Infobuild energia

BEE, il recuperatore di calore protagonista del risparmio energetico

Nuova norma UNI TS 11300 – 2 :2019: con BEE migliora la classe energetica dell’edificio

La nuova UNI TS 11300-2:2019, pubblicata il 7 febbraio 2019, considera la riduzione di energia primaria in presenza del recuperatore di calore descrivendo le modalità di calcolo della prestazione energetica relativa al servizio acqua calda sanitaria e inserendo nel calcolo i recuperatori di calore da reflui di scarico di acqua calda sanitaria.

Grazie a BEE, il recuperatore di calore di INNOVA, è possibile recuperare dal 30% al 40% di energia per acqua calda sanitaria.

BEE: recuperatore di calore

Come funziona BEE?

BEE è il recuperatore di calore di INNOVA che consente di recuperare più di un terzo del calore contenuto nelle acque di scarico.

Il calore recuperato è reso disponibile direttamente all’erogatore, al bollitore o allo scaldabagno, registrando una riduzione dell’energia necessaria per la produzione di acqua sanitaria.

Grazie al recuperatore di calore è possibile, quindi, migliorare la classe energetica dell’edificio, rispondendo ai requisiti della nuova norma.

BEE, recuperatore di calore - Messa in opera
BEE, il recuperatore di calore di Innova

Risparmio energetico con BEE

La norma UNI TS 11300 – 2 identifica l’energia termica utile per la produzione di acqua calda sanitaria con il termine QW,sys,out.

Questa energia dipende principalmente dai l/g di fabbisogno e dalla differenza di temperatura dell’acquedotto e dell’acqua calda sanitaria erogata.

Grazie al recuperatore di calore BEE è possibile diminuire il delta della temperatura fornendo acqua ad una temperatura superiore rispetto a quella dell’acquedotto.

Si determina, così, un nuovo fabbisogno di energia utile del servizio, al netto del recuperatore, denominato QW,sys,out rec. che diventa il punto di partenza per il nuovo calcolo del fabbisogno di energia primaria e determina un minor fabbisogno energetico e un conseguente risparmio.

Utilizzando il recuperatore di calore BEE si otterrà un abbassamento del fabbisogno energetico che implica, a parità di l/g di acqua calda sanitaria, una riduzione della fonte energetica rinnovabile necessaria per giungere alla quota di energia rinnovabile termica del 50% del DLgs. n. 28/2011.

Le prestazioni certificate di BEE

Il funzionamento di BEE è certificato dall’istituto RSE, Ricerca sul Sistema Energetico, che nel 2016 ha pubblicato una relazione con i risultati della sperimentazione di un reale impianto nel quale si è scelto di utilizzare il recuperatore BEE, presso il laboratorio RSE di Terni.

BEE, coppia aperto/chiuso
RICHIEDI INFORMAZIONI E DOCUMENTAZIONE TECNICA
Innova
RICHIEDI INFORMAZIONI A
INNOVA

su BEE