IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Il nuovo landmark di Aosta firmato Mario Cucinella

Il nuovo landmark di Aosta firmato Mario Cucinella

In corso ad Aosta i lavori di realizzazione della nuova università Valdostana. Il progetto è di Mario Cucinella Architects, che ha previsto la costruzione di tre nuovi edifici e il recupero dei principali corpi di fabbrica esistenti. Un progetto fortemente riconoscibile che rappresenterà il nuovo landmark della città

 

a cura di Pietro Mezzi

 

Il nuovo landmark di Aosta firmato Mario Cucinella

Render della Nuova università Valdostana (img by Engram Studio)

 

Sono ancora in corso ad Aosta i lavori di costruzione della nuova università Valdostana. Il progetto di Mario Cucinella Architects vinto anni fa, per l’esattezza nel 2010 su un bando di un concorso pubblico, prevedeva il recupero e la trasformazione di una superficie di oltre 56mila metri quadrati, un tempo occupati dall’ex caserma Testa Fochi: un’area importante della città a ridosso del centro storico.

 

La nuova struttura avrebbe dovuto essere pronta per l’anno accademico 2019-2020, ma alcuni problemi di ordine tecnico (si parla di una variante al progetto riguardante le facciata ovest sottoposta a verifiche tecniche per la cui realizzazione sarebbe necessario reperire risorse finanziarie aggiuntive; nda) hanno fatto ritardare la consegna delle opere e di conseguenza l’inizio dei corsi, che partiranno con l’anno accademico del 2020.

 

Il nuovo landmark di Aosta firmato Mario Cucinella

Render della Nuova università Valdostana (img by Engram Studio)

Il progetto  della Nuova Università Valdostana

L’intervento ha previsto la conservazione e il recupero dei principali corpi di fabbrica esistenti e la realizzazione di tre nuovi edifici che, pur rispettando l’impostazione planimetrica dell’impianto originale, hanno rivoluzionato l’intera area, aprendola alla città e permettendo di ospitare in modo efficiente gli spazi destinati alla didattica e alle attività comuni delle diverse facoltà, così da rispondere alle esigenze funzionali richieste, come l’accoglienza di circa duemila studenti.

 

Il cantiere di Aosta per la Nuova università Valdostana

Il cantiere di Aosta

 

Il progetto di Cucinella si proponeva di rendere il complesso universitario fortemente riconoscibile, un nuovo landmark di Aosta: l’intervento rafforza infatti le attività culturali, estende il patrimonio di aree verdi e lo integra fino a costituire un sistema che attraversa la città.

 

Il primo dei quattro lotti in progetto ha previsto la demolizione della ex caserma Zerboglio e la realizzazione di uno dei due edifici in cui si svolgerà la didattica.

 

Per l’università viene privilegiata l’organizzazione per funzioni: ogni edificio è dotato infatti di una propria autonomia funzionale.

 

Per gli impianti la scelta è caduta su un mix di tecnologie con l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili (pompe di calore ad acqua di falda, caldaie a condensazione, fotovoltaico, solare termico), macchinari e dispositivi ad alto rendimento, sistema di recupero totale del calore, riscaldamento degli ambienti a bassa temperatura costituito da pannelli radianti (a pavimento o a soffitto), isolamento termico dell’involucro delle palazzine esistenti e recupero delle acque piovane.

 

Il cantiere di Aosta per la Nuova università Valdostana

Il cantiere di Aosta

 

Scheda Progetto 

  • Località: Aosta
  • Committente: Nuova Università Valdostana
  • Progetto: Mario Cucinella Architects con Pession Studio Associato
  • Coordinamento progettazione: Mario Cucinella Architects
  • Progettazione strutture: Sintecna
  • Progettazione impianti: Golder Associates, Metec & Saggese, Energy Services
  • Progettazione acustica: Onleco
  • Sicurezza e antincendio: Giuseppe G. Amaro
  • General contractor: Vico, Valdostana impresa costruzioni
  • Superficie: 32.470 mq (slp) e 20.400 mq (parcheggi e centrali tecnologiche)
  • Anno: 2011 - in corso
  • Budget: 98milioni di euro (finanziamento regionale di 24 milioni)

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
12/11/2019

Svezia: il primo museo della scienza a emissioni zero alimentato da energia a pedale

Visitare il museo e pedalare per alimentarlo. La città universitaria di Lund, in Svezia, ospiterà il primo museo della scienza alimentato esclusivamente dall’energia solare e dall’energia cinetica prodotta dalle pedalate delle ...

08/11/2019

Seconda certificazione Leed Platinum per il grattacielo Intesa Sanpaolo

Dopo aver ottenuto nel 2015 la certificazione Leed Platinum, il grattacielo Intesa Sanpaolo di Torino è il primo in Europa ad aver ricevuto la seconda certificazione LEED Platinum per la categoria ‘gestione sostenibile ...

07/11/2019

Benessere e comfort avvolti nel legno

Una casa sull'albero realizzata secondo i criteri della bioedilizia che invita a vivere a contatto con la natura protetti dai rami di un meraviglioso Nussbaum. A breve sul tetto sarà installato un impianto fotovoltaico con sistema di ...

06/11/2019

Tecla, la casa sostenibile in 3d di Mario Cucinella

È il modello innovativo di habitat eco-sostenibile in stampa tridimensionale frutto della collaborazione dello studio bolognese e Wasp. Si basa sulla circolarità del processo costruttivo con materiali riutilizzabili e riciclabili. Alla ...

29/10/2019

In Costa Rica realizzata una casa con impronta zero di carbonio

Lungo la costa meridionale della Costa Rica, in un clima torrido e umido, sorge lo straordinario edificio caratterizzato da controllo passivo del clima grazie alla ventilazione naturale e sistema frangisole.   a cura di Tommaso ...

23/10/2019

Una nuova sede green ed ecosostenibile per Alperia

La nuova sede del Gruppo Alperia rappresenta un tassello importante in un più ampio progetto, replicabile in tutta la penisola, di trasformazione di Merano nella “città del futuro”, con un centro urbano ...

21/10/2019

Primo resort al mondo in cui il prezzo è determinato dall'impronta di carbonio del vostro soggiorno

Nell'eco hotel finlandese di alto livello Arctic Blue Resort il prezzo del soggiorno è basato sulle emissioni: minore è l'impatto ambientale, minore è il costo della vacanza.        A Kontiolahti, una piccola ...

17/10/2019

Innovativo progetto di bioedilizia in calce e canapa

In via di realizzazione a Eslöv, in Svezia un centro yoga realizzato in bioedilizia: grazie a una tecnologia italiana che utilizza biocompositi in calce e canapa, l’edificio potrà assorbire più CO2 di quanta ne verrà ...