Consegnati a Nextbuilding gli European GreenBuilding Awards

Si è svolta ieri a Milano in occasione della giornata di apertura di The Innovation Cloud, l’attesa cerimonia di premiazione dei GreenBuilding Award, il prestigioso riconoscimento del Joint Research Centre della Commissione Europea, che dal 2006 intende stimolare l’adozione di sistemi efficienti nell’edilizia non residenziale.

Gli edifici sono responsabili di circa il 40% del totale dei consumi energetici in Europa. Le innovazioni introdotte dai vincitori hanno consentito un risparmio medio del 51%, dimostrando quanto l’obiettivo dell’efficienza nell’edilizia sia possibile e contribuisca in modo concreto al raggiungimento degli obiettivi stabiliti dalla Commissione Europea per il 2020. Entro la fine del 2020, ma già dalla fine del 2018 per quelli pubblici o ad uso pubblico, ogni nuova costruzione in Europa dovrà essere “a energia quasi zero”, e un processo di trasformazione verso l’energia quasi zero dovrà essere avviato anche per il patrimonio edilizio esistente. Gli edifici a energia quasi zero, definiti dalla Direttiva europea sugli edifici del maggio 2010, sono edifici ad alte prestazioni, con una bassissimo fabbisogno energetico coperto in parte o completamente con le fonti rinnovabili.

In concorso 112 progetti provenienti da 6 Paesi Europei (Austria, Germania, Svezia, Olanda, Polonia, Danimarca) tra cui i 10 vincitori del premio presentati per la prima volta nel corso della cerimonia. Costruzioni nuove o riqualificazioni di edifici già esistenti che vanno da poche centinaia a oltre 27 000 m2.

“Oltre al beneficio economico dato dal risparmio sulle bollette per i proprietari degli immobili, investire in questa nuova edilizia sostenibile porterà vantaggi per l’economia nazionale sotto forma di un riequilibrio della bilancia commerciale, per le minori importazioni di energia, e di un aumento dell’occupazione nel settore”, ha detto Lorenzo Pagliano di eERG del Politecnico di Milano, coordinatore del convegno Nextbuilding.

Di seguito i riferimenti dei progetti premiati.

Edifici di nuova realizzazione:

– Siemens AG Siemens – Real Estate, Germania: edificio adibito ad asilo, risparmio energetico pari a 57,2%.

– Park Naukowo- Technologiczny “EuroCentrum” Sp.z.o.o, Polonia: ufficio, risparmio energetico pari a 56,5%.

– Institute of Science and Technology (IST), Austria: sede di un centro ricerche, risparmio energetico pari a 56,2%.

– KPC, Danimarca: uffici e hotel, risparmio energetico pari a 45,6%.

– Centrovox Kabelvertriebs Gesellschaft, Austria: risparmio energetico pari a 38%

Edifici riqualificati:

– MA 34 – Building and Facility Management, Austria: ufficio, risparmio energetico pari a 75%

– Landschaftsverband Westfalen-Lippe, Germania: museo, risparmio energetico pari a 65,2%

– Orgelfabriken Fastighets AB, Svezia: ufficio, risparmio energetico pari a 65%.

– Svenska Kyrkan I Goteborg, Svezia: chiesa, risparmio energetico pari a 62,2%

– Mc Donald’s, Olanda: ristorante, risparmio energetico pari a 54,8%.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Premi e Concorsi

Le ultime notizie sull’argomento