IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Progetti > Val D’Oca Wine Center

Val D’Oca Wine Center


  • Luogo
    Valdobbiadene, Treviso
  • Cronologia
    - progetto: da 2007 a 2008
    - realizzazione: da 2008 a 2011
  • Superficie di intervento
    3390 mq
  • Committente
    VAL D'OCA Cantina Produttori di Valdobbiadene
  • Progettisti
    Busato Devis, Masiero Rodrigo, Pellizzari Matteo, Santinello Caterina
  • Categoria di intervento
    INDUSTRIE

 

Un sistema collinare irregolare, dove la vite ricopre con continuità tutti gli spazi di terra disponibili, è il segno distintivo di Valdobbiadene. E' in questo contesto che la Cantina produttori Val d'Oca promuove la costruzione di un edificio da affiancare all'area produttiva esistente, per la vendita e la degustazione dei vini e dei prodotti tipici e per dotare l'azienda di una nuova immagine.
Il progetto pone le basi per la realizzazione di un luogo osmotico, punto di incontro nel quale si mescolano pubblico e privato, coltivatore e consumatore, un elemento che trasforma e sviluppa contemporaneamente le logiche di mercato e fruizione strettamente connesse all'attività produttiva.
Il progetto asseconda la dinamicità di questa collocazione, cercando di conferire eleganza e leggerezza ad un volume comunque importante per dimensione ed estensione.
Un muro-insegna si snoda lungo la strada provinciale marcando un nuovo limite, un segno che dà forma a nuovi spazi e propone nuove occasioni di utilizzo. Inspessito e annullato fino a smaterializzarsi in prossimità degli edifici esistenti, il nuovo fronte propone un'inedita quinta scenografica sui vigneti e sulla cantina esistente.
Addizioni e sottrazioni del volume principale creano continui giochi di luci ed ombre che interrompono la linearità di facciata. Percorsi sospesi e terrazze suggeriscono nuove prospettive sia sul paesaggio che sull'edificio stesso.
Un volume sospeso in aggetto per 8 metri sul piazzale di ingresso, diviene invece la vera vetrina della cantina, luogo della
degustazione dove i vini vengono esposti ed apprezzati direttamente da appassionati e consumatori.
Il sistema delle percorrenze delinea la forma del piazzale di ingresso, mettendo in continua tensione interno ed esterno, mettendo in comunicazione il vuoto urbano del piazzale con il contesto circostante.
Il forte legame tra paesaggio, contesto produttivo e realtà locale viene sottolineato dalla sempre diversa fruizione e percezione degli spazi.
L'edificio si sviluppa su una superficie di 3390 metri quadri, di cui 490 metri quadri di spazio vendita ed esposizione disposti su due livelli fuoriterra e un deposito interrato. Al piano terra l'edificio ospita gli spazi destinati alla vendita ed esposizione dei prodotti, mentre al primo piano si trovano la sala degustazione interna ed esterna destinate ad accogliere eventi enogastronomici e culturali, ed un'area amministrativa.
L'attenzione al risparmio energetico e l'utilizzo di fonti di energia rinnovabile soddisfano quasi totalmente il fabbisogno energetico dell'edificio: impianto fotovoltaico in guaina di silicio amorfo integrato nella copertura produce 17 kWp, sistema di sonde geotermiche e pompe di calore reversibili, isolamento a cappotto e serramenti in vetro selettivo.
L'intervento si distingue inoltre per la partecipazione di maestranze locali e l'utilizzo di materiali riciciclati e certificati.
Un design essenziale e rigoroso, capace al contempo di generare spazi accoglienti, contraddistingue l'arredamento in legno di pero ed okite dell'area vendita ed esposizione.
L'illuminazione è caratterizzata dall'accostamento di elementi diffusori e faretti da incasso orientabili a minimizzarne la presenza sull'esposizione e sui vini.
Una sottostruttura a profili metallici fissati direttamente alle pareti in c.a. sostiene un sistema di pannelli in alluminio forato. Questa controfacciata esterna si estende per una superficie di 620 mq, con un disegno che rimanda all'effervescenza delle bollicine del prosecco. Durante le ore serali si smaterializza diventando un'insegna luminosa sulla
strada che cambia colore in riferimento al tipo di evento che si sta svolgendo al suo interno.
 
Energia e Sostenibilità
Materiali e componenti:
- Involucro edilizio: struttura in c.a., cappotto esterno in polistirene espanso, cappotto interno in lana di roccia. Trasmittanza parete isolata a cappotto: 0.22 W/mqK
Trasmittanza copertura: 0.23 W/mqK
- Serramenti: vetri basso emissivi e alluminio a taglio termico. Trasmit.: 1.3 W/mqK
- Pavimentazione terrazze esterne: listoni compositi di legno e plastica, riciclati dai materiali in eccesso derivati dalla fabbricazione di etichette
b - Tecnologie innovative o sperimentali:
- Illuminazione controfacciata: Sistema a led composto da 70 spot da 9W e 6 spot da 3W. Potenza nom.: 650W
- Sistema di distribuzione del calore: pannelli radianti a pavimento per riscaldamento e raffrescamento
- Sistema di ventilazione: unità esterna VRF, unità trattamento aria
c - Sistemi attivi:
- Impianto fotovoltaico: guaina in silicio amorfo General Solar. Potenza nominale: 18 kWp
- Impianto geotermico: 11 sonde geotermiche prof. 100 mt (32 kW t. / 67 kW f.), pompe di calore reversibili
d - Sistemi passivi:
- Sistema frangisole: controfacciata in alluminio verniciato (620 mq)

Wine center di Val D'Oca 1° al SAIE Selection 2011
Foto Andrea Garzotto

Consiglia questo progetto ai tuoi amici

Commenta questo progetto

Il progetto è inerente le seguenti categorie
FONTI RINNOVABILI
RISPARMIO ENERGETICO