1° Rapporto sulla Produzione Scientifica in Energie Rinnovabili, Italia 6A

Studio nato con l’obiettivo di confrontare la posizione della ricerca italiana nel settore delle Energie Rinnovabili rispetto al contesto internazionale

L’ISES Italia, in occasione di Key Energy di Rimini, ha presentato, durante il convegno “Efficienza energetica: esperienze italiane a confronto per una sostenibilità energetica”, i risultati del 1° Rapporto sulla Produzione Scientifica in tema di Energie Rinnovabili, realizzato dall’Osservatorio Nazionale di ISES Italia.

I dati sono stati elaborati partendo dall’analisi dei principali indicatori bibliometrici disponibili, contenuti nelle banche dati ISI Web of Science di Thomson-Reuters e SCIval di Scopus. E’ stato così sviluppato un indice rappresentativo per l’anno 2014 – IGP Index (Index Green Paper), che sintetizza con un punteggio tre fattori: il numero delle riviste internazionali maggiormente utilizzate dalla comunità scientifica (IGP riv), la nazionalità dei ricercatori affiliati alle pubblicazioni (IGP aff) e l’impatto scientifico in termini di numero di citazioni ricevute e qualità della sede di pubblicazione (IGP cit).

Su 154 Paesi presi in considerazione, la ricerca scientifica italiana nel settore delle energie rinnovabili è al sesto posto nel mondo. Medaglia d’oro alla Cina seguita da USA, UK, Germania e Australia. Dietro l’Italia ci sono Giappone (7°), India (8°), Canada (9°), Corea del Sud (10°), Francia (11°) e Spagna (12°).

Il Prof. Umberto Di Matteo, Presidente di ISES Italia commenta così i dati: “L’IGP index elaborato dal nostro Osservatorio è lo strumento che mancava per comprendere definitivamente quanto la ricerca scientifica italiana riesca a essere un’eccellenza nel mondo nonostante il poco sostegno che riceve a livello pubblico, la pesante crisi economica del sistema privato e la conseguente “fuga dei cervelli” all’estero. Le energie rinnovabili e le tecnologie per la green economy sono la risposta, l’elemento che può invertire la rotta, perché uniscono l’alto valore scientifico con il grandissimo potenziale per l’economia nazionale. La nostra Associazione è da sempre schierata dalla parte della ricerca, della scienza e della cultura, a favore di uno sviluppo realmente eco-compatibile, attraverso un’attività di comunicazione tecnica e divulgativa che favorisca il consolidamento di una cultura della sostenibilità”.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento