Dal 2007 investiti 22 mld grazie all’Ecobonus, i dati di Enea sull’efficienza energetica

Presentato dall’Enea il IV Rapporto sull’Efficienza Energetica, grazie all’efficienza risparmiati 2 miliardi di euro in bolletta

Dal 4° “Rapporto sull’Efficienza Energetica” (RAEE), strumento di monitoraggio realizzato dall’ENEA e presentato a Roma lo scorso 11 giugno, emerge innanzi tutto che le politiche adottate in Italia a supporto del settore rappresentano un importante volano per sostenere l’economia e la crescita del paese.  
L’Italia, infatti, grazie alle politiche nazionali per l’efficienza energetica ha risparmiato 7,55 milioni di tonnellate di petrolio equivalenti (Mtep) all’anno, cioè oltre 2 miliardi di euro di minori importazioni di gas naturale e petrolio, evitando la produzione di 18 milioni di tonnellate di CO2. I 7,55 Mtep di risparmi derivano dalla maggiore efficienza ottenuta con il meccanismo dei Certificati Bianchi (3,4 Mtep), dall’introduzione di standard minimi di prestazione energetica (2,4 Mtep), dagli incentivi nei trasporti (0,9 Mtep) e dagli ecobonus (altri 0,9 Mtep).

Rispetto a quanto fissato dal PAEE 2014, il Rapporto evidenzia che è già stato raggiunto oltre il 20% dell’obiettivo di efficienza previsto per il 2020, grazie soprattutto a settori quali il residenziale e l’industria.

Un dato molto importante emerso dal Rapporto è che grazie alle detrazioni fiscali, dal 2007 al 2013, oltre 2 milioni di famiglie hanno investito 22 miliardi di euro per riqualificare energeticamente le proprie abitazioni, con un indotto di 40 mila occupati in media l’anno.

Per il settore dell’efficienza, è importante il ruolo delle banche, come emerge dall’indagine dell’ABI contenuta nel Rapporto, l’86% degli istituti di credito ha infatti messo a punto prodotti dedicati all’efficienza, ma per sbloccare realmente i finanziamenti occorrono linee guida per la replicabilità dei progetti, nonché audit e rating per valutarne la qualità.   

“L’ENEA, in qualità di Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica, si candida a svolgere un ruolo di riferimento e garanzia per l’intero settore, affinché le opportunità offerte  dall’efficienza possano effettivamente realizzarsi’’, il Commissario ENEA  Federico Testa.   

Sul fronte delle aziende sono più del 33% quelle che intendono investire in efficienza energetica nei prossimi tre anni, anche se oltre il 90% del campione intervistato chiede meno burocrazia, semplificazione normativa e un quadro finanziario più stabile. 

Scarica l’executive Summary del 4° “Rapporto sull’Efficienza Energetica”

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Efficienza energetica

Le ultime notizie sull’argomento