IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Approfondimenti > Il fotovoltaico invisibile

Il fotovoltaico invisibile

Una soluzione estetica per ridurre i consumi energetici degli edifici, compatibile anche con abitazioni storiche o sottoposte a vincolo paesaggistico

A cura di: Claudia Capperucci

La tegola fotovoltaica in alternativa ai pannelli in zone sottoposte a vincolo paesaggistico

 

Tegole, coppi e scandole solari sono l’alternativa ai pannelli fotovoltaici e si utilizzano nei casi in cui i criteri di integrazione architettonica siano molto rigidi, come per gli edifici storici o per strutture sottoposte a vincolo paesaggistico. Ma anche nelle ristrutturazioni e nelle nuove costruzioni, laddove si voglia perseguire un alto coefficiente estetico. Si tratta di elementi in cotto o in resine di vario tipo dotati di celle solari per la conversione dell’energia della luce e del sole in elettricità.

 

Solarteg propone tegola fotovoltaica GTFV100 assicura efficienza, perfetta integrazione e una rapida installazione

Solarteg ha sviluppato e produce la grande tegola fotovoltaica in vetroresina, GTFV100, per l'integrazione del solare negli edifici coniugata ad efficienza, sicurezza ed estetica.

Tipologie

Le tegole si distinguono principalmente in tre gruppi (per dimensioni e materiali utilizzati): le marsigliesi, in cotto con l’alloggio della cella fotovoltaica al centro, le portoghesi, in cotto, con alloggio laterale (entrambe possono essere realizzate anche in plastica) e quelle trasparenti, ovvero realizzate in policarbonato, PVC o vetro e con la cella posizionata al bordo in una sottile striscia.

I coppi sono in cotto e vengono ricoperti da una lamina flessibile di silicio amorfo.

 

Coppo fotovoltaico in cotto di Industrie Cotto Possagno

Coppo fotovoltaico in cotto di Industrie Cotto Possagno: con circa 17 metri quadrati di copertura si ottiene 1,00 kWp di potenza. Il sistema può essere integrato in una copertura esistente, sostituendo solo i metri quadrati interessati. Garanzia di potenza minima del 90% dopo 10 anni e dell’ 80% dopo 20 anni.

 

Infine per questo stesso utilizzo esistono le scandole, in resina, su cui sono incollate le celle a film sottile. La scelta dipende molto dal tipo di progetto, si può dire comunque che le tegole sono più economiche e facili da installare rispetto ai coppi. Inoltre garantiscono una totale dissimulazione della cella, essendo questa integrata al loro interno. 

Vantaggi e svantaggi rispetto agli impianti tradizionali

Il principale vantaggio di tegole e coppi, rispetto ad un impianto fotovoltaico tradizionale è, indubbiamente, la resa estetica.

 

Tegosolar ® è la tegola fotovoltaica ad altissima tecnologia, integrata architettonicamente nella copertura.

Tegosolar di Tegola Canadese è la tegola fotovoltaica ad altissima tecnologia, integrata architettonicamente nella copertura.

 

Tegole e coppi sono, inoltre, più facili da installare, date le loro ridotte dimensioni e, proprio per queste, si possono posizionare dove si desidera anche con soluzioni di continuità e in maniera discontinua, per evitare ingombri di sorta (comignoli, lucernari, antenne). Inoltre non è necessario forare il tetto per fissare i pannelli, quindi massima impermeabilità garantita.

 

Di svantaggioso rispetto agli impianti tradizionali le tegole e i coppi hanno, invece, il costo (compreso indicativamente tra 40 e 100 euro a pezzo) e la resa inferiore rispetto ai pannelli fotovoltaici. Per realizzare un impianto servono almeno 500 pezzi, quindi il prezzo complessivo (esclusa la posa in opera) parte da 20 mila euro, contro i circa 6 mila euro di un buon impianto fotovoltaico dalla resa analoga (3kW).

Incentivi e detrazioni

L’Ecobonus è stato prorogato al 2018, quindi anche per gli impianti realizzati a partire dal 1° gennaio di quest’anno è possibile beneficiare delle detrazioni fiscali, per uno sconto pari al 50% dell’importo.

 

Solar, nuovo coppo fotovoltaico invisibile di Dyaqua

 Solar, nuovo coppo fotovoltaico invisibile di Dyaqua che inoltre impermeabilizza il tetto dell'edificio in modo più efficiente rispetto al classico coppo in cotto

TEMA TECNICO:

Solare fotovoltaico

Consiglia questo approfondimento ai tuoi amici

Commenta questo approfondimento

Le ultime notizie sull’argomento
05/10/2018

- 17% per fotovoltaico, eolico e idroelettrico nei primi 8 mesi del 2018

Anie Rinnovabili ha pubblicato l'Osservatorio FER di agosto che mostra ancora un calo, -17%, delle installazioni nei primi 8 mesi dell'anno rispetto al 2017.      Nel periodo gennaio-agosto 2018 le nuove installazioni di fotovoltaico, ...

03/10/2018

La Cina sperimenta per la prima volta finestre fotovoltaiche e isolanti

I ricercatori della South China University of Technology hanno sviluppato un prototipo di finestra fotovoltaica in grado di svolgere due funzioni differenti e molto importanti: produrre energia ed isolare termicamente.   a cura di Tommaso ...

28/09/2018

Blockchain al servizio della digital energy

Il settore energetico è protagonista di una vera e propria trasformazione digitale, verso un modello di produzione decentralizzata e distribuita di energia elettrica, in cui gli acquisti e le vendite di energia elettrica saranno certificati ...

28/09/2018

Le osservazioni di Anie Rinnovabili sullo schema di Decreto FER

ANIE Rinnovabili, che ha analizzato la bozza di Decreto ministeriale di incentivazione alle FER, esprime molta soddisfazione per la programmazione su base triennale e la possibilità di installazione di moduli fotovoltaici a seguito della bonifica da ...

24/09/2018

Detrazione del 50% per sistemi di accumulo collegati al fotovoltaico

L'Agenzia delle Entrate rispondendo all'interpello di un contribuente ha chiarito che l'acquisto di un sistema di accumulo collegato al fotovoltaico, sia contestuale che successivo all'installazione dell'impianto solare, dà diritto alla detrazione del ...

21/09/2018

Monitoraggio GSE delle fonti rinnovabili nelle regioni italiane

Il GSE ha pubblicato i dati statistici sui consumi di energia rinnovabile nelle Regioni italiane, con monitoraggio degli obiettivi burden sharing.        Ai sensi del Decreto Legislativo 28 del 3/3/11 e del Decreto 11/5/2015 del ...

11/09/2018

Bozza nuovo decreto rinnovabili con incentivi al fotovoltaico

Sta girando in questi giorni la bozza del nuovo Decreto Rinnovabili, già approvata da Ministro dello Sviluppo Economico, che prevede incentivi per gli impianti alimentati da rinnovabili, tra cui il fotovoltaico per il periodo 2018/2020 e introduce il ...

10/09/2018

A luglio le rinnovabili coprono il 36,6% della domanda di energia. In calo il fotovoltaico

A luglio 2018 la domanda di energia è aumentata dell’1,3% rispetto allo stesso mese del 2017. Tengono le rinnovabili grazie alla buona performance dell'idroelettrico (+13,9%); calano fotovoltaico, eolico e ...