IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Progetti > TerraCielo

TerraCielo


  • Luogo
    Rodano, Milano
  • Cronologia
    - realizzazione: da 2010 a 2011
  • Progettisti
    Maiocchi Pellegrini Architetti Associati
  • Team progettuale
    Ivan Patergnani, Politecnico di Milano - Dipartimento di Building Environment Science and Technology (BEST)
  • Impresa
    Trivella s.p.a.
  • Categoria di intervento
    RESIDENZE

 

Si tratta di un complesso pilota di Architettura Ecosostenibile unico in Lombardia.
57 unità abitative, su uno o due livelli, inserite nel meraviglioso contesto naturale del Parco Agricolo Sud Milano e Riserva Naturale Sorgenti della Muzzetta.
TerraCielo è il frutto di un nuovo modo di progettare e costruire, il cui carattere fondamentale è l'attenzione particolare prestata a tutti gli aspetti riguardanti
- la massimizzazione del comfort
- la minimizzazione dei consumi energetici
- la compatibilità ambientale.

Ogni realizzazione è un'esperienza unica, in un ambiente unico, è qualificata da caratteristiche proprie e da risorse che possono essere sfruttate in modo ottimale, grazie a una stretta e intelligente integrazione tra progettazione architettonica e progettazione energetica e impiantistica.

Concept architettonico
L'idea progettuale di TerraCielo Rodano prevede un intervento perfettamente integrato con gli equilibri di un contesto ambientale che si è costruito, delineato nel tempo con pazienza e saggezza, con la prudenza contadina, con l'attenzione al giusto rapporto tra gli spazi edificati e gli spazi aperti, al giusto rapporto tra la terra e il cielo. Un progetto radicato nella terra, quindi nella cultura del luogo, ma con lo sguardo rivolto agli orizzonti del bel paesaggio lombardo, intesi come obiettivi, risultati da raggiungere. Un intervento, quindi, che cerca nell'armonia delle forme architettoniche l'attenzione per quell'equilibrio energetico che si delinea all'orizzonte come il più importante degli obiettivi che oggi chi progetta e costruisce, deve porsi.
La scelta tipologica progettuale adottata si armonizza con l'ambiente sia per gli ingombri volumetrici sia per i richiami storici alla cascina lombarda. La progettazione ha intenzionalmente perseguito una volontà di integrazione coniugando elementi mutuati dall'architettura tradizionale ed elementi moderni, fortemente caratterizzanti. In tal modo, a tratti tipici dell'architettura tradizionale locale (i portici, le balconate, i pilastri in mattoni a vista, le capriate in legno e, in generale, la distribuzione degli edifici raccolti intorno a una corte centrale) si affiancano, integrandosi armoniosamente, spunti originali di forte innovazione, come le coperture piane per i pannelli fotovoltaici, la lunga teoria di finestre incorniciate nelle facciate verso l'esterno dell'area, il giardino-corte centrale con gli specchi d'acqua e i pergolati, le planimetrie interne.
Particolare attenzione è stata posta alla progettazione degli spazi interni alle varie unità immobiliari, sempre mettendo in relazione l'interno con l'esterno per ottenere la massima visibilità nell'equilibrio del rapporto tra la vita al chiuso e quella all'aperto. I due edifici più lunghi, orientati nord-sud, dispongono di passaggi trasversali coperti a piano terra, che permettono ulteriori visuali dall'esterno e, di conseguenza, anche dall'interno verso l'esterno.

Concept energetico-ambientale
Gli aspetti di sostenibilità energetica e ambientale, curati dal Politecnico di Milano, hanno costituito uno dei fulcri intorno ai quali si è articolato il progetto TerraCielo. Fin dalle prime fasi della sua elaborazione, infatti, particolare attenzione è stata dedicata alle sinergie realizzabili tra componenti costruttivi, configurazione architettonica e dotazioni impiantistiche, allo scopo di consentire la realizzazione di un organismo edilizio ad alte prestazioni, in termini di risparmio di risorse e di drastica riduzione degli impatti su aria, acque e suoli.

Impianto fotovoltaico condominiale
Carattere fondamentale del progetto è l'utilizzo su scala notevole di energie da fonti rinnovabili.
Escluso il ricorso a fonti di energia fossile (compreso il metano), la scelta dell'impianto di climatizzazione basato su pompe di calore geotermiche a bassa entalpia alimentate elettricamente trova la propria naturale integrazione con un impianto solare fotovoltaico.
L'impianto fotovoltaico condominiale è collocato nell'area verde situata a nord degli edifici e su alcune pensiline situate al centro della corte.
Fornisce tutta l'energia elettrica necessaria per la climatizzazione invernale ed estiva.
La struttura che supporta i pannelli solari crea zone di ombra e luce che possono essere attrezzate con sedute in muratura o altre attrezzature d'arredo.
All'esterno del campo solare l'area è in parte pavimentata con grigliato erboso, in parte è seminata a prato e piantumata con cespugli e può essere attrezzata per i giochi dei bimbi.
Per meglio concretizzare gli obiettivi prefissati, il progetto architettonico è stato analizzato dettagliatamente al calcolatore con il software EnergyPlus, simulandone il comportamento energetico specifico, ora per ora, durante un anno tipo.
Questo approccio rappresenta uno degli aspetti maggiormente all'avanguardia dell'operazione, in quanto, a differenza delle metodologie convenzionali che fanno riferimento a dati meteorologici ed occupazionali medi e producono risultati puramente indicativi, nel caso in oggetto è stata creata una sorta di realtà virtuale, molto prossima a quella effettiva, in grado di testare preventivamente le performance che gli edifici saranno in grado di offrire durante il loro ciclo di vita.
La morfologia degli edifici, pur nel pieno rispetto dei vincoli urbanistici, è stata pensata per porsi secondo una logica interattiva rispetto al contesto climatico locale, in maniera tale da ottimizzare gli scambi di energia tra interno ed esterno.
Pareti esterne, coperture, solai a terra e serramenti sono stati progettati allo scopo di raggiungere eccellenti caratteristiche termofisiche, con elevati livelli di isolamento e di inerzia termica: fattori che consentono di ridurre al minimo i fabbisogni di climatizzazione, sia per il riscaldamento, sia per il raffreddamento.
Il sistema impiantistico è stato messo a punto al fine di esaltare le peculiarità low energy delle architetture, soprattutto per quanto riguarda la climatizzazione invernale ed estiva che richiede minimi consumi di energia.
Grande cura è stata prestata nella progettazione e nella realizzazione dei dettagli, per eliminare i ponti termici e garantire grande durabilità.
Oltre agli eccellenti valori di isolamento termico, l'involucro è stato progettato per fornire ottime prestazioni di isolamento acustico.
Il sistema integrato edificio-impianto così concepito si pone in primo piano per livello prestazionale ed eccellenza ambientale, dimostrando come sia possibile coniugare piacevolezza dell'abitare con risparmio energetico, compatibilità ambientale e notevoli economie di gestione.
 
Involucri energeticamente efficienti
Pareti esterne, coperture, solai a terra e serramenti sono stati progettati allo scopo di raggiungere eccellenti caratteristiche termofisiche, con elevati livelli di isolamento e inerzia termica, fattori che consentono di ridurre al minimo i fabbisogni di energia, sia per il riscaldamento che per il raffrescamento.
Il sistema impiantistico è stato messo a punto al fine di esaltare le peculiarità low energy delle architetture, integrando un sistema di produzione di energia termica particolarmente efficiente con dispositivi che consentono di utilizzare le energie rinnovabili disponibili.
Grande cura è stata prestata nella progettazione e nella realizzazione dei dettagli, per eliminare i ponti termici e garantire durabilità ai componenti costruttivi.
Oltre agli eccellenti valori di isolamento termico, l'involucro è stato progettato per fornire ottime prestazioni di isolamento acustico.
Il sistema integrato edificio-impianto così concepito si pone in primo piano per livello prestazionale ed eccellenza ambientale, dimostrando come sia possibile coniugare piacevolezza dell'abitare con risparmio energetico, compatibilità ambientale e notevoli economie di gestione.
 
Impianti fotovoltaici privati
Ad alcuni appartamenti sarà assegnato un impianto fotovoltaico asservito alla propria utenza elettrica. Questi appartamenti beneficeranno dell'energia elettrica generata, da contabilizzare in regime di "scambio sul posto", aumentando ulteriormente il proprio livello di autonomia energetica.
 
Utilizzo efficiente dell'acqua
L'impianto di irrigazione dei giardini privati e condominiali è alimentato, tramite una rete idrica duale, con acqua piovana di recupero o acqua prelevata dalla falda stoccata in una vasca di accumulo interrata.
La rete duale alimenta anche le cassette di risciacquo dei servizi igienici. Ciò consente di limitare in misura rilevante il consumo di acqua potabile.
Ogni appartamento è dotato di attacchi di acqua calda anche per le utenze lavastoviglie e lavatrice, evitando in tal modo l'uso inefficiente di energia elettrica per la produzione diretta di energia termica.
 
Parco Sud
Il complesso è adiacente al Parco Agricolo Sud Milano.
L'attenzione per la salvaguardia dei confini del parco ha permesso di conservare una forte integrazione tra l'ambiente urbano e quello naturale.
L'istituzione Parco Sud ha infatti contribuito in misura determinante alla conservazione di suolo libero e inedificato, destinato all'attività agricola, indispensabile per l'equilibrio ecologico dell'area metropolitana.
Il sito è a breve distanza dalla Riserva Regionale Sorgenti della Muzzetta, il più grande fontanile in Provincia di Milano e singolare oasi naturalistica.
La zona è caratterizzata dalla presenza in gran numero di rogge e cascine storiche, piste ciclabili e percorsi naturalistici che suscitano l'interesse e la godibilità paesaggistica della zona.

Consiglia questo progetto ai tuoi amici

Commenta questo progetto

Il progetto è inerente le seguenti categorie
FONTI RINNOVABILI
RISPARMIO ENERGETICO