gestione totalmente autonoma da parte del proprietario dell'immobile.
Tutti gli appartamenti sono realizzati per rispondere alle ultimissime normative anche in materia di isolamento acustico.
Le unità abitative sono asservite da ascensori di ultima generazione, silenziosi ma veloci, eleganti e caratterizzati da un basso costo di gestione e risparmio nei consumi elettrici.

STRUTTURE PORTANTI E COPERTURA
La struttura portante dell'edificio è realizzata in cemento armato (c.a.), le strutture verticali a pilastri e quelle orizzontali con travi di collegamento e solai del tipo a lastre in cemento ed anche con travetti ed interposti in laterizio.
Nelle strutture orizzontali e verticali in c.a. sarà prevista tutta la forometria necessaria per il passaggio delle tubazioni di ogni genere (canna fumaria, ventilazione meccanica controllata, sfiati per colonne di scarico, sfiati per cappe cucine, colonne di scarico, impianti elettrici ed idraulici, TV, ecc...).
Il tetto è realizzato in legno con struttura portante in travi lamellari. Verrà assicurata la ventilazione del tetto, oltre che la sua impermeabilizzazione e coibentazione termoacustica.

IMPERMEABILIZZAZIONI ED ISOLAMENTI
I muri controterra, ad esclusione delle paratie perimetrali o micropali, sono protetti all'esterno da guaina in materiale bituminoso fibro-rinforzato dello spessore di mm. 3, steso con giunti sovrapposti saldati a caldo, e successiva protezione con telo in pvc stampato, in accordo con la D.L..
Il successivo riempimento è realizzato con ghiaia grossa eseguito a macchina o misto proveniente da scavo.
I terrazzi, i balconi e le logge sono impermeabilizzate al pavimento con il sistema Mapelastic della MAPEI, con particolare cura dei risvolti sui muri sotto lo zoccolino e sotto le soglie delle portefinestre.
La struttura in legno del tetto è impermeabilizzata con triplo telo: barriera al vapore + telo traspirante + guaina bituminosa.
Le solette intra piano sono isolate termicamente con massetto in calcestruzzo cellulare alleggerito, oltre che acusticamente con il panno di feltro anticalpestio.
Un contributo però fondamentale all'isolamento termico dei solai tra i vari piani abitati è dato dalla posa dei pannelli del riscaldamento radiante a pavimento, come meglio descritto più avanti.
I solai confinanti all'intradosso e/o all'estradosso con zone all'aperto o comunque fredde sono ulteriormente isolate o con pannelli applicati "a cappotto" od entro controsoffitti; od inseriti nello spessore del solaio stesso e successivamente protetti da rete elettrosaldata a rinforzo del successivo massetto.

INTONACI, RIVESTIMENTI ED ELEMENTI ESTERNI
Le facciate esterne sono protette con intonaco fibrorinforzato idrorepellente e successiva rasatura di finitura protettiva, atta a ricevere tinteggiatura agli acrilsilossani, o siliconici, di aspetto opaco minerale, traspirante con elevata permeabilità al vapore acqueo e ottima resistenza agli agenti atmosferici, dato a pennello od a rullo.

VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA A DOPPIO FLUSSO (V.M.C.)
Le nuove normative in materia di risparmio energetico impongono alle nuove costruzioni una sempre maggiore tenuta delle chiusure dei serramenti esterni ed un maggior isolamento delle pareti, creando di fatto all'interno dei locali abitati uno
spazio sigillato senza passaggi e scambi d'aria ottimali.
Pertanto le unità abitative sono dotate di impianto automatico di ventilazione a doppio flusso, che consente il ricircolo e lo scambio d'aria tra i locali interni e l'ambiente esterno.
Tale impianto centralizzato prevede degli ingressi d'aria fresca dall'esterno tramite colonne collegate ad un ventilatore d'immissione. L'aria nuova, filtrata a livello del ventilatore, attraversa uno scambiatore e, prima di essere distribuita nei vari locali, recupera oltre il 90% del calore dell'aria espulsa.
Tali ingressi d'aria vengono regolati e compensati automaticamente da un dispositivo di misurazione igrometrica che interviene quando l'ambiente interno sviluppa una condensa di vapore acqueo eccessiva, che renderebbe insalubre l'appartamento.
Il percorso dell'aria attraversa tutti gli ambienti; per questo motivo sono state installate delle griglie d'areazione per il flusso d'aria in/out le varie stanze.
Infine l'estrazione dell'aria avviene tramite delle bocchette previste nella cucina e nei bagni/lavanderia, anche se già dotate di finestratura.
Tutta la V.M.C. è canalizzata tramite tubi in acciaio (od altro materiale atossico) fino ad un motore ventilatore estrattore posto all'esterno sul tetto del fabbricato. L'impianto è di tipo automatico ed autoregolante, senza cioè bisogno dell'intervento manuale del conduttore l'appartamento.

INFISSI ESTERNI
Gli infissi esterni di tutti gli appartamenti (finestre e portefinestre) sono realizzati con stile alla "lombarda" in legno finger-joint a lista intera esterna, laccati RAL a scelta della D.L. con doppia guarnizione a chiusura ermetica e sezione maggiorata per contenimento di vetrocamera con vetro basso emissivo e gas Argon, con spessore legno min. mm. 68, e comunque come richiesto dal rispetto dei requisiti termoacustici di legge per rientrare nella classificazione energetica cat. A; cerniere tipo Anuba con cappucci coordinati alla maniglia.
Particolare cura è stata adottata nella posa del falsotelaio, isolato con schiuma poliuretanica, per risolvere le problematiche di insonorizzazione e coibentazione termica.

IMPIANTO DI RISCALDAMENTO
L'impianto di riscaldamento è centralizzato, costituito da caldaia condominiale a condensazione, dimensionata per erogare istantaneamente sia il calore necessario al riscaldamento degli ambienti delle varie unità immobiliari, sia per la produzione di acqua calda ad uso domestico.
All'impianto centralizzato sono abbinati a cascata dei satelliti d'utenza per ciascuna abitazione e/o ufficio, posizionati sui vari pianerottoli in corrispondenza dell'accesso alle singole unità.
Tali moduli gestiscono la regolazione dell'impianto di riscaldamento a pannelli radianti a pavimento, del raffrescamento e la gestione dell'acqua sanitaria. Tali satelliti d'utenza hanno anche il compito di contabilizzare il consumo dell'acqua calda in appartamento tramite un conta-calorie, per un corretto riparto dei costi di gestione dell'energia termica prodotta dall'impianto centralizzato.

IMPIANTO DI RAFFRESCAMENTO
In abbinamento all'impianto di riscaldamento è stato realizzato anche un impianto di raffrescamento centralizzato per la stagione estiva tramite lo stesso sistema dei pannelli radianti a pavimento. Nei mesi caldi l'acqua del circuito a pavimento verrà raffreddata da un refrigeratore ad aria, per creare un ambiente più fresco e confortevole.
In abbinamento all'impianto centralizzato di raffrescamento è posto un sistema di deumidificazione autonomo per ogni unità immobiliare per gestire in modo automatico i valori di umidità degli ambienti.
.

Consiglia questo progetto ai tuoi amici

Commenta questo progetto

Il progetto è inerente le seguenti categorie
FONTI RINNOVABILI
RISPARMIO ENERGETICO