Advertisement

Bando UE ‘Ner300’, fondi per l’energia rinnovabile

1 miliardo di euro per la lotta contro i cambiamenti climatici a 19 progetti in 12 paesi

Sono 19 i vincitori della seconda call del bando “Ner300” dell’Unione europea – iniziativa della Commissione Ue e della Banca europea per gli investimenti (BEI) – dedicato alla lotta ai cambiamenti climatici, con il quale sono stati assegnati fondi per un totale di un miliardo di euro distribuiti tra dodici Paesi Ue. Finanziati anche due progetti italiani, uno in Puglia e uno in Sicilia.

Vengono sostenuti progetti dimostrativi di nuove tecnologie per la produzione di energia da fonti rinnovabili e per la cattura e lo stoccaggio del carbonio su larga scala. I progetti europei selezionati saranno operativi entro il 2018 e permetteranno di aumentare la produzione annua di energia rinnovabile nell’Ue di quasi 8 terawatt/ora (TWh), l’equivalente del consumo elettrico annuo combinato di Cipro e Malta. I progetti NER 300 consentiranno inoltre di creare diverse migliaia di posti di lavoro durante la fase di costruzione e di funzionamento. L’impianto dimostrativo del Ccs intende catturare 1,8 milioni di tonnellate di CO2 l’anno, quanto quella emessa su strada da oltre un milione di autoveicoli.

I fondi provengono da entrate derivanti dalla vendita di quote di emissione nel sistema ETS dell’UE, principale misura dell’Unione Europea in attuazione del Protocollo di Kyoto per ridurre le emissioni di gas serra nei settori industriali, che fissa un tetto massimo al totale delle emissioni permesse a tutti i soggetti vincolati dal sistema, ma consente ai partecipanti di acquistare e vendere sul mercato quote di emissione di CO2 secondo le loro necessità, all’interno del limite stabilito.
I progetti finanziati riguardano diverse  tecnologie: bioenergia, energia solare a concentrazione, energia geotermica, energia fotovoltaica, energia eolica, energia oceanica, reti intelligenti e, per la prima volta, cattura e stoccaggio del carbonio, che si aggiudica il finanziamento maggiore di 300 milioni di euro.
2 i progetti italiani: ‘Puglia Active Network’ che riceve un finanziamento di 85 milioni di euro e vuole dimostrare come sia possibile una gestione ‘attiva’ di rete e distribuzione di energia su larga scala, aumentando la possibilità di usufruire di rinnovabili.

‘Mazara Solar’ invece potrà contare su un finanziamento di 40 milioni di euro per un impianto solare a concentrazione (CSP) innovativo della capacità di 50 MW, che sarà costruito nella Sicilia occidentale.

Connie Hedegaard, Commissaria UE responsabile per l’Azione per il clima, ha dichiarato “Con questi progetti, che rappresentano una novità assoluta, contribuiremo a proteggere il clima e a rendere l’Europa più indipendente dal punto di vista energetico. Il miliardo di euro assegnato oggi consentirà di raccogliere altri 900 milioni di euro in investimenti privati: in Europa verranno spesi quasi 2 miliardi di euro per le tecnologie rispettose del clima”.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Incentivi e finanziamenti agevolati

Le ultime notizie sull’argomento