Burocrazia eolica, Italia più rapida della media UE

Nel corso della European Wind Energy Conference and Exhibition di Varsavia è stato presentato dell'Associazione Europea dell'Energia Eolica (Ewea) il primo rapporto di Wind Barries con interessanti dati sui tempi della "burocrazie eolica" nei ventisette stati membri, considerando i tempi di attuazione dei progetti eolici e raccogliendo informazioni su modalità amministrative e barriere esistenti per l'accesso alla rete.
Per ottenere l'autorizzazione a realizzare un parco eolico in Italia è sufficiente un anno e mezzo, dato importante e molto positivo se si considera che la media europea si aggira sui tre anni e mezzo. In Finlandia bastano 8 mesi, mentre in Portogallo sono necessari 58,3 mesi.
La ragione di questo divario va ricercata soprattutto nella carenza di chiare linee guida che potrebbero garantire uno snellimento delle procedure burocratiche . La durata dell'iter amministrativo, infatti, non è solo legata al numero di autorità ed enti che vanno contattati.
Notevoli, infine, le differenze tra gli impianti eolici onshore e quelli offshore. Realizzare un parco eolico sulla terraferma richiede in media 42 mesi. Le installazioni offshore necessitano invece solo di 18 mesi.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Eolico

Le ultime notizie sull’argomento