IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Approfondimenti > Recuperatori di calore e sistemi di ventilazione aiutano gli edifici a risparmiare energia

Recuperatori di calore e sistemi di ventilazione aiutano gli edifici a risparmiare energia

Ottimizzazione dei consumi e recupero di calore e acqua, ecco il lato green dei recuperatori di calore e dei sistemi di ventilazione

 

Recuperatori di calore e sistemi di ventilazione rappresentano un connubio vincente quando, in un edificio, si vogliono ottenere risparmio energetico e ottima qualità dell’aria.  La normativa europea 2010/31 impone che i nuovi edifici rispettino, per edifici costruiti a partire dal 31 dicembre del 2020, le caratteristiche elencate per la realizzazione di strutture battezzate nearly zero energy building (nZEB), ovvero ad energia quasi zero, anticipando a dicembre 2018 la scadenza per i nuovi edifici pubblici.

 

Rispettare i nuovi criteri energetici significherà, quindi, seguire alcune semplici regole e tenere bene a mente la definizione che la Comunità Europea ha elaborato per chiarire cosa sia un edificio ad energia quasi zero.

Si definisce nZEB, edificio a energia quasi zero, “ogni edificio che risponderà a precisi requisiti tecnici":

  • l’indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale (EPH);
  • l’indice di prestazione termica utile per la climatizzazione estiva, compreso l’eventuale controllo dell’umidità (EPC);
  • l’indice di prestazione energetica globale, espresso in energia primaria non rinnovabile (EPglnr);
  •  l’indice di prestazione energetica globale, espresso in energia primaria totale (EPgl).

Recuperatori di calore e sistemi di ventilazione giocano un ruolo fondamentale nella costruzione dei nuovi edifici a basso impatto ambientale.

Le abitazioni ad alta efficienza energetica sono infatti molto ben coibentate termicamente ma necessitano di un buon sistema di ventilazione e recupero termico che assicura, senza che si debbano aprire le finestre con una dispersione del calore o del fresco, che ci sia un continuo ricambio d'aria negli ambienti chiusi, un clima sempre sano e un risparmio in bolletta.

 

Un sistema di Ventilazione Meccanica Controllata è composto da un apparecchio che fa  circolare e rinnova l'aria all'interno degli edifici, scambiandola con quella all'esterno, recuperando il calore così da ottimizzare l'efficienza energetica dell’edificio. Assicura dunque salute e benessere abitativo e, regolando il livello di umidità, impedisce che si formino muffe negli ambienti.

 

Nelle nuove costruzioni vengono installati sistemi VMC centralizzati realizzati attraverso un dispositivo centrale e un sistema di canalizzazione integrato generalmente nel pavimento, nel soffitto o nelle pareti delle varie stanze, che fornisce l'aria.  

 

I sistemi di ventilazione HomeVent® comfort FRS (180) di Hoval sono piccoli ma performanti dispositivi per la ventilazione meccanica controllata in grado di recuperare calore ed umidità dall’aria, con elevati livelli di risparmio energetico ed efficienza.

 

HomeVent® comfort FRS (180) per abitazioni di Hoval

 

Grazie alle dimensioni ridotte HomVent è di facile istallazione e può essere posizionato a parete, a soffitto o a pavimento garantendo negli ambienti la giusta umidità, l’assenza di pollini e trasformando le muffe in un lontano e insalubre ricordo. Il sistema Hoval permette di stare in casa avendo l’impressione e il comfort dell'essere all’aperto, con il giusto grado di calore, evitando le correnti d’aria e con la possibilità di recuperare l’umidità contenuta nell’aria e l’energia termica, con un notevole guadagno anche economico. Un alleato che permetterà di rispettare l’ambiente e salvaguardare le tasche, aumentando la vivibilità degli ambienti chiusi, con un coefficiente di rendimento fino al 130% di cui l’87% è dato dal recupero di calore e il 43% dal recupero di umidità.

 

 

 

“Con il passaggio d’aria nello scambiatore di calore entalpico di Hoval HomeVent, costituito da una matrice in alluminio e rivestito con una resina a scambio ionico antibatterica, le particelle di vapore acqueo e l’energia presenti nel flusso vengono trasportare dall’aria espulsa all’aria esterna. Nei piccoli condotti all’aria ripresa vengono sottratti il calore e l’umidità (molecole di vapore acqueo) per poi cederli all’aria immessa”.

 

 

 

Nei casi di riqualificazione edilizia di edifici esistenti, in cui spesso è difficile inserire il il sistema di canalizzazione, si può installare un un sistema decentralizzato di ventilazione per il ricambio dell'aria nelle singole stanze, che non richiede sistemi di canalizzazione.

 

L'impianto di ventilazione per abitazioni compatto Vitovent 200-D di Viessmann è pensato per il ricambio d’aria controllato e la ventilazione nelle singole stanze. L'aria fresca viene filtrata e riscaldata mediante lo scambiatore di calore a flussi controcorrente. Il recupero di calore dall'aria di scarico arriva al 90%.

 

Inoltre il sistema decentralizzato per la ventilazione meccanica controllata di singole stanze Vitovent 200-D può essere fornito con un sensore per la rilevazione della qualità dell’aria che varia automaticamente il tasso di ricambio aria in funzione, ad esempio, della concentrazione di CO2, garantendone un funzionamento silenzioso e all‘insegna del risparmio energetico.

 

Ventilare risparmiando energia è invece il motto dell’azienda Nicoll, che ha immesso sul mercato recuperatori di calore e sistemi di ventilazione in grado di soddisfare i nuovi criteri in campo di edilizia sostenibile, contribuendo al raggiungimento di una classe energetica elevata che soddisfi i nuovi standard green. RECUPERO Plus+ è infatti in grado di favorire il naturale ricambio dell’aria eliminando il rischio di muffe causate dall’eccessiva umidità dell’aria negli ambienti chiusi. Gestito elettronicamente e regolato mediante un piccolo telecomando wifi il funzionamento di RECUPERO Plus+ garantisce il raffrescamento o il riscaldamento dell’aria interna sfruttando l’aria in uscita, con un recupero del calore pari all’85% .

 

TEMA TECNICO:

Efficienza energetica

Consiglia questo approfondimento ai tuoi amici

Commenta questo approfondimento

Le ultime notizie sull’argomento
20/09/2018

Relazione annuale sullefficienza energetica 2017: una sbirciata ai documenti inviati dal MISE allEuropa

E’ dello scorso 28 maggio una news, sul sito web del Ministero dello Sviluppo Economico, dal titolo “Obiettivi di efficienza energetica al 2020: a che punto siamo? ” in cui il Ministero presenta il livello di conseguimento dei ...

13/09/2018

In GU il decreto per il controllo Enea sulle detrazioni

Sulla Gazzetta dell'11 settembre è stato pubblicato il Decreto che definisce le procedure per l'esecuzione dei controlli da parte di ENEA sulla sussistenza delle condizioni per la fruizione delle detrazioni fiscali per gli interventi di efficienza ...

07/09/2018

Una villa ad alta efficienza energetica con SPA

A Brembio, in provincia di Lodi è in via di realizzazione uno dei primi progetti Ecolibera, con tetto fotovoltaico, piscina e SPA.    a cura di Silvia Giacometti     Ecolibera non è solo un progetto ma un concetto ...

29/08/2018

Efficienza energetica, a che punto siamo?

Dal 6 al 9 novembre 2018 torna a Rimini Key Efficiency, importante evento dedicato all’efficienza energetica a 360° in ambito industriale e residenziale     Il tema dell’efficienza energetica negli ultimi anni è diventato ...

16/07/2018

Efficienza energetica scuole, prorogata la scadenza del fondo Kyoto

Prorogata al 30 dicembre 2018 la scadenza per accedere al Fondo Kyoto per interventi di efficientamento degli istituti scolastici     Il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa rende noto che è stato posticipato di sei mesi, ovvero al 31 ...

06/07/2018

Il rifugio sul Monte Bianco efficiente e sostenibile

Installati 28 pannelli fotovoltaici sulla facciata sud del Rifugio Torino e un sistema di recupero per l'acqua piovana che hanno permesso la riduzione delle emissioni di CO2 e un miglioramento dell'efficienza energetica     E' stato realizzato ...

03/07/2018

Italia al primo posto per le politiche di efficienza energetica

Pubblicato il Rapporto ACEEE: se si vogliono raggiungere gli obiettivi di Parigi, è necessario migliorare gli sforzi in tema di efficienza energetica. La classifica dei 25 paesi più energivori     ACEEE, American Council for an ...

22/06/2018

Ok allaccordo UE per obiettivo efficienza energetica del 32,5%

Commissione europea, Consiglio Ue e Europarlamento hanno raggiunto un nuovo accordo su efficienza energetica e Governance che prevede un obiettivo di efficienza del 32,5% entro il 2030 e dello 0,8% di risparmio energetico annuo per il ...