Cerimonia di consegna del Premio Internazionale Architettura Sostenibile

Riconoscimento firmato Fassa per progetti attenti al costruire sostenibile nel mondo

Cerimonia di consegna del Premio Internazionale Architettura Sostenibile

Progetto ONOMICHI U2

Premio Internazionale Architettura Sostenibile Fassa

Scuola secondaria nel villaggio di Roongin Cambogia

Premio Internazionale Architettura Sostenibile Fassa

Progetto “Casa DCS”

Il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara ospita il prossimo 9 luglio la Cerimonia di consegna del Premio Internazionale Architettura Sostenibile, promosso dall’Università degli Studi di Ferrara attraverso il Dipartimento di Architettura e dall’Azienda Fassa Bortolo.

Il riconoscimento giunto alla sua undicesima edizione, promuove progetti di architettura che sappiano rispettare e coesistere con l’ambiente circostante, per una visione del costruire sostenibile nel mondo.

Il Premio Architettura Sostenibile è diviso in due sezioni che si alternano negli anni, nei pari è dedicato alle “Tesi di Laurea, Master e Dottorato” sviluppate nel territorio italiano, negli anni dispari, come l’attuale, riguarda le “Opere realizzate” e vede la partecipazione di Studi di Architettura e Ingegneria di tutto il mondo che, attraverso le loro opere possono fornire un contributo fondamentale allo sviluppo e alla diffusione di una cultura sostenibile nelle costruzioni edili.

A conferma dell’interesse sempre maggiore nei confronti del premio, a questa undicesima edizione si sono iscritti più di 130 Studi di Architettura provenienti da diversi paesi (Stati Uniti, Brasile, Cile, Corea del Sud, Singapore, Scozia, Repubblica Ceca e molti altri). L’internazionalizzazione ha inoltre coinvolto da sempre anche i membri della Giuria, che negli anni ha visto architetti, professori e ingegneri di altissimo valore che hanno creato una community rimasta vicina alla manifestazione, con l’apporto di contributi e spunti culturali legati alla divulgazione dell’architettura sostenibile. La Giuria è stata presieduta da Thomas Herzog e composta da MuckPetzet (Mendrisio, Svizzera), Philippe Samyn (Bruxelles, Belgio), Luca Emanueli e Gianluca Frediani (Università di Ferrara).

Per quanto riguarda i progetti vincitori Thomas Herzog sottolinea che “proprio nell’ambito dell’evoluzione del termine “Sostenibilità”, sono stati capaci di “integrarsi in maniera adeguata alle condizioni del contesto, fornendo risposte ottimali alle necessità di vita dei fruitori. Si tratta di architetture che si possono definire “appropriate”, perché nascono dalla piena conoscenza dei luoghi, dallo studio e comprensione del loro funzionamento e dal rispetto della cultura locale”.

Medaglia d’oro

“Suppose Design Office Co.”(Giappone), Progettisti Makoto Tanijiri e Ai Yoshida, Progetto ONOMICHI U2 (Hiroshima), con la rigenerazione di un capannone industriale, re-interpretazione di una tipologia di spazio molto comune nel territorio, declinato su bisogni del tessuto circostante che vengono soddisfatti in uno spazio innovativo che li accomuna e non li mette in contrasto, con un utilizzo del suolo molto circoscritto in un’area che necessariamente deve conservare la quantità preziosa di spazi verdi circostanti.


2 Medaglie d’argento ex aequo

ASF – Architetti Senza Frontiere, Italia ONLUS, con il progetto di una nuova scuola secondaria nel villaggio di Roongin Cambogia, realizzata nel rispetto delle tecnologie e dei materiali tradizionali locali, cercando però una chiave di lettura compositiva che si avvalga dei saperi dell’architettura sostenibile, con il calcolo dei flussi e dei movimenti d’aria, insieme ad uno studio solare che permette il corretto soleggiamento/ombreggiamento delle aule nelle ore diurne più calde.

Arch. Giuseppe Gurrieri e Arch. Valentina Giampiccolo con il progetto “Casa DCS”, riutilizzo e riqualificazione di un antico edificio in Sicilia, dove in una situazione congestionata come quella della città di Ragusa, viene trovata una soluzione per una palazzina a scopo residenziale ottimale nel rapporto con l’esistente che però riesce, in una zona soggetta a tutela ambientale, ad essere pienamente auto-sufficiente ed eco-sostenibile, sfruttando knowhow vernacolari dell’architettura locale.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Premi e Concorsi

Articoli

Fassa Bortolo

Fassa Bortolo è un marchio storico nel mondo dell’edilizia, leader in Italia e tra i più ...

Le ultime notizie sull’argomento