IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Aggiornata la normativa per l’efficienza energetica degli edifici in Lombardia

Aggiornata la normativa per l’efficienza energetica degli edifici in Lombardia

Obiettivo della Regione è predisporre un testo unico relativo all’efficienza e alla certificazione energetica degli edifici. Critica l’Unicmi per il rischio di depotenziare gli ecobonus del 65%

 

 

La Lombardia, con decreto regionale n.176 del 12 gennaio 2017, ha aggiornato la disciplina per l'efficienza e l’attestato di prestazione energetica, degli edifici, con l'obiettivo di proporre un "testo unico", in sostituzione delle disposizioni approvate con decreti regionali n. 6480 del 30.7.2015 e n° 224/2016


Le disposizioni approvate, che definiscono i requisiti minimi di efficienza energetica degli edifici, sono finalizzate ad attuare il risparmio energetico, l’uso razionale dell’energia e l’uso delle fonti energetiche rinnovabili negli edifici, in conformità ai principi fondamentali fissati dalla Direttiva europea 2010/31/EU del 19 maggio 2010 e dal Decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192 e s.m.i., nonché alle disposizioni attuative approvate con DGR del 17/7/2015 N.3868.
Le disposizioni del provvedimento si applicano a tutte le categorie di edifici, ai fini del contenimento dei consumi energetici e della riduzione delle emissioni inquinanti.
Gli aggiornamenti previsti dalla nuova disciplica sull’ APE e sull’'efficienza energetica degli edifici tengono in considerazione gli aggiornamenti pubblicati dal CTI sulle parti 4 e 6 della serie di specifiche tecniche UNI/TS 11300.

 

La prestazione energetica degli edifici che è determinata sulla base della quantità di energia necessaria annualmente per soddisfare le esigenze legate a un uso standard dell’edificio e corrisponde al fabbisogno energetico annuale globale in energia primaria per la climatizzazione invernale, la climatizzazione estiva, per la ventilazione, per la produzione di acqua calda sanitaria e, nel settore non residenziale, per l’illuminazione, gli impianti ascensori e le scale mobili, dovrà essere redatta secondo la metodologia di calcolo prevista all’Allegato H.

 

Il decreto è corredato da 8 allegati:

A. Definizioni
B. Descrizione dell’edificio di riferimento e parametri di verifica
C. Relazione tecnica
D. Attestato di prestazione energetica
E. Targa energetica
F. Titoli di studio del Soggetto certificatore
G. Annunci commerciali
H. Metodologia di calcolo. 


Critica l’Unione Nazionale delle Industrie delle Costruzioni Metalliche dell'Involucro e dei serramenti, Unicmi, che considerando che la norma prevede coefficienti di trasmittanza termica più severi per i serramenti, in una nota evidenzia che per quanto riguarda i serramenti il decreto non ha recepito le osservazioni fatte dall’associazioni agli Uffici competenti. In particolare la decisione di non prorogare di un anno il provvedimento emesso nel 2015 (che uniformava i limiti di trasmittanza a quelli disciplinati a livello nazionale per l’accesso alle detrazioni del 65% per la riqualificazione energetica) sancisce la disparità fra i cittadini lombardi e gli altri italiani. In questo modo vengono penalizzati sia la filiera produttiva lombarda dei serramenti che i cittadini della regione che per quanto riguarda gli interventi di sostituzione dei serramenti che si configurano in riqualificazione energetica, dovranno orientare la domanda verso prodotti realizzati ad hoc per questo mercato. Si creerà quindi una disparità tra i cittadini lombardi e quelli delle altre regioni con il rischio di depotenziare per i primi i positivi effetti dello strumento delle detrazioni fiscali del 65% che in questi ultimi 10 anni hanno assicurato la crescita del settore.

 

Scarica il Decreto “Aggiornamento delle disposizioni in merito alla disciplina per l’efficienza energetica degli edifici ed al relativo attestato di prestazione energetica, in sostituzione della disposizioni approvate con i decreti n° 6480/2015 e n° 224/2016”

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
18/01/2019

Presentato il Fondo Nazionale per l'Efficienza Energetica

Presentato al Mise lo strumento, atteso da 4 anni, che dovrebbe eliminare le barriere agli interventi di efficientamento energetico e muovere 1.7 miliardi di euro di investimenti. Discusse le regole operative con gli stakeholder     E’ ...

04/01/2019

Pubblicata in GU la Legge di Bilancio, confermati Ecobonus e Sismabonus

Indice degli interventi

1. Pubblicata in GU la Legge di Bilancio, confermati Ecobonus e Sismabonus
2. La Camera approva la Legge di Bilancio, confermati Ecobonus e Sismabonus
3. Mattarella firma la Legge di Bilancio, confermati ...

27/11/2018

Guida aggiornata su Ecobonus ristrutturazioni edilizie

Il 23 novembre l'Agenzia ha pubblicato sul proprio sito la Guida aggiornata “Ristrutturazioni Edilizie: le agevolazioni fiscali” con le novità introdotte, relative in particolar modo al portale Enea, finalmente on line, cui inviare ...

15/11/2018

Tariffe incentivanti e detassazione Tremonti Ambiente, prorogati i termini

Il GSE ha prorogato al 31 dicembre 2019 il termine indicato per l'attestazione della rinuncia al beneficio fiscale, precedentemente fissato al 22 novembre, per gli operatori incorsi nel divieto di cumulo tra Conti Energia e la  “Tremonti ...

07/11/2018

I Chiarimenti dell'Agenzia per la cessione credito Ecobonus

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato due risposte a Istanze di interpello, con chiarimenti relativi alla cessione del credito corrispondente alla detrazione per interventi di riqualificazione energetica     Nei giorni scorsi l'Agenzia ...

05/11/2018

Come semplificare la redazione dell’APE nel caso di presenza di split

In fase di redazione di un Attestato di Prestazione Energetica (APE), la presenza di uno o più condizionatori (mono o multi-split) installati in diversi vani dell’unità immobiliare rappresenta una delle principali difficoltà ...

22/10/2018

Le ultime modifiche al Decreto rinnovabili

Sono state inserite alcune modifiche allo schema di Decreto FER ora nelle mani del ministero dell’Ambiente per il parere di concerto: l’aumento del 10% della tariffa incentivante prevista per impianti mini idro e mini eolico e premio su tutta ...

11/10/2018

Nuove norme UNI per la carbon footprint e la sostenibilità degli edifici

Due interessanti novità dall'UNI: è stata recentemente recepita anche in lingua italiana la EN 15643-5 dedicata alla valutazione della sostenibilità degli edifici e la norma internazionale ISO 14067 che contiene le linee ...