Fotovoltaico: la transizione verso il 4° Conto Energia secondo ANIE/GIFI

ANIE/GIFI ha organizzato oggi a Parma una tavola rotonda sulla situazione attuale del fotovoltaico in Italia e sulle prospettive del settore alla luce dell'approvazione del Decreto Legislativo sulle Rinnovabili.
Si è trattato di un importante momento di confronto tra i numerosi operatori presenti durante il quale ANIE/GIFI ha presentato la propria proposta per gestire al meglio il passaggio dall'attuale sistema di incentivazione a quello che sarà in vigore dal 1 Giugno 2011.
"I due principi fondamentali per gestire al meglio la transizione – dichiara Andrea Brumgnach, Consigliere GIFI-ANIE, responsabile della Commissione Comunicazione & Marketing intervenuto oggi alla tavola rotonda – sono quelli di salvaguardare gli investimenti già avviati e di evitare l'adozione di ogni misura che provochi distorsioni al mercato come è successo nel caso del Salva Alcoa."
ANIE/GIFI ha anche presentato durante il dibattito le linee generali della proposta in via di definizione per il 4° Conto Energia che sarà discussa nei prossimi giorni con il Ministero dello Sviluppo Economico.
 
Le istanze dell'industria fotovoltaica italiana sono:
• l'incentivo deve essere considerato come un mezzo per accompagnare da un lato il mercato alla maturità e dall'altro l'industria nazionale alla piena competitività;
• l'incentivo può essere ridotto in maniera graduale parallelamente alla riduzione dei costi dei sistemi fotovoltaici in modo da dare stabilità al mercato;
• la struttura del 4° Conto Energia dovrebbe premiare l'autoconsumo e continuare a sostenere la rimozione di eternit ed i premi per l'efficienza energetica.
 
"Sono sicuro che – conclude Brumgnach – sulla base di questi principi, la nostra proposta potrà garantire uno sviluppo sostenibile del mercato, una maggiore indipendenza energetica del nostro paese e la creazione di molti altri posti di lavoro qualificati lungo tutta la filiera."
 
Entro i primi giorni della prossima settimana dovrebbe arrivare la bozza del provvedimento attuativo del Decreto Rinnovabili.
Lo ha annunciato il Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani, che nei giorni scorsi, insieme al Ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo, ha incontrato presso il dicastero di via Veneto i rappresentanti dei sindacati nazionali per un confronto sul decreto rinnovabili. Gli esponenti del governo hanno illustrato alle parti sociali le ragioni della nuova programmazione degli incentivi alle fonti verdi che l'esecutivo sta definendo, in particolar modo la necessità di impiegare in modo più efficace le risorse disponibili per favorire una crescita reale e di lungo periodo del tessuto produttivo di questo settore.
 
 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Conto Energia, Solare fotovoltaico

Le ultime notizie sull’argomento