IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > "Aida come sei verde": la bio-architettura applicata al social housing

"Aida come sei verde": la bio-architettura applicata al social housing

"Edificio in linea per favorire l'interazione sociale tra gli abitanti, esteso uso del verde come abitudine di vita e recupero della tradizione abitativa locale: sono queste le caratteristiche che hanno fatto superare al progetto AIDA COME SEI VERDE il concorso Housing Contest organizzato dal Comune di Milano assieme ad AssinpredilANCE, Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Milano , IN/ARCH e Federlegno" ha dichiarato Isabella Goldmann, amministratore di Goldmann & Partners, società di progetti e servizi per la sostenibilità che ha svolto l'attività di coordinamento e team management per la progettazione di AIDA COME SEI VERDE. Si tratta di un modello abitativo sostenibile applicabile ad edifici di housing sociale e residenze di alta qualità, realizzato con un sistema misto in legno, cemento armato e acciaio e con costi di costruzione e di manutenzione contenuti.
"Il repertorio promosso dal concorso Housing Contest promuove l'innovazione nel settore dell'edilizia residenziale sociale con esempi concreti di edifici ad elevate prestazioni tecnologiche realizzabili a costi e tempi contenuti, a cui i committenti potranno attingere, ovunque vorranno operare, potendo così formulare business plan più definiti con la certezza di lavorare assieme ad imprese e professionisti adeguati ed esperti di housing sociale. Nel progetto AIDA COME SEI VERDE il ricorso alla progettazione sostenibile in bioarchitettura, con l'utilizzo di materiali ecocompatibili e di soluzioni impiantistiche di minimo impatto ambientale e di massima efficienza energetica, permette la massima resa economica e al tempo stesso il massimo comfort abitativo" ha commentato ancora Isabella Goldmann a proposito di questo progetto per cui ha anche ottenuto il prestigioso award "RE Innovation Lady 2011" promosso da Scenari Immobiliari e AREL-Associazione Real Estate Ladies.
Caratteristiche principali del progetto
"Un edificio di housing sociale che abbini l'altissima qualità al basso costo è una macchina perfetta, come può essere un orologio ad alta precisione. E' costituito da molte componenti, tutte ad alto livello tecnologico, che devono lavorare assieme all'unisono. Questo è stato il nostro lavoro di squadra: mettere in collaborazione grandi professionisti della progettazione, da anni impegnati nell'architettura sostenibile, per produrre un edificio che rispondesse al massimo del rapporto costi/benefici possibile con le tecnologie disponibili oggi. E' stato un impegno importante ma riteniamo di esserci riusciti" ha affermato Isabella Goldmann illustrando il progetto esposto alla Triennale di Milano dal 4 al 9 ottobre e al Made Expo 2011 (dal 5 all'8 ottobre).
Il progetto sviluppa un edificio in linea che consente il recupero di caratteristici modelli abitativi (come quello a ringhiera) per una forma abitativa che permette il massimo comfort pur rispettando tutti i parametri di efficienza costruttiva e di manutenzione. Una delle particolarità qualificanti il progetto è la flessibilità nell'aggregazione degli spazi e nella distribuzione degli interni così da consentire eventuali modifiche con opere a secco, rapide ed economiche. Le caratteristiche formali e funzionali consentono al progetto di inserirsi con grande adattabilità in ogni contesto urbano di riferimento.
I tipici ballatoi, in questo caso larghi e piantumati, a 3 metri di distanza dalla facciata, consentono l'accesso diretto alle unità abitative e diventano, nel contempo, luoghi di aggregazione e spazi ad uso comune. Così al piano si trovano anche le cantine e i parcheggi delle biciclette oltre a spazi privati dove poter parcheggiare passeggini o giochi per bambini. Queste scelte incentivano l'utilizzo di servizi comuni a tutto vantaggio dell'economia familiare (es. per ogni corpo scala, al piano terra è prevista una lavanderia). Non mancano, inoltre, spazi coperti dedicati alla comunità (ufficio gestore e sale comuni). Inoltre, l'impianto progettuale incentiva la costituzione di "nidi in famiglia": gli alloggi sono stati progettati per soddisfare i requisiti richiesti per attivare nidi in appartamento, pratica promossa dai programmi governativi.
Gioca un ruolo fondamentale anche l'orientamento dell'edificio. Spazi di gioco all'aperto, campi e percorsi sportivi en plein air, percorsi di running, giardini comuni diversi per i diversi tipi di utenza: tutto è esposto a sud e facilmente raggiungibile con lo sguardo da tutti gli appartamenti. Inoltre il progetto si caratterizza per il verde diffuso a tutte le quote: tutte le abitazioni hanno giardino o loggia sul verde che consentono grande vivibilità anche grazie all'orientamento a sud e alle finestre a tutta altezza.
Un'area dedicata al car-sharing posta sotto l'edificio invita ad una nuova filosofia nell'uso condiviso dell'automobile, mentre spazi a beneficio del territorio circostante possono essere introdotti integrando quelli per i residenti o convertendo parte delle residenze al piano terra (es. negozi, fisioterapia, palestra, poliambulatorio, consultorio professionale).
Il progetto illustra un edificio-impianto ad alta efficienza, classe A+ e Zero emissioni CO2 con eliminazione delle fonti di inquinamento locale, dalle seguenti caratteristiche: 
- involucro in legno molto performante dai punti di vista termico e del comfort interno
- impianto di riscaldamento e di raffrescamento a induttori a ventilazione meccanica controllata a doppio flusso (rapporto ottimale costi/benefici)
- acqua calda sanitaria centralizzata a elevata efficienza
- pompe di calore centralizzate aria-acqua che alimentano entrambi gli impianti centralizzati
- impianto a pannelli fotovoltaici in copertura che produce più dell'85% del fabbisogno impiantistico dell'edificio e abbatte il fabbisogno energetico prelevato dalla rete
- serramenti a contenimento energetico
- schermature solari (persiane manuali) facilmente gestibili dall'utenza
- piastre di cucina a induzione (non c'è uso di gas, le pietanze cuociono molto più velocemente con minore consumo di energia) applicazione del protocollo Leed.
 
 
Scheda tecnica "Aida come sei verde"
- I progettisti: Goldmann &Partners (coordinamento e team management); Wolf System srl e Vitali spa (imprese); arch. Isabella Goldmann; arch. Erminio Redaelli; arch. Manuela Sacchi; arch. Ettore Lariani; arch. Maria Claudia Civelli (progetto architettonico); ing. Giancarlo Cerveglieri (progetto impianti); ing. Mario Clozza (progetto strutture); ing. Simon Keller (strutture in legno); arch. Marilena Baggio (progetto del verde); Sharing (consulenza housing sociale); ing. Paolo Vailati (certificazione Cened+); ing. Serena Penasa (certificazione Leed); arch. Luigi Pellini (computazione e cronoprogramma)
- Classe energetica: A+
SLP (al lordo dei muri perimetrali): 5611,56 mq
Costo al mq: 1.050-1.300 euro (in base alle finiture)
- Caratteristiche tipologiche: Edificio in linea a ballatoio Struttura mista: residenze in legno, ballatoio in acciaio e corpi scala in cemento armato 5 piani fuori terra e uno seminterrato Forma e orientamento flessibili 100% alloggi con doppio affaccio
100% alloggi con verde privato Impianto fotovoltaico con pannelli in silicio policristallino installato sulla copertura dell'edificio con integrazione architettonica totale, totale potenza di picco 145 kWp. Tale impianto soddisfa oltre l'85% del consumo elettrico di tutti gli impianti di riscaldamento, climatizzazione e acqua calda dell'intera struttura. Parcheggio biciclette e cantine al piano Spazi comuni indoor e outdoor

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
18/10/2018

Costruzioni ipogee: i vantaggi di vivere in una casa interrata

“Vivere sottoterra” può non sembrare molto allettante, anche se in realtà le costruzioni ipogee offrono diversi vantaggi in termini di comfort interno e di tutela ambientale. Oggi, con la diffusione delle costruzioni ipogee, vi sono ...

12/10/2018

Progetto italiano di casa green realizzata con una stampante 3D

3D Crane è il nome del nuovo sistema di stampa tridimensionale realizzato dall’azienda WASP di Massa Lombarda. Il nuovo modello è stato utilizzato per Gaia, la casa realizzata con terra cruda e scarti di lavorazione del riso.   a ...

08/10/2018

Come realizzare una casa sostenibile in soli 22 metri quadri

L’edilizia utilizza il 40% delle risorse naturali del pianeta e rappresenta oltre un terzo delle emissioni di gas serra. Per fronteggiare la situazione, Yale University con il supporto dell’UN Environment e dell’UN Habitat ha realizzato un ...

18/09/2018

A New York appartamenti futuristici firmati Zaha Hadid

Il progetto 520 West 28th Street è il palazzo futuristico firmato dall’architetto Zaha Hadid. Un edificio sbalorditivo, alto 11 piani, che sorge nelle vicinanze dell’affascinante High Line Park di  New York.   a cura di Tommaso ...

11/09/2018

Hong Kong ospiter Aero Hive, il grattacielo che respira

Lo studio di architettura Midori Architects ha vinto il premio Skyhive Skyscraper Challenge con il progetto futuristico Aero Hive. Due grattacieli progettati per adattarsi alle sfide del clima locale e ridurre la CO2 nell’aria.   a cura di ...

07/09/2018

Una villa ad alta efficienza energetica con SPA

A Brembio, in provincia di Lodi è in via di realizzazione uno dei primi progetti Ecolibera, con tetto fotovoltaico, piscina e SPA.    a cura di Silvia Giacometti     Ecolibera non è solo un progetto ma un concetto ...

07/09/2018

ZEPHIR Passivhaus Italia per la riqualificazione delle Torri di Madonna Bianca

Il Team di progettazione ZEPHIR Passivhaus Italia in collaborazione con gli Studi Bombasaro e Campomarzio ha vinto il concorso di progettazione di tre delle 11 torri di Villazzano che saranno riqualificate secondo la prospettiva nzeb e dell’efficienza ...

06/09/2018

Vivere in case ecosostenibili ricavate da vecchie navi mercantili

Marine Doc è il progetto che prevede la trasformazione delle vecchie navi fluviali mercantili in disuso, in nuove abitazioni di lusso ed eco sostenibili, completamente autonome dal punto di vista energetico.   a cura di Tommaso ...