Eolico. Aper: Nel 2009 cresciuto 30% in Italia con 1.109 nuovi MW

Il 2009 è stato per l'eolico italiano l'anno della conferma. Secondo il report 2009 sull'eolico dell'Aper, pubblicato in occasione dell'Assemblea annuale dell'Associazione, 1.109 MW di nuova potenza installata – pari ad un incremento di circa 30% rispetto al 2008 – evidenziano un tasso di crescita costante della fonte e determinano il raggiungimento di una potenza eolica complessiva di 4.845 MW sul territorio italiano. Un risultato, per l'Aper, da considerarsi incoraggiante soprattutto in relazione alle difficoltà che l'ultimo anno ha presentato, a partire dalla crisi economica mondiale e la conseguente difficoltà di accesso al credito. A nuova potenza installata corrisponde un incremento della produzione di energia da fonte eolica stimata per l'anno 2009 in 6,7 TWh, che corrispondono al 2,1% del fabbisogno complessivo. Gli studi più recenti stimano il potenziale di MW eolici installabili sul territorio italiano in oltre 16.000 MW, anche in vista di uno sviluppo degli impianti eolici off-shore realizzati in mare. Le regioni che maggiormente ospitano impianti si confermano la Puglia con 1.158 MW e la Sicilia con 1.116 MW, regione che si distingue per un tasso di crescita di circa 41% rispetto al 2008. Da sottolineare il risultato della Calabria, che nell'arco del 2009 ha più che raddoppiato la potenza eolica installata. Sul fronte mercato si segnala l'ingresso di nuovi produttori di energia da fonte eolica, le quote principali tuttavia rimangono in mano agli operatori più consolidati che si spartiscono quasi equamente poco più della metà del mercato. Per quanto riguarda il mercato delle turbine eoliche, le macchine Vestas rimangono saldamente le più diffuse, seguite da Gamesa ed Enercon. E' da sottolineare che l'ultimo anno ha visto l'arrivo sul mercato di turbine italiane, prodotte da Leitwind. Confermata la tendenza tecnologica degli ultimi anni: al crescere dell'installazione di turbine cresce anche la potenza media unitaria delle turbine eoliche che a fine 2009 si attesta a 1.144 kW.
In Europa l'Italia si colloca sul podio dei paesi con maggiore eolico installato, sebbene largamente dietro alla Germania, che rimane la regina del vento europeo con 25.777 MW, ed alla Spagna (19.149 MW). Immediatamente a ridosso dell'Italia si trova la Francia (4.492 MW), seguita dal Regno Unito (4.051 MW). Grandi aspettative sono ancora riposte in paesi con grande potenziale ancora quasi interamente inesplorato come la Polonia e la Svezia. I primi segnali del mercato già vedono l'anno 2010 sotto il segno di una continuità con la crescita dell'anno appena trascorso. Ciò significa che l'Italia, proprio per le caratteristiche del suo territorio, ha ancora un notevole potenziale da esplorare, conclude Aper.
 
Fonte www.lastampa.it – Ambiente

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Eolico

Le ultime notizie sull’argomento