L’unione fa la forza

E' la combinazione delle fonti la panacea energetica, secondo Klaus Schafer, amministratore delegato di E.On Italia, che così si è espresso durante "Il sistema elettrico italiano: competitivita' e innovazione nel post Copenaghen", cioè un convegno organizzato da Assocarboni: "Carbone pulito, energia nucleare e fonti rinnovabili: solo cosi' si risolvera' la attuale situazione energetica italiana. E queste tecnologie", ha detto ancora Schafer, "richiedono attualmente maggiori investimenti rispetto alle fonti tradizionali finora utilizzate, ma possono avere costi di combustione piu' bassi".

La sfida del futuro non e' tanto la scelta della tecnologia quanto la sostenibilità economica, ambientale e il consenso pubblico. "Bisogna anche puntare sulla Ccs (cattura e stoccaggio di anidride carbonica): E.On lo sta facendo sul post combustione. Questa è ora la tecnologia ancora con i costi piu' alti nell'ambito della riduzione di Co2, ma questi potranno scendere nel prossimo futuro anche del 30-40%". Schafer ha infine ricordato che "serve un quadro affidabile per gli investimenti hi tech dopo il 2012. Nucleare e carbone pulito non si faranno senza un quadro normativo e incentivi stabili"

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento