Advertisement
IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Approfondimenti > Green Economy e edilizia: alcuni esempi di “edifici riciclati”

Green Economy e edilizia: alcuni esempi di “edifici riciclati”

Il riciclo e il riuso dei materiali in edilizia è ormai più che realtà. Una pratica che favorisce la sostenibilità e riduce l’impatto ambientale dei nostri edifici, grazie alla ricerca di soluzioni sempre più nuove ed efficaci.

A cura di: Arch. Gaia Mussi

Riciclo dei materiali in edilizia

 

Indice:

Un edificio può essere "rispettoso” dell’ambiente in vari modi, ad esempio selezionando attentamente i materiali con cui costruire. Tutte le materie prime e i prodotti edili, infatti, a seconda del punto di prelievo, di come vengono trasportati, lavorati e poi smaltiti, hanno un certo impatto sull’ambiente. Infatti, ogni operazione che l’uomo compie su di essi è causa di consumo di energia e di emissioni di CO2.

 

Per questo la soluzione migliore è un approccio che guardi all’intero ciclo di vita di un prodotto (dalla culla alla tomba), così da permettere un bilancio ambientale completo e veritiero. Proprio ragionando in quest’ottica è possibile vedere nella fase di fine vita una grande opportunità di miglioramento: offrire una seconda vita ad un prodotto o a un materiale.

Il riciclo in edilizia: la green economy conviene

Sono davvero tantissimi i materiali che già oggi, una volta arrivati al termine del proprio ciclo di vita, vengono destinati al riciclo e al riutilizzo.

 

Questo è importante perchè in Italia, circa un terzo dei rifiuti prodotti arriva proprio dal settore edile. Un’idea sulla situazione attuale è data dal Rapporto dell’Osservatorio Recycle, un’iniziativa promossa da Legambiente che offre una fotografia sull’uso dei materiali riciclati.

 

Uso di materiali riciclati in edilizia

 

Anche da un punto di vista normativo la spinta al riciclo dei rifiuti edili è sempre più forte e si è posto l’obiettivo di riuscire a raggiungere nei prossimi anni anche livelli di riciclo pari al 70% dei rifiuti prodotti. I vantaggi che offre la green economy sono molti, come la riduzione del prelievo di materia prima e di emissioni di CO2.

 

Possono essere riciclati gli inerti, i laterizi, la plastica, la gomma, il vetro, il legno, vecchie membrane bituminose, fibre tessili, carta, cartone e molto altro. Lo sviluppo tecnologico oggi permette di ricorrere a lavorazioni sempre più efficienti, che non solo garantiscono ottimi risultati in termini di prestazioni dei materiali ottenuti, ma anche un notevole risparmio energetico. Infatti, aumentano anche gli esempi di edifici in cui si sono utilizzati materiali che da rifiuti sono diventati nuovi prodotti.

Green Ecomony: alcuni esempi

EcoARK, Taiwan

Questo edificio, sito a Taipei, è un emblema della potenzialità del riciclo in edilizia.

 

EcoARK a Taiwan, costruito con 1 milione di bottiglie di plastica

EcoARK con bottiglie di plastica riciclate, Credit: Miniwiz SED

 

La costruzione è stata realizzata con ben 1 milione e mezzo di bottiglie di plastica riciclate, su progetto dell’architetto Arthur Huang e di Miniwiz, una start up che fonda il suo business sul riciclo dei rifiuti. Si tratta di un esempio dell’applicazione del principio delle tre R: Riduci, Riusa e Ricicla.

 

EcoARK è un padiglione che ospita eventi e fiere di diversa natura, alto nove piani e realizzato con mattoni ottenuti con plastica riciclata. Si tratta di un materiale resistente, che ha permesso la costruzione di un edificio non solo sostenibile, ma anche sicuro. Il fabbricato si presenta trasparente, con facciate fissate ad una struttura in acciaio. I moduli composti dai mattoni riciclati hanno una texture che ricorda (appositamente) il fondo di una bottiglia. A rendere ancor più sostenibile EcoARK, il sistema fotovoltaico posto in copertura che permette il funzionamento dell’edificio.

 

Juventus stadium, Torino

Il Nuovo stadio della Juventus è stato progettato con attenti criteri progettuali e di sostenibilità, tra cui l’uso di molti materiali provenienti dalla demolizione del vecchio stadio, riutilizzati e riciclati. Nella costruzione del nuovo stadio sono stati utilizzati 40 mila metri cubi di calcestruzzo frantumato come sottofondo.

 

 

Juventus stadium Torino

 

Dello stadio precedente sono stati utilizzate anche 5 mila tonnellate di acciaio appositamente ritrattati, 2 mila tonnellate di vetro e 300 tonnellate di alluminio. Lo stadio presenta, poi, tutta una serie di soluzioni per il risparmio energetico, l’utilizzo di fonti rinnovabili e la riduzione dello spreco di acqua.

 

Brittany House, Francia

Brittany House è un’abitazione situata nel nord della Francia e realizzata interamente con materiali riciclati. Le pareti dell’edificio sono costituite da pneumatici riempiti di terra.

 

La prima fase della realizzazione dell’edificio ha visto la costruzione di una stanza circolare, chiamata “Rotonda”. Successivamente sono state costruite altre stanze, come le camere da letto, la cucina e il bagno. Tutto l’edificio è composto da pneumatici in disuso, che formano un tamponamento che protegge l’interno dagli agenti atmosferici e dagli sbalzi di temperatura. I proprietari hanno predisposto anche un sistema per il riciclo delle acque e per la produzione di energia solare.

 

riciclo di pneumatici in edilizia

Consiglia questo approfondimento ai tuoi amici

Commenta questo approfondimento

Le ultime notizie sull’argomento
27/05/2020

Seafire Resort: l’eco-resort di lusso che strizza l’occhio all’ambiente

Oltre al comfort e al lusso dei suoi spazi, il resort sostenibile presenta diverse caratteristiche ecologiche, tra cui energia solare, illuminazione a led, materiali da costruzione riciclati, piante autoctone e persino una illuminazione turtle ...

22/05/2020

Rispetto della tradizione e innovazione

Sono iniziati a Bolzano i lavori di costruzione dell'albergo La Briosa. Il progetto firmato dagli architetti Felix Perasso e Daniel Tolpeit unisce sapientemente il rispetto delle tradizioni altoatesine e un design innovativo     Tradizione e ...

15/05/2020

Progettata a Dallas la parete verde più alta del Nord America

La società di investimenti Rastegar Property Company ha annunciato l'intenzione di realizzare a Dallas la parete verde vivente più alta del Nord America sulla facciata di un grattacielo di 26 piani.   a cura di Tommaso ...

05/05/2020

The Rainbow Tree: il grattacielo in legno con la doppia certificazione ambientale

La città di Cebu nelle Filippine ospita uno dei progetti architettonici più innovativi mai realizzati. L’uso combinato del legno con le tecniche di progettazione bioclimatica passiva e con le fonti rinnovabili, riduce la sua impronta di ...

04/05/2020

Rice House: alimentare l’economia circolare con la paglia di riso

Nell’ambito di un incontro virtuale organizzato dall’università di Pavia l’Architetto Tiziana Monterisi ha spiegato i principi che governano Rice House, start up nata dalla ricerca di soluzioni sostenibili e alternative ...

28/04/2020

Le proposte di Rete IRENE per rilanciare la filiera dell’edilizia post coronavirus

Rete IRENE ha avanzato, attraverso la pubblicazione di un Manifesto, 10 proposte concrete e specifiche finalizzate al rilancio della filiera edilizia per il post-emergenza da coronavirus.     La situazione con la quale l’Italia si ...

09/04/2020

Una galleria d’arte che produce energia dalla forza delle onde

La costa di Sochi, in Russia, potrebbe ospitare la Hydroelectric Sculpture Gallery, una galleria d’arte parzialmente sommersa. Oltre ad essere autosufficiente, grazie all’energia prodotta dal moto ondoso soddisferà ...

03/04/2020

Dune House, una casa vacanze nelle dune del Massachusetts

Una casa vacanze scolpita nelle dune di sabbia, completamente autosufficiente dal punto di vista energetico che conta sulla raccolta e riciclo dell’acqua piovana. Iper sostenibile per invertire il contributo dell’edilizia al cambiamento climatico, ...