Energia dai rifiuti, nuovo impianto a Taranto

L'Amiu ha presentato a Taranto il progetto per realizzare un nuovo impianto di trattamento della frazione organica dei rifiuti solidi urbani, che costerà 21 milioni di euro.
Ideato dall'ingegner Cosimo Natuzzi, sarà in grado di sottoporre a fermentazione anaerobica oltre alla frazione organica dei rifiuti solidi urbani, anche sottoprodotti di origine agricola, creando importanti sinergie sul territorio.  
L'impianto avrà una potenzialità complessiva di 40mila tonnellate l'anno, di cui 32mila di rifiuti solidi urbani e il resto derivante da sfalci e potature. Da questa materia prima deriverà una produzione di biogas capace di generare una produzione di energia elettrica pari a circa 17.000.000 kilowatt. Questo nuovo impianto adotta la migliore tecnologia disponibile per il trattamento della frazione dei rifiuti organici da raccolta differenziata e risulta di strategica importanza per il territorio tarantino.
Fonte Il corriere della Sera

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento