IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Progetti > Residenza Il Quadrifoglio

Residenza Il Quadrifoglio


  • Luogo
    Gallarate, Varese
  • Progettisti
    Paolo Brufatto
  • Impresa
    Recim s.r.l.
  • Categoria di intervento
    RESIDENZE

 

TARGA ORO in CLASSE A dalla Regione Lombardia.

Il progetto a cura dell'Architetto Paolo Brufatto di Gallarate è caratterizzato da due edifici di sei piani fuori terra più un piano interrato ed intende esaltare una concezione architettonica all'avanguardia e moderna, sviluppando appartamenti di varie metrature, tutti con ampi terrazzi e logge, ottimizzati negli spazi e studiati per ottenere il massimo comfort abitativo e soprattutto qualitativo.

Gli edifici saranno costruiti con tecnologie d'avanguardia, in tema di risparmio energetico, rispetto per l'ambiente al fine di ottenere la certificazione energetica in classe A e una nuova filosofia di costruire. 
Tutto è anche frutto di 50 anni di esperienza che ITALIAN BUILDING e lo studio di Architettura Brufatto mettono a disposizione nello sviluppo dei progetti per rendere "Residenza il Quadrifoglio" un ottimo investimento che vedrà rivalutato il suo valore nel tempo.

"Residenza il Quadrifoglio" è tra  i primi edifici a Gallarate a possedere la TARGA ORO in classe A dalla Regione Lombardia, ciò significa eliminare notevolmente le spese di riscaldamento e dell’elettricità condominiale, nel massimo del rispetto dell’ambiente.

"Residenza il Quadrifoglio" è sinonimo di edilizia ad alto risparmio energetico e di un modo di abitare sano.
In un’epoca caratterizzata dalla costante riduzione delle riserve di petrolio con relativo aumento del prezzo. Quando si tratta di costruire e ristrutturare, oltre ai fattori ecologici entrano in gioco anche quelli economici. "Residenza il Quadrifoglio" coniuga il benessere con il risparmio economico.
 
La tecnologia fotovoltaica consente di trasformare l'energia solare in energia elettrica.

Vista la disponibilità illimitata dell’energia solare, ITALIAN BUILDING ha deciso di utilizzare in Residenza il Quadrifoglio le applicazioni fotovoltaiche per produrre energia elettrica utilizzabile  per l'impianto di riscaldamento e per le parti comuni, come ed esempio l’illuminazione dei vani scala o dei porticati esterni, i cancelli, l'ascensore ed altro ancora.

Sono stati installati sulle coperture di entrambi gli edifici più di 200 mq di pannelli fotovoltaici di ultima generazione che produco fino a 32 KW di energia elettrica gratuita e sopratutto senza inquinare l'ambiente.

Impianto di ventilazione meccanica e deumidificazione con recupero del calore

L’impiego di isolanti termici di qualità e la perfetta tenuta garantita dai serramenti sono due grandi conquiste della tecnologia che ci permettono di vivere in ambienti più confortevoli termicamente ed acusticamente, quindi più efficienti e meno costosi nella gestione. La vita in un ambiente sigillato può riservare delle sorprese: come eliminare l’accumulo di odori e vapore causati dalla presenza umana? Pensiamo solo per un attimo a come si concentra l’anidride carbonica (CO2) in un ambiente sigillato verso l’esterno! Recenti ricerche stanno poi mettendo in evidenza come i vari agenti inquinanti presenti all'interno delle nostre case abbiano degli effetti tutt’altro che trascurabili...  ancor più è necessario favorire un corretto e costante ricambio dell’aria all'interno delle abitazioni.

La conseguenza più grave delle condense che si formano sulle pareti è l’apparire delle muffe con terribili effetti:

  • Alterazione dell’aspetto dei locali
  • Degrado delle finiture interne
  • Odori sgradevoli
  • Allergie

La vera causa del formarsi delle muffe è quindi l’umidità, più precisamente quella contenuta, sotto forma di vapore acqueo, nell’aria interna ai locali; questa può essere abbassata ricorrendo ad un preciso ricambio dell’aria.

Per eliminare le macchie e le muffe occorre quindi:

  • Ventilare gli ambienti per evacuare il vapore acqueo utilizzando la ventilazione meccanica controllata
  • Isolare, se necessario, i ponti termici

Al problema delle muffe va aggiunto quello dell’inquinamento dell’aria, basti pensare che una persona a riposo produce 22 l/h di anidride carbonica (CO₂) ed un ambiente è considerato salubre quando la concentrazione di anidride carbonica non supera 1,5 l/m³. Due persone che abitano la stessa stanza per 4 ore producono 176 l di CO₂ pari a 3 l/m³ (riferito ad una stanza di 54 m³). Se poi consideriamo che normalmente in una camera da letto due persone dormono in media 8 ore a notte, la concentrazione di CO₂ può arrivare a valori di 6-7 l/m³, circa quattro volte il valore ritenuto ideale. All’anidride carbonica prodotta dagli esseri umani va aggiunta poi quella prodotta dalle piante presenti in casa ed altri inquinanti dovuti ai prodotti chimici derivanti da lavaggi, lavastoviglie, lavatrici ecc.

 
 
 - VIVERE A 5 STELLE
 

LA SOLUZIONE:

La ventilazione meccanica controllata consiste nel creare un flusso d’aria costante e nel garantire il ricambio attraverso delle immissioni opportunamente dimensionate senza dover più aprire le finestre disperdendo calore e quindi bollette più alte.

Un impianto di ventilazione meccanica controllata è schematicamente composto da:

• un unità comprendente i ventilatori d’estrazione e d’immissione, il recuperatore di calore e il sistema filtrante: questa unità permette di recuperare il calore dall’aria in uscita e di cederlo all’aria in entrata precedentemente filtrata; deve rispondere alle esigenze di silenziosità, ridotto consumo energetico, basso indice d’usura e minime necessità di manutenzione ordinaria.

• bocchette d’estrazione: estraggono a ciclo continuo l’aria dall’alloggio. Vengono poste nelle cucine, bagni, lavanderie e in tutti quei locali che necessitano d’estrazione.

• bocchette d’immissione: immettono a ciclo continuo l’aria nell’alloggio. Vengono installate nei vani nobili quali camere da letto, soggiorni, studi ecc.

 
 
 - VIVERE A 5 STELLE
 

Un impianto di ventilazione come quello qui utilizzato aiuta notevolmente a risparmiare sul riscaldamento perchè eviterete di aprire inutilmente le finestre in inverno per i ricambi d'aria giornalieri e inoltre si ricordi che per scaldare un ambiente umido si consumano più calorie che per un ambiente secco e giustamente ventilato. 
Ecco come ITALIAN BUILDING pensa alla vostra salute, alla salute del nostro pianeta e ai vostri risparmi.

TEMA TECNICO:

Solare fotovoltaico

Consiglia questo progetto ai tuoi amici

Commenta questo progetto

Il progetto è inerente le seguenti categorie
FONTI RINNOVABILI