Italia vicina agli obiettivi di efficienza energetica fissati al 2016

Il Bel Paese ha raggiunto il 65% degli obiettivi stabiliti per il 2016

Nel corso del convegno “Efficienza energetica: lo strumento ideale per raggiungere gli obiettivi 20-20-20”, organizzato da Enea e RSE, durante Smart Energy Expo, la prima fiera internazionale sull’efficienza energetica che si è svolta la scorsa settimana a Verona, è emerso che l’Italia a fine 2012 ha raggiunto il 65% dell’obiettivo di risparmio previsto al 2016.
Rino Romani, Responsabile dell’UTEE-Unità Tecnica dell’Efficienza Energetica di ENEA ha sottolineato: “Gli strumenti di incentivazione messi in atto dal Governo italiano per l’efficienza energetica hanno permesso al Paese di risparmiare a fine 2012 80.000 GWh di consumi annui”.
L’efficienza energetica è legata a miglioramenti tecnologici, che si traducono in vantaggi economici per i consumatori, visibili dai risparmi in bolletta ma non solo, il recupero dell’investimento può infatti avvenire nel breve-medio termine grazie anche a misure di incentivazione nazionali e territoriali.
“Oggi spingersi oltre i requisiti minimi conviene perché il costo globale dell’edificio si ammortizza in meno di trent’anni”- ha dichiarato Francesco Madonna, Ricercatore di RSE– Ricerca Sistema Energetico.
Gli obiettivi prefissati non riguardano il solo settore domestico, si estendendono infatti anche ai settori industriale, commerciale e a quello dei trasporti.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Efficienza energetica

Le ultime notizie sull’argomento