IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Assosolare disegna lo scenario per il fotovoltaico del futuro

Assosolare disegna lo scenario per il fotovoltaico del futuro

Con l'entrata in vigore del nuovo conto energia e dopo l'ennesimo cambio in corsa delle regole, ASSOSOLARE ha presentato, nell'ambito di ZeroEMISSION Rome, un momento di riflessione sugli scenari futuri e i nuovi modelli di business possibili.
 
Grid Parity, fotovoltaico senza incentivi, nuovi segmenti di mercato e adeguamento delle norme e dei regolamenti, strumenti finanziari aggiornati, sviluppo di nuove tecnologie per il mercato nazionale e per i mercati esteri: questi sono stati gli argomenti affrontati attraverso il contributo dei relatori e degli ospiti, in quattro sessioni in cui sono stati dibattuti i temi più caldi del momento. 
 
Assosolare ha presentato alcune delle proposte dell'Associazione atte a rispondere alle ultime decisioni governative sul settore ed ha annunciato la prossima condivisione con le Istituzioni di uno studio, svolto con il supporto e la consulenza di Roedl & Partner, NCTM e Orrick, di analisi della legislazione e regolamentazione sulla possibilità per le imprese di realizzare impianti fotovoltaici in c.d. grid parity ovvero in assenza di incentivazione statale.
La posizione di ASSOSOLARE si basa sul riconoscimento del fotovoltaico come componente essenziale del Piano Energetico Nazionale. La filiera del solare fotovoltaico va oggi considerata a tutti gli effetti una filiera che contribuisce al bilancio energetico. Sia sufficiente considerare che il kwh fotovoltaico prodotto risulta essere al 90% italiano mentre quello prodotto da fonti fossili risulta esserlo al 20%.
 
Dalle sessioni di lavoro appare evidente il tratto principale di quello che sarà il nuovo scenario in cui imprese, operatori e istituzioni si muoveranno: d'ora in poi il solare fotovoltaico si confronterà con piena dignità con il mercato dell'energia elettrica in competizione con i settori tradizionali: sarà dunque compito di Assosolare e di tutte le Associazioni di collaborare e vigilare perché non vi siano distorsioni della concorrenza con aiuti ai "fossili" diretti e indiretti; di controllare affinché le qualità "ambientali" delle fonti rinnovabili siano riconosciute, sia a livello nazionale (molti sono oggi i detrattori), sia a livello europeo dove la sensibilità sembra essere maggiore.
"Possiamo essere il primo Paese a trasformare le fonti rinnovabili elettriche non programmabili da caratteristica negativa a forza propulsiva per la crescita - afferma il Presidente di Assosolare Ing. Giovanni Simoni -  attraverso lo sviluppo delle infrastrutture di rete (un'occasione unica di investimento con immediati risultati economici), lo sviluppo delle tecnologie e dei componenti delle nuove reti e dei componenti speciali di impianti (Inverter, contatori elettronici, quadri, dispositivi di misura e di trasmissione dati) e lo sviluppo delle modalità di gestione (sistemi di controllo, sistemi di gestione da remoto, integrazione con le altre fonti di energia programmabile). Per far tutto questo - conclude l'ing. Giovanni Simoni - ci vogliono regole nuove e, specialmente, un vero piano nazionale di sviluppo che crei le condizioni per garantire che una fonte primaria come "il solare" possa aumentare costantemente il proprio contributo nel bilancio elettrico nazionale.

TEMA TECNICO:

Solare fotovoltaico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
05/10/2018

- 17% per fotovoltaico, eolico e idroelettrico nei primi 8 mesi del 2018

Anie Rinnovabili ha pubblicato l'Osservatorio FER di agosto che mostra ancora un calo, -17%, delle installazioni nei primi 8 mesi dell'anno rispetto al 2017.      Nel periodo gennaio-agosto 2018 le nuove installazioni di fotovoltaico, ...

03/10/2018

La Cina sperimenta per la prima volta finestre fotovoltaiche e isolanti

I ricercatori della South China University of Technology hanno sviluppato un prototipo di finestra fotovoltaica in grado di svolgere due funzioni differenti e molto importanti: produrre energia ed isolare termicamente.   a cura di Tommaso ...

28/09/2018

Blockchain al servizio della digital energy

Il settore energetico è protagonista di una vera e propria trasformazione digitale, verso un modello di produzione decentralizzata e distribuita di energia elettrica, in cui gli acquisti e le vendite di energia elettrica saranno certificati ...

28/09/2018

Le osservazioni di Anie Rinnovabili sullo schema di Decreto FER

ANIE Rinnovabili, che ha analizzato la bozza di Decreto ministeriale di incentivazione alle FER, esprime molta soddisfazione per la programmazione su base triennale e la possibilità di installazione di moduli fotovoltaici a seguito della bonifica da ...

24/09/2018

Detrazione del 50% per sistemi di accumulo collegati al fotovoltaico

L'Agenzia delle Entrate rispondendo all'interpello di un contribuente ha chiarito che l'acquisto di un sistema di accumulo collegato al fotovoltaico, sia contestuale che successivo all'installazione dell'impianto solare, dà diritto alla detrazione del ...

21/09/2018

Monitoraggio GSE delle fonti rinnovabili nelle regioni italiane

Il GSE ha pubblicato i dati statistici sui consumi di energia rinnovabile nelle Regioni italiane, con monitoraggio degli obiettivi burden sharing.        Ai sensi del Decreto Legislativo 28 del 3/3/11 e del Decreto 11/5/2015 del ...

11/09/2018

Bozza nuovo decreto rinnovabili con incentivi al fotovoltaico

Sta girando in questi giorni la bozza del nuovo Decreto Rinnovabili, già approvata da Ministro dello Sviluppo Economico, che prevede incentivi per gli impianti alimentati da rinnovabili, tra cui il fotovoltaico per il periodo 2018/2020 e introduce il ...

10/09/2018

A luglio le rinnovabili coprono il 36,6% della domanda di energia. In calo il fotovoltaico

A luglio 2018 la domanda di energia è aumentata dell’1,3% rispetto allo stesso mese del 2017. Tengono le rinnovabili grazie alla buona performance dell'idroelettrico (+13,9%); calano fotovoltaico, eolico e ...